Nottua gialla del pomodoro: prevenzione e cura

nottua gialla del pomodoro

Conosci la nottua gialla del pomodoro? Sai come si cura? In questo articolo ti diamo la guida su come intervenire contro la nottua gialla del pomodoro e prevenirne la comparsa. Buona lettura.

Del Dott. Francesco Giannetti

nottua gialla del pomodoro

 

Nottua gialla del pomodoro (Helicoverpa armigera)

La nottua gialla del pomodoro è un insetto dell’ordine dei Lepidotteri. È una specie che si adatta molto bene a diversi tipi di ambiente e in essi è capace di nutrirsi di varie specie vegetali.

Per tale motivo, la nottua gialla non ha una dieta ben precisa e infatti non attacca solo il pomodoro. Possono essere colpite da questo insetto molte colture orticole, il mais, il cotone e alcune floricole ornamentali.

Preferisce comunque le regioni calde, per questo in Italia è più diffusa al Centro-Sud e al Sud.

Gli adulti sono delle farfalle con ali anteriori di colore bruno-ocra con sfumature verdastre: sono più scure nel maschio e più chiare e giallastre nella femmina. Completa la livrea delle ali anteriori una striatura trasversale brunastra.

Le lavre hanno colori variabilissimi, dal giallo-rosato al verdastro, al bruno-biancastro con bande laterali di colore giallo-biancastro. Una volta mature, le larve di nottua gialla del pomodoro raggiungono una lunghezza di 40 mm circa.

Il danno

Il danno si manifesta sulle foglie, sui fiori ma soprattutto sui frutti. Esso è provocato dalle larve che attaccano tutti gli organi aerei della pianta.

Sulle foglie e sui fiori la larva provoca delle erosioni atipiche. Sui frutti (pomodoro) scava delle gallerie nella polpa, passando da un frutto all’altro, provocando anche gravi danni.

Ciclo biologico

La nottua gialla del pomodoro sverna allo stadio di crisalide, nel terreno. Gli adulti sfarfallano in piena primavera, nel mese di maggio, e dopo essersi accoppiati ovidepongono sui germogli apicali, sui fiori o sui frutti.

Le larve neonate provocano i danni descritti in precedenza.

La nottua gialla del pomodoro è una specie con abitudini migratorie. In un anno compie da 2 a 3-4 generazioni, a seconda del tipo di ambiente e dell’andamento climatico stagionale.

nottua gialla del pomodoro

Lotta contro la nottua gialla

La lotta contro la nottua gialla del pomodoro è di tipo chimico e segue i criteri di lotta guidata ed integrata.

Gli interventi diretti si devono eseguire tempestivamente, ai primi attacchi, seguendo il volo degli adulti.

La tecnica di lotta prevede l’installazione di trappole sessuali che devono essere ad imbuto (es. Mastrap) o a rete. Le trappole devono essere installate alla fine di aprile-maggio, a seconda degli ambienti climatici, con la densità di una trappola per ambiente.

Questo monitoraggio è importante per stabilire i momenti a rischio e la consistenza della popolazione.

Più è tempestivo l’intervento, cioè quanto più si tratta all’inizio della schiusa delle uova, tanto migliori saranno i risultati.

Oltre ai consueti prodotti chimici che puoi utilizzare contro la nottua gialla del pomodoro (tra cui lo Spinosad), in agricoltura biologica puoi utilizzare anche Bacillus thuringensis ssp. Kurstaki.

Nottua gialla del pomodoro: prevenzione e cura ultima modifica: 2018-08-04T06:50:17+00:00 da Francesco Giannetti

Articoli correlati