Parassiti del limone: rimedi biologici da conoscere

mosca della frutta parassiti del limone

di dott. Giuseppe Pepe

Parassiti del limone ve ne sono presenti praticamente ovunque.

Alcuni possono fare più danni di altri.

Ci sono parassiti del limone che attaccano le foglie e parassiti del limone che attaccano i frutti.

In questo articolo faremo una breve carrellata sugli animali parassiti del limone più importanti e su alcuni rimedi biologici.

Buona lettura!

Il limone: breve descrizione

Il limone, ovvero Citrus limon (L.), è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rutaceae, molto probabilmente ibrido tra gli agrumi Cedro e Pomelo e di origine cinese.

Il limone rappresenta un’importante coltura, soprattutto per quanto riguarda il Sud Italia, dove troviamo il Limone di Sorrento IGP; il Limone Costa d’Amalfi IGP; il Limone di Siracusa IGP, il Limone Interdonato di Messina IGP, il Limone Femminello del Gargano IGP e il Limone di Rocca imperiale IGP.

La pianta presenta un discreto sviluppo, con vegetazione quasi continua in quanto specie rifiorente e produzione tutto l’anno.

In un anno il limone compie tre fioriture che fanno si ci sia la possibilità di una continua disponibilità del frutto:

La fioritura di maggior importanza però è quella di aprile – maggio che consente la maturazione da ottobre ad aprile che porta alla raccolta dei cosiddetti limoni d’inverno o anche detti primofiore.

La fioritura da giugno ad agosto invece porta alla produzione da aprile a maggio del limone bianchetto.

La fioritura da agosto ad ottobre porta alla produzione dei verdelli che si raccolgono poi da giugno ad ottobre.

Diverse però sono le avversità e le problematiche che possono avvilire le produzioni e portare a perdite economiche non trascurabili.

Tra tutti i parassiti animali che possono affliggere il limone, oggi parleremo:

  • della minatrice serpentina;
  • della mosca mediterranea della frutta;
  • delle cocciniglie;
  • dell’acaro delle meraviglie.

Minatrice serpentina del limone

La minatrice serpentina degli agrumi è uno dei parassiti del limone di nome Phyllocnistis citrella, è una farfalla, ovvero un lepidottero e può presentarsi in periodi che vanno dalla primavera fino al tardo autunno.

La minatrice vive solitamente sul limone ma normalmente può attaccare altre specie come le leguminose.

L’adulto è riconoscibile come una piccola farfalla provvista di una macchia nera sulla parte terminale del corpo e ali argentate leggermente biancastre.

Le larve si presentano di colore giallo e verde con una lunghezza di circa 3 millimetri e sono quelle che effettivamente causano i danni alle foglie di limone.

Questi parassiti del limone infatti scavano gallerie all’interno delle foglie che si presentano, visivamente, con linee sinuose e bianche.

Le foglie attaccate vanno a deformarsi, piegandosi ai bordi e arrotolandosi verso l’interno.

Le foglie possono ingiallirsi e anche i limoni possono essere attaccati.

Contro la minatrice serpentina degli agrumi può essere usato l’olio di Neem; il cui principio attivo, l’azadiractina è insetticida sistemico di origine naturale e rientra nella categoria degli insetticidi registrati in agricoltura biologica.

Parassiti del limone: La mosca mediterranea della frutta

mosca della frutta parassiti del limone

La Mosca mediterranea della frutta è un insetto appartenente all’ordine dei ditteri (Ordine Diptera Linnaeus, 1758), famiglia Tephritidae (Newman, 1834).

Il suo nome scientifico è Ceratitis capitata (Wiedemann, 1824) ed è tra i parassiti del limone uno degli insetti più dannosi del bacino del Mediterraneo ma è presente anche in altri luoghi quali Africa, Asia, Australia occidentale, America   centro-meridionale e Hawaii.

È un insetto molto polifago, ovvero attacca diverse piante da frutto tra cui il limone.

I danni della mosca mediterranea della frutta sono esclusivamente a discapito dei frutti.

Le larve infatti si cibano dell’interno dei frutti causando la putrefazione dei tessuti e la cascola degli stessi.

Le punture di ovideposizione inoltre possono permettere l’ingresso di funghi che aumentano la marcescenza dei frutti e le melate (gli escrementi zuccherini) prodotte sulla parte superficiale della buccia possono attirare altri funghi e insetti parassiti.

Prodotti utilizzabili su agrumi contro la Mosca Mediterranea della frutta:

Alcuni rimedi in biologico:

  • Olio di paraffina CAS 97862-82-3
  • Beauveria bassiana
  • Piretrine
  • Proteine idrolizzate
  • Spinosad
  • Trappole impregnate con insetticida (deltametrina)

Cocciniglie del limone

parassiti del limone

Tra i parassiti del limone rientrano anche le cocciniglie.

Questi insetti hanno l’abitudine di fissarsi su varie parti della pianta causando sia danni diretti dovuti alle punture e alla sottrazione di linfa, indebolendo la pianta e portandola fino alla morte; sia danni indiretti legati a produzione di melata (i loro escrementi zuccherini) che attira formiche e funghi agenti di fumaggini, queste ultime sono di colore scuro e nerastro e coprono i frutti deprezzandoli o rendendoli invendibili e/o coprono le foglie abbassando la capacità fotosintetica della pianta.

Le cocciniglie che possono attaccare il limone sono una ventina di specie diverse.

Le specie più importanti sono:

  • Cocciniglia cotonosa solcata degli agrumi (Icerya purchasi);
  • Cotonello degli agrumi (Planococcus citri);
  • Cocciniglia rossa forte degli agrumi (Aonidiella aurantii).

La lotta in biologico può essere fatta seguendo i seguenti interventi preventivi:

  • effettuare opportune potature per favorire l’arieggiamento della chioma;
  • adottare sesti d’impianto e sistemi di allevamento che assicurano un buon arieggiamento della chioma e la penetrazione della luce;
  • effettuare lavorazioni del terreno per eliminare i nidi delle formiche perché proteggono le cocciniglie dall’attacco dei loro antagonisti naturali ai fini di cibarsi della melata (escrementi zuccherini) prodotta dalle cocciniglie stesse;
  • effettuare concimazioni ed irrigazioni equilibrate;
  • Iniziare i lanci degli ausiliari specifici alla comparsa delle prime forme mobili sugli organi vegetali esaminati;
  • proteggere gli antagonisti naturali/immessi artificialmente: Coleottero coccinellide (Rodolia cardinalis).

utilizzando i seguenti prodotti ammessi in biologico:

  • Olio di paraffina CAS 64742-46-7
  • Olio di paraffina CAS 8042-47-5
  • Olio di paraffina CAS 97862-82-3
  • Piretrine

Parassiti del limone: Acaro delle meraviglie

acaro delle meraviglie parassiti del limone

Eriophyes sheldoni è, tra i parassiti del limone, quello capace di causare una completa malformazione del frutto fino a farlo sembrare una vera e propria mano.

Questo acaro microscopico si ripara nelle gemme dei rametti e si alimenta a spese dei tessuti vegetali interni causando dei frutti che vengono chiamati anche Mano di Buddha.

Tra i vari parassiti del limone, questo acaro non determina danni importanti alla produzione.

Se necessario però si può ricorrere in biologico a olio minerale bianco durante la fase di riposo della pianta dopo la raccolta dei frutti.

I trattamenti con olio però vanno effettuati con attenzione perché aumentano la sensibilità di foglie e rametti ai danni da gelo e nelle giornate a forte insolazione tendono a far scottare la superficie fogliare concentrando i raggi solari nel punto in cui sono stati adoperati.

Pensi che le informazioni presenti in questo articolo siano incomplete o inesatte? Inviaci una segnalazione per aiutarci a migliorare!

SEGNALA ARTICOLO


Parassiti del limone: rimedi biologici da conoscere ultima modifica: 2019-06-25T09:54:46+00:00 da Prof. Dott. Agr. Giuseppe Pepe

Articoli correlati