Patate viola e patate blu: consigli e pratiche per ortaggi dal colore inusuale

In Italia non sono ancora molto diffuse, ma le patate viola e le patate blu sono delle interessanti variazioni sul tema che rappresentano bene la straordinaria varietà che questo tipo di ortaggio presenta.

Così come non esistono pomodori solo rossi (ma, per esempio, anche neri), le patate non sono solo gialle o novelle e in questo articolo vedremo insieme le proprietà e le caratteristiche colturali di questi tuberi dalla colorazione particolare.

Procediamo!

Patate viola e patate blu, una presentazione

Rare da trovare nel nostro paese, le patate viola e le patate blu sono ortaggi che vengono particolarmente apprezzati in ambito gastronomico sia per il colore, che permette di giocare molto sulla presentazione, che per la loro consistenza decisamente più farinosa rispetto alle cugine tradizionalmente gialle.

Colori particolari e proprietà benefiche: ecco le caratteristiche di queste varietà

La doverosa precisione che va fatta è che queste varietà di patate hanno una colorazione particolare solo ed esclusivamente per motivi naturali: a differenza delle regolari patate gialle, infatti, sono ricche di sostanze coloranti chiamate antocianine e che hanno un particolare effetto positivo sul nostro organismo.

Come la varietà gialla e bianca, anche questa varietà insolita di patate arriva dal continente americano e, secondo alcune fonti storiografiche, queste venivano usate in epoca precolombiana come tributo richiesto dai re Inca ai loro sudditi.

Una volta che gli spagnoli sdoganarono le patate come alimento anche in Europa, queste varianti blu e viola vennero effettivamente trascurate: le loro dimensioni ridotte, infatti, garantivano una scarsa resa.

Questa poca considerazione dell’ortaggio, però, ha anche un retroscena curioso: questa varietà di tuberi, infatti, è particolarmente resistente al freddo e ha la capacità di adattarsi al freddo e, secondo gli esperti, sarebbe stata in grado di resistere a varie malattie come la Phytophthora infestans, ovvero il fungo che causò la più grande epidemia di ruggine delle patate nella storia dell’Irlanda e che decretò l’inizio della Grande Carestia tra il 1845 e il 1849.

Varietà di patate blu e patate viola

Esistono tante varietà di patate viola e blu: alcune sono sorprendenti sia all’interno che all’esterno, con tanto di buccia e polpa colorata, altre invece (per esempio alcune varietà coltivate in Piemonte e Abruzzo) che, nonostante un colore esterno violaceo, presentano una regolarissima polpa gialla o bianca.

Tra le varietà più importanti di patate interamente viola o blu, vanno sicuramente menzionate:

  • Patate Vitellotte: si tratta di una varietà viola ed è sicuramente la varietà più conosciuta e diffusa sul mercato. La loro colorazione è tra il blu e il viola, hanno una buccia particolarmente spessa e la polpa è notevolmente farinosa.
  • Patate Blue Star: si tratta di patate dalla polpa violacea con venature che non rendono il colore uniforme. Questa varietà risulta molto simile alla patata classica sia per forma che per gusto.
  • Patate Violet Queen: questa varietà di patate presenta una buccia blu e polpa di intenso colore blu e viola. Il suo gusto è molto particolare, tanto che ricorda molto la castagna.

Coltivare patate viola e patate blu

Nonostante il colore possa trarre in inganno, le patate viola e le patate blu si coltivano nello stesso identico modo in cui si coltivano le classiche patate gialle.

Terreno, esigenze di raccolta, malattie ed esigenze climatiche, infatti, esattamente gli stessi.

Qui riportiamo un breve riassunto delle cose più importanti da sapere, per i dettagli, invece, ti consigliamo di rivedere i nostri articoli specifici sul tema coltivazione e raccolta.

Tradizionalmente, le patate devono essere piantate all’inizio della primavera (tra marzo e aprile) perché la temperatura ideale che garantirà una buona riuscita della tua attività sarà compresa tra i 10°C e i 25°C durante il giorno, mentre la notte dovrebbe essere sempre sopra gli 8°C.

Per quanto riguarda, invece, il sesto d’impianto, sarà bene rispettare le seguenti proporzioni:

  • Pianta i tuberi a 10cm di profondità
  • La distanza tra le varie piante deve essere di almeno 25cm
  • La distanza tra le varie file deve essere di almeno 70cm

La giusta preparazione del terreno è importante per la coltivazione di patate di qualsiasi colore

Cure culturali e malattie delle patate

Prima di procedere alla semina delle patate, è sempre bene controllare lo stato del terreno che si vuole sfruttare per la coltura:

  • Non devono esserci erbacce
  • Assicurati di smuoverlo prima di iniziare
  • Aggiungi del compost o del letame (come per esempio quello di cavallo) per renderlo più fertile
  • Assicurati che sia in una zona particolarmente soleggiata

Per quanto riguarda l’irrigazione, le patate (di qualsiasi colore) richiedono un impegno minimo: d’estate, per esempio, basterà annaffiarle anche una volta a settimana per garantire loro il quantitativo d’acqua necessario per crescere forti.

Per quanto riguarda gli insetti e le malattie, questi sono i nemici da cui salvaguardare le vostre patate:

  • Coleotteri, che si nutrono delle foglie delle piante, danneggiandole in modo critico che si nutrono delle sue foglie
  • Virus PLRV, ovvero una malattia che, a sua volta, arreca grossi danni alle foglie
  • Il grillotalpa
  • Peronospora, ovvero una malattia delle piante che ne causa la morte

Proprietà delle patate viola e delle patate blu

Come abbiamo detto a inizio articolo, le patate viola e le patate blu hanno delle proprietà diverse da quelle a polpa bianca/gialla proprio perché sono ricche di antocianine, ovvero pigmenti naturali che conferiscono questo singolare colore e che, allo stesso tempo, hanno importanti proprietà nutritive.

Le antocianine, infatti, sono sostanze idrosolubili appartenenti alla categoria dei flavonoidi: nello specifico, sono antiossidanti che danno una forte aiuto a combattere l’invecchiamento cellulare e che proteggono il corpo da malattie degenerative poiché capaci di preservare e proteggere il nostro DNA.

Data la loro capacità di stimolare la produzione di citochine, aiutano a rinforzare il sistema immunitario diventando vere e proprie molecole anticancerogene.

Patate viola e patate blu: proteggono il nostro DNA e hanno proprietà anti-invecchiamento

 

Insomma, per quanto insolite e poco conosciute, le patate viola e le patate blu sono una varietà che unisce la semplicità colturale della patata tradizionale a una serie di proprietà benefiche per il nostro organismo.

Buone, sane e particolari: perché non dargli una possibilità nel tuo orto?

Patate viola e patate blu: consigli e pratiche per ortaggi dal colore inusuale ultima modifica: 2019-03-10T14:00:02+00:00 da Giulia Corrias

Articoli correlati