La zucca: tutto ciò che devi sapere su questa verdura del benessere

È arrivato l’autunno e come ogni anno questo periodo ci porta sulle tavole prodotti caratteristici e inimitabili. Oltre alle classiche castagne, come poteva mancare la zucca? 

In questo articolo ti sveleremo tutti i segreti e i benefici contenuti in questo ortaggio ed inoltre andremo alla scoperta di alcune curiosità peculiari… ad esempio come scegliere una buona zucca tra tante e come cucinarla per mantenere tutti i principi in essa contenuti. 

La zucca trova le sue zone d’origine in America centrale ma senza dubbio oggi è conosciuta e coltivata anche nel nostro paese. Ne esistono di tante varietà, ma la più famosa nel nostro Paese è la zucca comune. 

La zucca comune è di fatto la tipica zucca che tutti noi abbiamo in mente, con la sua forma tondeggiante e il suo interno arancione acceso. 

Ma se volete scoprire tutto su questo ortaggio autunnale e se desiderate avviare una coltivazione, vi segnaliamo questo articolo: Coltivare le zucche: tutto quello che devi sapere

la zucca

Proprietà della zucca

Ma veniamo ora a scoprire da quali e da quanti benefici è composto questa amata verdura.

Innanzitutto è importante precisare che come molte altre verdure, è composta da più del 90% di acqua. 

Ovviamente la restante parte è un concentrato assoluto di zuccheri, proteine e grassi. Il nostro amato ortaggio arancione inoltre è sorprendentemente ricco di fibre, minerali e vitamine di ogni tipo.

Partendo proprio dalle vitamine, contiene al suo interno vitamine: A,B,C, E, K, J.

Al suo interno troviamo anche una buona dose di fosforo, manganese, zinco, ferro, calcio, potassio e magnesio. Tutti elementi basilari e fondamentali per il benessere del nostro corpo.

Tipico degli ortaggio di colore arancio, anche la zucca è ricca di Betacarotene, ottimo antiossidante e alleato della salute della nostra pelle.

Il betacarotene essendo un antiossidante potentissimo, è un ottimo alleato contro i radicali liberi. È un antinfiammatorio potente per tutto l’organismo ed inoltre possiede un’ottima capacità di attivazione di tutto il sistema circolatorio. 

Lo troviamo anche come ottimo alleato contro l’invecchiamento cellulare. 

Ma ovviamente le proprietà della zucca non sono finite qui.

La zucca essendo ricca di acqua è un diuretico naturale per il corpo oltre che anche un ottimo lassativo. 

Ma se siete agitati o stressati è appurato che mangiare zucca può tranquillizzare il corpo e la mente. Proprio all’interno di questo alimento, di fatti esiste una componente essenziale di aminoacidi che provocano un rilassamento e uno stato calmante nell’organismo.

Come cucinare la zucca?

Per mantenere all’interno di questo prodotto più proprietà possibili è consigliabile cuocerlo in forno oppure al vapore. Con questi due semplici metodi di cottura, le zucche conserveranno al suo interno la maggior parte delle sostanze nutritive che vi abbiamo elencato precedentemente.

Il metodo migliore però, come tutta la frutta e la verdura sarebbe mangiarla cruda. E di fatto non tutti sanno che è buonissima anche non cotta, all’interno di insalate oppure consumata sotto forma di succo, dopo aver accuratamente spremuto la polpa. 

Da evitare invece la cottura a lesso, di fatto in questo modo i principi nutritivi insiti in questo ortaggio andranno persi.

la zucca

 

Come scegliere e conservare la zucca

Per creare però dei piatti prelibati è opportuno scegliere una buona zucca. Ma come facciamo a capire tra tante quale può essere quella buona? 

Come abbiamo fatto quest’estate per le angurie: Come scegliere una buona anguria: 5 consigli fondamentali, anche per le zucche esiste un ottimo metodo.

Il trucco consiste nello scuotere sopra di essa, se questa suona significa che non è buona, se invece il suono risulterà “vuoto” c’è molta probabilità che la zucca che abbiamo scelto sia tra le migliori.

Ma una volta acquistata come facciamo per mantenerla più tempo possibile? Questa verdura del benessere, come spesso viene definita, necessita di un ambiente buio e asciutto, dove la temperatura sia abbastanza fresca. In queste condizioni ottimali può resistere anche diversi mesi.

Discorso a parte invece se acquistiamo la zucca già tagliata a pezzi. In questo caso dobbiamo conservarla in frigorifero per la durata massima di 2-3 giorni avvolta opportunamente in una pellicola trasparente per alimenti.

Oltre alla classica vellutata conoscete le cotolette fatte con le zucche? Vi abbiamo spieghiamo passo a passo la ricetta in questo articolo: Ricetta cotolette di zucca fritte e al forno

Sono davvero buonissime e gustosissime, provare per credere!

La zucca: tutto ciò che devi sapere su questa verdura del benessere ultima modifica: 2018-10-26T09:14:17+00:00 da Nicole

Articoli correlati