Cosa coltivare con poco Sole: ecco quali solo le colture che cerchi

cosa coltivare con poco sole

Ti stai chiedendo cosa coltivare con poco Sole? Questo articolo fa proprio al caso tuo. Non sono molte le piante orticole che necessitano di poca luce solare, ma si può comunque pensare di coltivarle nel nostro orto, nel nostro giardino o in vaso sul balcone di casa. Al di là delle chiacchiere, andiamo a vedere subito cosa coltivare con poco Sole.

Del Dott. Francesco Giannetti

cosa coltivare con poco sole

Cosa coltivare con poco Sole: un po’ di botanica…

Innanzitutto, per capire cosa coltivare con poco Sole, dobbiamo distinguere le piante in due categorie: quelle brevidiurne e quelle che crescono meglio all’ombra.

Brevidiurne

Le piante brevidiurne sono piante che vengono dette anche “a giorno breve”. Come si può capire, quindi, queste colture orticole (e non) hanno bisogno di poche ore di luce giornaliere per fiorire ed esplicitare alcune loro funzioni vitali. Richiedono al massimo 10-12 ore di luce solare, quindi notti più lunghe del giorno.

Molto spesso tali colture coincidono con le varietà precoci, che fioriscono a fine inverno (febbraio) o all’inizio dell’autunno (fine settembre, inizio di ottobre). Alle latitudini medie, addirittura, fioriscono solo in autunno. Tutto questo è l’effetto del fotoperiodismo, cioè il periodo di luce medio che è presente durante l’arco di tempo dell’intera giornata, composta da 24 ore.

Quelle che crescono meglio all’ombra

Quasi nessuna pianta cresce meglio all’ombra. Questo perché tutte le piante compiono un processo chiamato fotosintesi. La fotosintesi consiste nel captare la luce da parte delle foglie e, insieme agli elementi nutritivi assimilati dal terreno, trasformano tutto (tramite dei meccanismi fisiologici) in materiale vegetale.

Di conseguenza, se metti una pianta all’ombra, questa cattura meno luce e non può eseguire una buona fotosintesi. Certo, ci sono piante che si possono adattare all’ombra e crescono comunque. Ma adattarsi non vuol dire crescere bene, vuol dire crescere senza nessuna aspettativa di un’alta quantità di resa. In altre parole, le tue piante che cresceranno all’ombra potranno crescere bene ma senza arrivare a dimensioni particolarmente considerevoli. Se, per esempio, coltiviamo l’indivia, questa potrà crescere anche all’ombra, ma le sue foglie non saranno mai grandi come quelle di un’indivia cresciuta al Sole.

Inoltre, la quantità di luce va di pari passo con l’intensità luminosa e l’umidità. Ti spiego meglio:

  • L’intensità luminosa è l’intensità della luce solare: ovviamente la luce solare è più intensa nei mesi estivi che in quelli invernali.
  • L’umidità (relativa) è la quantità di acqua nell’atmosfera: più particelle di acqua sono presenti nell’aria e meno la luce riesce ad arrivare alle foglie della pianta.

cosa coltivare con poco sole

A cosa stare attenti

Quindi, per quanto detto fino ad ora, se volessimo far crescere delle nostre colture all’ombra, dobbiamo stare attenti a rapportarci anche con l’intensità luminosa e l’umidità.

In particolare, dobbiamo tenere conto che la quantità d’acqua da distribuire in irrigazione deve essere minore rispetto a quella data su piante coltivale al Sole. Ma non solo, altro fattore da controllare è la concimazione azotata.

Spesso, in natura, le piante che crescono all’ombra hanno a disposizione anche un suolo molto ricco di sostanza organica. Il suolo potrebbe essere definito come la banca dati dei nutrimenti delle piante. Nel caso in cui le piante crescano all’ombra, quindi, il quantitativo di concime o fertilizzante da distribuire è minore. Se però questo avviene nell’orto, nel giardino o sul balcone, bisogna valutare caso per caso. L’importante, comunque, è tenere in mente che la sostanza organica non deve mancare mai.

Cosa coltivare con giornate brevi

Tra le orticole brevidiurne troviamo:

  • Aglio: l’aglio è un esempio di coltura orticola che non ha bisogno di alte temperature per compiere alcune delle sue funzioni vitali. Può essere coltivato anche con poco Sole.
  • Cavoli: tutti i cavoli (cavolo verza, cavolfiore, ecc.) possono essere coltivati in periodi in cui le giornate sono brevi.
  • Bietole: la bietola, classica coltura di fine estate, è un’orticola brevidiurna e resiste infatti bene anche alle basse temperature.
  • Cicorie: tutte le cicorie, compreso il radicchio, sono piante microterme e quindi resistono al freddo e alle gelate di bassa entità. Questo le classifica come orticole brevidiurne.
  • Rape e cime di rapa: anche le rape e le cime di rapa sono piante brevidiurne. Le temperature minime per la fase vegetativa si aggirano intorno ai 5-10 °C, mentre per la fase riproduttiva intorno ai 15-20 °C.
  • Cipolla: abbiamo parlato spesso di questo ortaggio, ma in effetti rientra anch’esso tra le piante brevidiurne.
  • Fragola: se le fragole ti fanno ricordare l’estate ti capisco, ma sappi che in realtà questo ortaggio si inizia a coltivare in inverno. È per questo motivo che rientra tra le piante brevidiurne.
  • Insalate: per insalate si intende ovviamente la lattuga ma anche le indivie e la rucola. Non tutte le loro varietà sono brevidiurne, ma solo quelle più precoci e quelle che si possono coltivare in inverno.
  • Ravanelli: abbiamo parlato del ravanello proprio qualche giorno fa. Anch’esso rientra nel gruppo di orticole brevidiurne.
  • Spinaci: la verdura di Braccio di Ferro rientra proprio tra le piante che hanno bisogno di poco Sole per esprimersi al meglio. Resiste molto bene anche alle basse temperature.

cosa coltivare con poco sole

Cosa coltivare all’ombra

Mi dispiace deluderti, ma le piante orticole di particolare interesse agricolo che possono essere coltivate all’ombra sono solamente 2:

  • Melissa: abbiamo già parlato di questa pianta nell’articolo su “come coltivare le erbe per fare le tisane”. In effetti la melissa è una pianta che preferisce l’ombra e per tale motivo le sue esigenze ambientali sono piuttosto limitate. Puoi coltivarla praticamente ovunque.
  • Prezzemolo: anche il prezzemolo è una pianta che può essere coltivata all’ombra. È molto comune negli orti italiani ma non tutti sanno questo piccolo segreto. Ricorda però, in questo caso, di limitare le irrigazioni. Per i motivi detti all’inizio, non è necessario sprecare una notevole abbondanza d’acqua se il prezzemolo cresce all’ombra.

Adesso sai proprio tutto su cosa coltivare con poco Sole. Condividi questo articolo con i tuoi amici e le tue amiche.

Cosa coltivare con poco Sole: ecco quali solo le colture che cerchi ultima modifica: 2018-03-08T20:00:54+00:00 da Francesco Giannetti

Articoli correlati