Fiore aloe: consigli, coltivazione e cure per una pianta dai mille usi

fiore aloe

Il fiore aloe appartiene all’ordine delle Asparagales, facente parte, a sua volta, della famiglia delle Asphodelaceae.

Si tratta di una pianta che appartiene al genere dell’aloe, tipico dell’Africa e dell’Arabia e che può essere classificata come succulenta perché riesce a trattenere al suo interno tantissima acqua, cosa che, appunto, le permette di sopravvivere in zone particolarmente aride.

Questa coltura è sempreverde e il fiore aloe si presenta durante il periodo che va dalla primavera all’autunno, ma che spesso varia in base alla specie di pianta in vostro possesso: si tratta di un raggruppamento di infiorescenze che si sviluppano sulla parte superiore di uno stelo e che si esprime in colorazioni che possono essere rosse, arancione e gialle.

Come molti sapranno, l’aloe è una pianta dai mille usi e proprietà benefiche e in questo articolo trovate tutte le informazioni sull’argomento.

Se, invece, cercate informazioni su come coltivare e prendervene cura, questo è il posto che cercate.

Iniziamo!

Fiore aloe e come coltivarlo

L’aloe è una pianta particolarmente robusta, coltivabile sia a terra che in vaso, e che si adatta a ogni situazione ambientale se, ovviamente, gestita con cura e attenzione.

In primo luogo, è necessario procurarsi un esemplare di qualità e di cui si conoscono le origini: ecco perché si può prendere in considerazione l’idea di comprarla in un vivaio o di acquistarla online.

fiore aloe

Il fiore di aloe può assumere diverse colorazioni a seconda della varietà

Per quanto concerne la sua coltivazione, il fiore aloe necessita un’esposizione quotidiana al sole (parliamo di almeno 4 ore), di essere riparata dal sole e dalle intemperie, con irrigazioni abbondanti, sì, ma non eccessivamente frequenti.

Quando viene piantata a terra, non necessiterà di alcun apporto idrico durante l’inverno, mentre durante i mesi più caldi dovrà ricevere acqua una volta al mese. Quando, invece, viene coltivata in vaso, bisogna prestare maggiore attenzione e sarà essenziale capire la condizione del terreno: se questo si presenta asciutto, la pianta andrà irrigata, se invece è umido bisognerà aspettare che si secchi del tutto.

Per quanto riguarda il clima, date le sue origini “calde”, il fiore aloe non deve essere trovarsi mai in situazioni troppo fredde dove le temperature scendono sotto lo zero. Per prosperare, la situazione ideale è quella che si aggira tra i 20 e i 25°C.

Se volete coltivare la pianta in vaso, sappiate che vi servirà un vaso con un diametro di almeno 60 centimetri, di modo che tutta la coltura, partendo dall’apparato radicale, riesca a svilupparsi in modo ottimale fino al raggiungimento della maturità.

Il terreno, in ogni caso,  deve avere un pH leggermente acido ed essere ricco di sostanze nutritive.

Piantumazione e concimazione

Se vi state chiedendo quale sia il momento migliore per piantare a terra la vostra aloe, la risposta è solo una: la stagione primaverile.

In questo senso, assicuratevi che il terreno che scegliete sia leggermente pendente perché così scongiurerete la formazione di pericolose pozzanghere, causa principale del ristagno idrico che porta alla presenza di marciume radicale.

Quando si opta di piantarla in vaso, invece, l’idea è quella di mettere uno strato di ghiaia sul fondo del recipiente per migliorare il drenaggio.

Nel caso in cui scegliate di piantare il fiore aloe partendo da una piantina ricavata da un esemplare adulto, assicuratevi che questa sia lunga almeno 20 centimetri. In questo caso, se volete assicurarvi una crescita costante, fate in modo di cambiare spesso il vaso (una volta all’anno dovrebbe bastare) e di aggiungere spesso del concime.

Una volta messa a dimora, dosate l’acqua e lasciate la pianta in un posto caldo, di modo che le radici si stabilizzino perfettamente nel terreno.

Dopo 3 anni, il vostro fiore aloe raggiungerà l’età adulta e andrà fertilizzata almeno due volte all’anno.

Il fiore aloe deve essere nutrito con fertilizzanti specifici durante il periodo primaverile, ovvero quello della crescita.

Se ricercate soluzioni naturali, la cenere e il concime organico saranno sicuramente delle ottime soluzioni.

Moltiplicazione e potatura del fiore aloe

Il fiore aloe può essere moltiplicato secondo due modalità diverse, quella per talea e per potatura.

fiore aloe

Facile da coltivare, facile da gestire: l’aloe è una pianta dalle mille risorse

Se scegliete di affidarvi a quella per talea, assicuratevi di effettuarla durante il periodo estivo. In questo caso, bisognerà recidere i germogli laterali, che dovranno essere lasciati a riposo per 2 giorni. Per farlo radicare vi servirà un vaso e un composto formato da terriccio, sabbia di fiume, torba e terriccio professionale. Passato un anno, la pianta dovrà essere trattata come un esemplare adulto.

Se, invece, scegliete di affidarvi alla moltiplicazione per seme, questa va effettuata a marzo. I semi devono essere messi in vasi contenenti terriccio per piante grasse ad una temperatura che deve aggirarsi intorno ai 20°C.

Per quanto riguarda, invece, la potatura del fiore aloe, questa non è una pratica complessa, ma prevede solo l’eliminazione di foglie basali secche o colpite dall’attacco di qualche malattia o parassita.

Quali sono le minacce per il fiore aloe?

Le malattie e i parassiti che colpiscono questa pianta non sono tanti, ma si possono verificare problemi specifici nel caso la pianta non cresca in modo corretto.

In questo caso, la tempestività è tutto e quindi bisogna saper riconoscere in modo rapido i campanelli d’allarme.

  • Foglie sottili e piegate: sono segno di mancata irrigazione, poiché l’acqua mancante rende le foglie più fini. Per risolverlo basterà irrigare la pianta maggiormente
  • Foglie verticali: quando questo succede, la causa potrebbe essere la mancanza di luce e illuminazione
  • Punta delle foglie piegate: segno che la pianta è stata irrigata troppo durante la sua fase di riposto
  • Foglie scure: si tratta di un chiaro sintomo di troppa esposizione alla luce

 

Pensi che le informazioni presenti in questo articolo siano incomplete o inesatte? Inviaci una segnalazione per aiutarci a migliorare!

SEGNALA ARTICOLO


Fiore aloe: consigli, coltivazione e cure per una pianta dai mille usi ultima modifica: 2021-02-20T10:00:52+00:00 da Giulia Corrias

Articoli correlati