Cosa coltivare a marzo

cosa coltivare a marzo

Marzo è arrivato, ma ancora non sembra proprio aria di primavera. In molti, però, si stanno chiedendo cosa coltivare a marzo nonostante questo freddo ancora intenso. Ma dobbiamo avvantaggiarci, come possiamo fare? Cosa potremo cominciare a coltivare? In questo articolo, abbiamo pensato di elencare tutte le colture che possono essere seminate e coltivate a marzo inizialmente in ambiente protetto, in modo poi da trapiantarle nell’orto o in campo aperto appena possibile. Se quindi ti stai chiedendo cosa coltivare a marzo, questo articolo è proprio quello che stai cercando.

Del Dott. Francesco Giannetti

cosa coltivare a marzo

Precauzioni contro il freddo improvviso

Abbiamo già parlato molte volte delle precauzioni da prendere per proteggere le nostre colture dal freddo, tra cui nell’articolo sui mezzi di protezione delle colture. Abbiamo visto la pacciamatura, le serre-tunnel e le mini-serre. Le mini-serre sono un mezzo di protezione innovativo e assolutamente funzionale. Sono sostanzialmente delle campane di plastica trasparente che vengono poggiate in terra, sopra la pianta, in modo da proteggerla dai freddi e dalle gelate più intense.

Quando però parliamo di cosa coltivare a marzo, dobbiamo parlare anche di semenzai riscaldati, cioè una sorta di vivai dove vengono fatti germinare i semi. I semenzai riscaldati sono delle strutture trasparenti che hanno il vantaggio di proteggere i semi dal freddo e dal gelo. Molto spesso vengono riscaldati o in modo naturale, grazie alla luce solare, o con altri strumenti generatori di calore. I più comuni sono gli aerotermi, gli impianti a termosifone e le stufe a gas o combustibile liquido.

Per evitare il rischio di danni da freddo improvviso, soprattutto in un’annata altalenante e imprevedibile come questa, ti suggerisco vivamente di prendere in considerazione uno di questi ambienti protetti.

cosa coltivare a marzo

Cosa coltivare a marzo: ecco quali sono le colture

Prezzemolo: cominciamo dalle piante più semplici, quelle che non possono mai mancare. Bastano un vaso, del terriccio e un po’ di pazienza: insieme, ti porteranno ad avere un prezzemolo bello e profumato. Leggi l’articolo su come coltivare il prezzemolo.

Rosmarino: anche il rosmarino è una pianta molto semplice da coltivare. Hai tempo fino a fine marzo per ottenere delle piante forti e robuste. Se hai un balcone, ricorda di metterlo vicino ad un muro in modo da proteggerlo dal vento e dalle gelate improvvise. Leggi l’articolo su come coltivare il rosmarino.

Origano: per non farci mancare nessuna spezia in cucina, ecco che, tra cosa coltivare a marzo, troviamo anche l’origano. Anche questa è un’ottima pianta da coltivare invaso, leggi l’articolo su come coltivare l’origano.

Cappero: per ottenere una buona produzione di capperi, gli ultimi giorni di febbraio e i primi di marzo sono quelli ideali per cominciare a coltivare questa pianta. La germinazione del cappero è molto lenta, quindi ti suggerisco di affrettarti. Leggi l’articolo su come coltivare i capperi.

Melanzane: la melanzana è una pianta che non sopporta il freddo, quindi, a maggior ragione, dobbiamo prevenire eventuali danni. Questo è possibile mediante i mezzi di protezione, creando così un ambiente protetto per la germinazione dei semi e la crescita delle piantine. Leggi l’articolo su come coltivare le melanzane.

Peperoncino: anche il peperoncino, come le altre piante appena elencate, ha bisogno di germinare in ambiente protetto. Soffre molto il freddo e creare delle condizioni ideali per la sua crescita è fondamentale. Solo in questo modo potrai avere i tuoi meravigliosi peperoncini pronti per l’inizio dell’estate. Pensa già alle spaghettate “aglio, olio e peperoncino” che potresti fare con i tuoi amici più cari. Leggi l’articolo come coltivare il peperoncino.

Cicoria: non tutte le varietà di cicoria si seminano nello stesso periodo. Quella adatta ad essere coltivata a partire da marzo è la varietà di cicoria a grossa radice. Vuoi saperne di più? Leggi l’articolo su come coltivare la cicoria.

Zucchine: proprio l’inizio di questo mese è il periodo adatto per cominciare a seminare le zucchine. Essendo una pianta originaria delle zone tropicali, ha bisogno di temperature minime intorno ai 10-15 °C. Solo in ambiente protetto è possibile considerare la possibilità di ottenere una buona produzione per un periodo abbastanza lungo. A tal proposito, leggi l’articolo su come coltivare le zucchine.

Sedano: ecco un’altra pianta da coltivare per l’utilizzo in cucina. Va detto, però, che non tutte le varietà di sedano sono adatte ad essere coltivate a marzo. Infatti, solo quelli più precoci ti permetteranno di ottenere il raccolto in estate. Per saperne di più, leggi l’articolo su come coltivare il sedano.

cosa coltivare a marzo

Porro: pensando a cosa coltivare a marzo, non si può che pensare al porro. Classica coltura da seminare in ambiente protetto, prima che arrivi la primavera. Semplice da coltivare, ottimo in cucina, veloce nella crescita ed eccellente nutrimento. Scopri come coltivare il porro.

Arachidi: se pur ti sembrerà strano, le arachidi si coltivano da marzo a tutto maggio. La coltivazione è più semplice di quanto si possa pensare, basta seguire le poche indicazioni date nell’articolo su come coltivare le arachidi.

Barbabietola da zucchero: per chi porta ancora avanti la coltivazione di questa pianta meravigliosa, marzo è il mese in cui il lavoro aumenta. Proprio in questo periodo, infatti, nelle regioni settentrionali, si comincia a seminare la barbabietola in modo da ottenere il raccolto il prima possibile (ricorda che è una coltura biennale). Per sapere come fare, puoi leggere l’articolo su come coltivare la barbabietola da zucchero.

Curcuma: in molti si stanno interessando alla curcuma, specialmente in questo ultimo periodo. Le qualità culinarie e nutrizionali della curcuma sono notevoli e, proprio per questo motivo, ne abbiamo già parlato. Se vuoi sapere come fare, quindi, leggi l’articolo su come coltivare la curcuma.

Tartufo: se non ti interessano le colture ortive ma vuoi qualcosa di più ristretto, ecco che il tartufo fa proprio al caso tuo. Ti stai chiedendo cosa coltivare a marzo, giusto? Allora devi sapere che questo mese è l’ultimo a tua disposizione per mettere a dimora le piantine micorrizzate. Se vuoi saperne di più, puoi dare un’occhiata all’articolo su come coltivare il tartufo.

Zafferano: solitamente lo zafferano, dopo aver messo a dimora i bulbi, in questo periodo ha bisogno di particolari attenzioni. Per sapere comunque come coltivarlo, leggi l’articolo su come coltivare lo zafferano.

Goji: le bacche di goji, ormai molto conosciute per le loro superiori capacità antiossidanti, possono essere coltivate solo mediante un impianto (simile a quello di un vigneto). L’impianto del goji deve essere effettuato entro e non oltre il mese di marzo, in modo da permettere alla pianta di crescere in modo regolare. Leggi l’articolo su come coltivare il goji.

Girasole: vuoi coltivare il girasole? Comincia a organizzarti, perché entro la fine del mese di marzo deve essere tutto pronto per la coltivazione. Il girasole, infatti, si semina tra la fine di marzo e i primi giorni di aprile. Per conoscere tutti segreti sulla coltivazione del girasole, leggi il nostro articolo su come coltivare il girasole.

Iscriviti

⬇ Condividi questo articolo ⬇

Cosa coltivare a marzo ultima modifica: 2018-03-01T11:12:32+00:00 da Francesco Giannetti

Articoli correlati