Aberdeen Angus: pregi e difetti di questo bovino scozzese

Aberdeen Angus

Conosci l’Aberdeen Angus? Sei un allevatore di bovine da carne e vuoi saperne di più su questa razza scozzese? Oggi parliamo proprio dell’Aberdeen Angus, uno dei bovini da carne più allevati al mondo.

Del Dott. Francesco Giannetti

Aberdeen Angus

Toro di Aberdeen Angus

Aberdeen Angus: origini

L’Aberdeen Angus è una razza bovina da carne originaria della contea di Aberdeen, nel nord-est della Scozia. È una razza antichissima, conosciuta fin dai tempi dei Romani (o meglio dei barbari). È molto diffusa anche negli Stati Uniti d’America, dove è la razza da carne più allevata a scopo commerciale. Altri paesi in cui è allevata in quantità di capi considerevole sono quelli del Sud America: Brasile, Argentina, Paraguay, Uruguay, Colombia e Bolivia. Viene allevata anche in Europa, specialmente nei paesi Nord Europei, ma anche in Italia: nel nostro paese si contano allevamenti di Angus in Puglia, in Emilia-Romagna, in Piemonte, in Lombardia e altri sporadici nel resto delle regioni.

Caratteristiche morfologiche

Il mantello dell’Aberdeen Angus è di colore nero intenso, con pelo raso. Le mucose e la cute pigmentate nere. Queste caratteristiche la rendono molto resistente al pascolo nelle ampie radure del Sud America. L’Angus non ha le corna e il sincipite è molto pronunciato. Non è una razza di elevate dimensioni, anzi ha una statura piuttosto bassa dati gli arti molto corti. Questa caratteristica favorisce l’adattabilità dell’Angus al macello, in quanto le parti di scarto sono ridotte e il peso utile è proporzionalmente maggiore. I pesi medi, infatti, sono molto elevati: si parla di 7-7,5 q.li per le femmine e 10-11 q.li per i maschi. Rimanendo sulle peculiarità delle parti di scarto, la testa è leggera, l’ossatura è fine, il torace è abbastanza ampio e profondo. La pelle, morbida ed elastica, è adatta anche a lavorazioni di settore.

Aberdeen Angus

Vacca e vitello di Aberdeen Angus

Caratteristiche produttive

Come già detto, il manto nero e le pigmentazioni cutanee permettono a questa razza bovina da carne di essere molto resistente alle radiazioni solari. Tale caratteristica è molto importante se si pensa alle vaste radure pianeggianti o semi-collinari che caratterizzano le valli della Scozia, dell’Argentina, del Brasile e di tutti quei paesi in cui viene allevata. La scelta, quindi, è ricaduta, giustamente, su una razza molto resistente al clima e al particolare tipo di ambiente del paese.

Tra le resistenze ambientali, troviamo anche una particolare resistenza alle infestazioni dei ditteri (mosche e zanzare) e alle verminosi, altra peculiarità che le permettono un’ottima adattabilità al pascolo. Queste resistenze fisiologiche si traducono in tutte quelle conseguenze positive che le permettono di essere molto fertile e molto longeva. La longevità permette ai tori una lunga carriera produttiva, in particolare per la raccolta di sperma utilizzato per l’incrocio: spesso l’incrocio viene fatto con vacche da latte come la Frisona.

L’elevata fertilità, però, non conterebbe nulla se si avessero problematiche durante il parto. L’Aberdeen Angus, invece, affronta i parti in modo eccellente, senza problematiche particolari e non di rado si manifestano parti gemellari.
La sua carne è di ottima qualità. Succulenta, tenera, delicata, morbida, saporita e molto apprezzata a livello estero. In Italia non ha molto successo a causa dell’elevata quantità di grasso intramuscolare. In particolare viene definito “grasso di marezzatura“, cioè un grasso distribuito all’interno del tessuto muscolare: la carne, infatti, a seconda della quantità e della forma con cui il grasso si infiltra nelle fibre, può presentare delle venature simili a quelle del marmo (da cui il termine carne marmorizzata) o chiazze simili a minuscole foglie di prezzemolo (da cui il termine carne prezzemolata). Tipicamente utilizzata in gastronomia, questa proprietà è un indice di qualità della carne: dato che la quantità di grasso deriva dallo stato di salute e dal tipo di alimentazione dell’animale, più alto è il grado di marezzatura e più pregiato sarà il taglio di carne; durante la cottura, inoltre, il grasso finemente distribuito si scioglie, conferendo alla carne sapore, fragranza e morbidezza.

La razza Aberdeen Angus si determina facendo riferimento a standard previsti da leggi o dalle associazioni di categoria coinvolte nei paesi dove il suo allevamento è diffuso (Regno Unito, Australia, Irlanda, Stati Uniti, Canada, Nuova Zelanda, Portogallo e altri paesi).

Aberdeen Angus: pregi e difetti di questo bovino scozzese ultima modifica: 2018-06-05T07:13:26+00:00 da Francesco Giannetti

Articoli correlati