Vacche irlandesi: caratteristiche e qualità produttive

vacche irlandesi

Sei interessato a saperne di più sulle vacche irlandesi? In questo articolo trovi tutte le informazioni che stai cercando.

Oggi parleremo delle vacche irlandesi, delle loro caratteristiche genetiche e produttive. Buona lettura.

Del Dott. Francesco Giannetti

Vacche irlandesi: origini

vacche irlandesi

Se per capire le necessità ambientali delle piante si deve conoscere il loro luogo di origine, allo stesso modo vale per gli animali.

Conoscere, quindi, le vacche irlandesi vuol dire conoscere anche il territorio irlandese, in particolare le sue caratteristiche morfologiche e il suo clima.

L’Irlanda viene chiamata anche “Isola di smeraldo” o “Paese Verde” per le sue immense distese di prati e pascoli che occupano circa il 70% del territorio.

Vicino alla costa sono presenti colline e basse montagne. Per il resto quasi tutto il territorio centrale è composto di pianure e prati, traversati da vari fiumi.

Il centro della nazione è formato da paludi, con vaste distese di torba.

Il clima è di tipo atlantico temperato, caratterizzato da piogge e nebbie per tutto l’anno.

In dicembre-gennaio, mitigato dalla Corrente del Golfo, è caratterizzato da temperature minime raramente inferiori a -3 °C e reso più dolce durante l’Estate con temperature solo sporadicamente superiori a 25 °C.

Le piogge sono frequentissime: alcune regioni arrivano ad avere 275 giorni di pioggia all’anno. Proprio grazie all’umidità l’Irlanda viene chiamata “l’isola di smeraldo”.

Fino al Medioevo l’Irlanda era ricoperta da foreste di querce, pini, faggi e betulle. La maggior parte del territorio è ora utilizzato come pascolo per l’allevamento, ma si possono trovare molte piante selvatiche.

Vacche irlandesi: razze

Kerry

vacche irlandesi

La razza bovina Kerry è originaria delle regioni montuose dell’Irlanda occidentale. Si ritiene che derivi dai “bovini neri” dell’Europa occidentale.

Anche se oggi la situazione è migliorata, la Kerry è stata per molto tempo in pericolo di estinzione e per tale motivo sono stati avviati in Irlanda programmi per la salvaguardia della razza.

La Kerry è rustica e di esigenze nutritive alquanto modeste. Può essere allevata all’aperto.

È capace di sfruttare i pascoli più poveri, anche se risente favorevolmente di una migliore alimentazione e di buone condizioni di allevamento.

È immune da tubercolosi. Ad oggi viene allevata, oltre che in Irlanda, anche in Canada.

È una razza di piccola taglia. Raggiunge al massimo 1 metro di altezza al garrese.

Il peso standard del toro adulto è di 566 Kg, delle femmine adulte è di circa 317-362 Kg.

Ha conformazione fine e corretta. Il mantello è più che altro nero, a volte bruno scuro, con linea più chiara lungo la schiena. È lucido e liscio.

La pelle è morbida ed elastica. La mammella, talvolta macchiata di bianco, presenta pregevole conformazione.

La testa è leggera mentre le corna sono bianco-giallastre alla base e nere in punta.

Viene considerata una razza da latte. La produzione media di latte è di 3,17 Kg al giorno (con punte fino a 4,5 kg) e presenta circa il 4% di grasso.

Nonostante la ricchezza di lipidi, il latte è ritenuto particolarmente adatto ai bambini ed agli infermi, in quanto sono molto piccoli e quindi più facilmente digeribili.

In casi eccezionali, insieme all’attitudine lattifera è apprezzabile la capacità d’ingrassamento.

È una razza longeva: ha una vita media di circa 14-15 anni.

Irish Moiled

vacche irlandesi

L’Irish Moiled è un’altra razza di vacche irlandesi di particolare interesse zootecnico.

Viene chiamata anche Maol ed è originaria della zona di Dawn e Antrim.

Il nome Moile (Mael o Moal) deriva dal Gaelico “little round” or “mound”, per definire la forma del sincipite (la parte più alta della testa).

Razza nota tradizionalmente per la sua produzione di carne e latte, quindi definita a duplice attitudine.

Per quanto riguarda le dimensioni, non è molto più alta della precedente: l’altezza al garrese arriva intorno ai 115-125 cm.

Il mantello presenta una tipica pezzatura molto screziata, di colore rosso-brunastro. Di solito le orecchie sono rosse.

La razza di vacche irlandesi Irish Moiled è geneticamente acorne, cioè non presenta corna fin dalla nascita.

Dexter

vacche irlandesi

Ecco un’altra razza di vacche irlandesi: la Dexter. La sua zona di origine è il sud – est dell’Irlanda.

È una razza nata da una selezione genetica, voluta da Mr. Dexter (da qui il nome).

Egli voleva formare una razza piccola, idonea per il latte e per la carne.

Alla sua formazione ha contribuito la razza Kerry, descritta in precedenza.

È stata introdotta in Inghilterra nel 1882. Il suo Libro Genealogico in Irlanda è stato introdotto nel 1919, in Inghilterra nel 1900.

Oggi sono rimasti pochi esemplari allevati in Gran Bretagna, con qualche presenza in Germania.

Il colore del suo mantello è nero, uniforme. A volte è bruno nelle bovine e rosso scuro nei maschi.

vacche irlandesi

Le caratteristiche peculiari per cui la rendono prevalentemente valida all’attitudine della carne sono riscontrabili nelle sue dimensioni.

È infatti una vacca irlandese di piccole misure. Ha arti molto corti, arriva a circa 100-110 cm di altezza al garrese.

Il peso medio raggiunge invece i 300-350 Kg. Dal punto di vista zootecnico ha un buon sviluppo muscolare del treno posteriore.

La Dexter è una razza a duplice attitudine, con modesta prevalenza per il latte.

La produzione di latte è in rapporto al peso: di media si ottengono 2.500 kg/lattazione con 4,3% di grasso.

Vi è purtroppo un’elevata frequenza alla nascita di malformazioni congenite con conseguenti aborti: testa a bulldog.

Forse ti potrebbe interessare anche: Razze bovine francesi.

Vacche irlandesi: caratteristiche e qualità produttive ultima modifica: 2018-06-21T05:46:55+00:00 da Francesco Giannetti

Articoli correlati