Aloe vera, una pianta dai mille usi

aloe vera pianta

L’aloe vera è una pianta particolarmente conosciuta per tutte le sue proprietà; si tratta, infatti, di un vegetale dallo straordinario potere antinfiammatorio e cicatrizzante, particolarmente usato per gestire alcune malattie sia reumatiche che autoimmuni.

Dato che il suo impiego è piuttosto diffuso, in questo articolo vedremo in primo luogo come coltivarla e, successivamente, come sfruttarla per la cura e la gestione di diverse problematiche.

Iniziamo, allora, questo viaggio nell’universo della pianta dell’aloe vera.

Aloe vera, la pianta e le sue caratteristiche

La pianta di aloe vera (Aloe barbadensis Mille) fa parte della famiglia delle Aloeacee ed è una succulenta perenne a portamento arbustivo, capace di raggiungere fino a un metro di altezza e che può essere coltivata anche in appartamento.

Per quanto concerne la sua fisionomia, le foglie risultano maculate durante la fase di crescita, mentre presentano una tonalità verde durante la fase adulta; queste sono rivestite da una pellicola che, filtrando aria e acqua, riesce a proteggerle in modo egregio, mettendo al sicuro tutte le sostanze che rendono l’aloe vera una pianta così particolare.

Direttamente sotto la membrana, infatti, si trova uno strato celluloso racchiudente l’aloina, un composto giallognolo organico amaro; qui troviamo anche il parenchima acquifero, un tessuto incolore particolarmente ricercato per le sue proprietà.

aloe vera pianta

La pianta di aloe vera deve le sue proprietà alle sostanze racchiuse nelle foglie

La qualità di quest’ultimo dipende molto dal tipo di clima e dall’irrigazione che viene effettuata sulla pianta.

Tornando all’aspetto della pianta, nell’aloe vera le foglie sono disposte a ciuffo e sono lunghe dai 40 ai 60 cm, mentre la loro forma è lanceolata e con apice acuto; lungo i lati presentano delle piccole spine.

Per quanto riguarda i fiori, questi sono costituiti da uno scapo che si erge dalla parte centrale delle foglie stesse ed è costituito da una infiorescenza a racemo con asse ingrossato con tonalità che variano dal giallo al rosso.

L’aloe vera è una pianta autosterile e che quindi si riproduce solo per impollinazione incrociata.

Quali sono le proprietà della pianta di aloe vera?

In genere, quando si parla di aloe vera e delle sue proprietà curative si parla di un importante lavoro che viene fatto sulle sue foglie. Da queste, infatti, si estrae un succo piuttosto denso tanto da sembrare un gel.

Questo composto, estratto per via manuale, è ricco di proprietà e principi attivi che hanno proprietà:

  • Immunostimolanti
  • Antinfiammatorie
  • Depurative
  • Nutrienti
  • Remineralizzanti

Come estrarre il succo di aloe vera

Estrarre il succo dalla pianta di aloe vera è semplice, se si sa come farlo.

Per prima cosa, infatti, è bene sapere che l’estrazione del succo deve essere eseguita il più lontano possibile da da fonti luminose; la luce, infatti, potrebbe ossidare parte dei principi attivi e annullarne le proprietà.

In più, queste procedure devono essere eseguite immediatamente dopo la raccolta delle foglie.

Nel dettaglio, si dovrà:

  • Pulire le foglie con una spugna umida
  • Togliere le spine dai bordi
  • Tagliarle ed eliminare le fibre esterne
  • Estrarre la parte centrale traslucida e spremerla

Solo seguendo questi passaggi è possibile recuperare in maniera totale le molecole di interesse fitoterapico capaci di dare alla pianta i suoi famosi poteri curativi.

Quali sono gli effetti della pianta di aloe vera e come si usa?

Come sicuramente è noto, sono tanti gli usi che si possono fare dell’aloe vera.

In questo paragrafo vedremo i più comuni ed efficaci che, generalmente, vengono collegati all’aloe.

Rimedio per le bruciature

L’aloe vera in gel è un ottimo rimedio contro le bruciature causate dalla troppa esposizione al sole. Dopo una giornata in spiaggi, infatti, spalmare il gel all’aloe può dare sollievo alla pelle con un’azione lenitiva e rinfrescante.

Come impacco per i capelli

Per usare la pianta di aloe vera e il suo gel come impacco per capelli sarà necessario frullarlo: solo così si potrà ottenere un composto più omogeneo.

In questi casi, va applicato sui capelli umidi e prima dello shampoo per circa 15-30 minuti: questo piccolo trucco permetterà di ottenere capelli morbidi e splendenti.

aloe vera pianta

Una pianta, tante proprietà

Per l’acne e i problemi dermatologici

La pianta di aloe vera è un utile rimedio per contrastare sia i segni dell’acne che per combattere piccoli e fastidiosi brufoli. Basta applicare il gel sulla parte interessata e la sua azione disinfiammante e cicatrizzante farà il resto.

Gengive infiammate

Il gel ricavato dalla pianta di aloe vera è estremamente utile come cura per tutte le infiammazioni delle gengive e del cavo orale grazie alle sue proprietà antibatteriche e antimicrobiche. Il segreto è massaggiarne un po’ sulle gengive arrossate o infiammate e su piccole fiacche presenti nel cavo orale, i principi attivi penseranno al resto.

Punture di insetti

Il gel d’aloe vera è un rimedio molto efficace contro le punture di insetti, soprattutto se parliamo di punture di zanzara, sia per gli adulti che per i bambini.

Applicarla sulla puntura, infatti, aiuterà a ridurre sia il prurito che il rossore.

Collutorio naturale

Per chi  ha denti o le gengive sensibili il gel d’Aloe Vera vi può essere un ottimo ingrediente per preparare un collutorio naturale.

Basterà mescolare un cucchiaino di gel d’Aloe Vera in un bicchiere d’acqua e aggiungere un pizzico di bicarbonato di sodio, come nel più classico collutorio fatto in casa.

 

Tanti rimedi, una sola pianta: l’aloe vera è davvero un portento della natura.

Se vuoi scoprire altre piante che possono aumentare la produttività del tuo orto, leggi qui.

 

Pensi che le informazioni presenti in questo articolo siano incomplete o inesatte? Inviaci una segnalazione per aiutarci a migliorare!

SEGNALA ARTICOLO


Aloe vera, una pianta dai mille usi ultima modifica: 2020-08-13T20:29:42+00:00 da Giulia Corrias

Articoli correlati