I trattamenti dell’albero da frutto: tutto quello che devi sapere per preservarne il benessere

Diventare un esperto dei trattamenti da riservare al tuo albero da frutto è fondamentale per garantire la giusta prosperità e il giusto benessere al tuo giardino.

Sia che tu abbia un’unica cultivar, sia che tu ne abbia diverse, imparare a prendersi cura di loro in maniera continuativa durante tutto l’anno è l’unico modo per avere sempre piante in salute e frutti buoni e abbondanti.

Queste operazioni, infatti, sono indispensabili per prevenire le malattie che potrebbero compromettere la vita dei tuoi alberi o per contenere delle infezioni a uno stadio iniziale.

In questo articolo ti spiegheremo nel dettaglio come prenderti cura degli alberi che popolano il tuo giardino o il tuo orto.

Iniziamo.

Gli alberi da frutto

Saprai già che, a livello botanico, tutti gli alberi producono frutti. Tuttavia, si parla di alberi da frutto soltanto per indicare gli alberi i cui frutti vengono utilizzati dall’uomo per la sua alimentazione e per la vendita o altri fini economici.

I trattamenti per albero da frutto variano da specie a specie

Solitamente, le cultivar più comuni nei giardini o negli orti sono le seguenti:

I passi per avere un bel frutteto, oltre a scegliere gli alberi da frutto che meglio si sposano con le tue esigenze, sono questi:

  • prepara con attenzione il terreno, scarificandolo e arandolo
  • concimalo in base alle esigenze del terreno stesso e delle piante
  • traccia i filari e procedi con la messa a dimora delle piante, facendoti eventualmente aiutare da del personale qualificato

Una volta compiute tutte queste operazioni, però, avrai semplicemente impostato il lavoro: dovrai seguire i tuoi alberi passo dopo passo, mese dopo mese, per assicurarti un frutteto sano e produttivo.

Alberi da frutto: trattamenti invernali

La stagione invernale è il momento ideale per svolgere una grossa quantità di trattamenti sui tuoi alberi da frutto. Questo perché a questa stagione corrisponde il riposo vegetativo degli alberi che, di conseguenza, soffriranno molto meno i tuoi interventi e non comprometterai né la loro produzione né la vita di molti animali ausiliari, utili all’ecosistema del tuo frutteto.

Innanzitutto, dovrai occuparti ripulire il terreno e rami dalle foglie secche e dalla frutta rimasta a terra.

L’inverno è una stagione importantissima per combattere i parassiti che si trovano in mezzo al fogliame umido. Oltre all’eliminazione dei loro ripari invernali, assicurati di disfarti anche delle larve, spore o uova che potrebbero essere presenti nel terreno oppure sul tronco dell’albero e sui rami.

Per quanto riguarda invece la concimazione, puoi ricorrere allo stallatico maturo sia alla base dei fusti sia zappettandolo all’interno del terreno.

Se dovessi avere degli alberi di pesco, stai attento che i loro rami non siano stati attaccati dalla bollosi; in questo caso, dovrai rimuovere le cime dei rami colpiti. Lo stesso vale per i rami dell’albero di melo colpiti dal mal bianco, un’altra comunissima patologia fungina (trovi un approfondimento sull’argomento in questo articolo).

Ti consigliamo di allontanare dal frutteto tutti questi elementi infetti o di scarto oppure di bruciarli per smaltirli.

Procurati inoltre una spazzola di trebbia per spazzolare il tronco e i rami dei tuoi alberi: in questo modo riuscirai a eliminare il muschio e i licheni che potrebbero offrire un rifugio per i parassiti.

Alberi da frutto: trattamenti fitosanitari

Fungicidi e insetticidi sono fondamentali nella cura dei tuoi alberi da frutto.

Per fortuna ormai i pesticidi sono sempre più accantonati, a favore di una maggiore tutela verso l’ambiente e un’agricoltura sempre più biologica.

Per questo, ti proponiamo alcuni trattamenti fitosanitari in linea con l’ambiente:

  • gli oli bianchi biodegradabili come la paraffina; puoi utilizzarli per difenderti da acari, ragni rossi, cocciniglie etc. Diluiscili nell’acqua e poi polverizzali sul tronco e sui rami: così facendo, formeranno una pellicola che soffocherà le larve e danneggerà le uova
  • i fungicidi minerali come il rame e lo zolfo, utilissimi contro le malattie crittogamiche, cioè causate dai funghi
  • la poltiglia bordolese, ovvero una miscela di rame e calce; è particolarmente utilizzata contro la peronospora, la bollosi dei peschi e l’oidio dei meli. Questo trattamento prevede tre applicazioni: la prima quando iniziano a cadere le foglie, la seconda durante la stagione invernale e la terza nel periodo della fioritura
  • il latte di calce, che può aiutarti a eliminare dal tronco muschio, licheni, funghi, larve e altri insetti nascosti nella corteccia. L’applicazione è molto semplice: non dovrai far altro che stenderlo sul tronco e sulla base dei rami principali usando un pennello largo e piatto
  • lo zolfo, efficace contro l’oidio, la ticchiolatura e la ruggine delle piante; effettua il trattamento prima che sboccino i fiori, usando una soluzione di 6 grammi di zolfo per ogni litro d’acqua

Quali cure per i tuoi alberi da frutto?

Alberi da frutto: potatura

La potatura è fondamentale per riuscire a mantenere gli alberi da frutto produttivi, sani, ma anche esteticamente belli.

Ci sono due tipologie fondamentali di potatura.

La prima è la potatura di formazione o di allevamento, da eseguire nei primi anni di vita dell’albero in modo che la sua struttura si formi in modo adeguato e ordinato (per esempio con dei rami robusti che siano correttamente distanti gli uni dagli altri e con una produzione ben distribuita di fiori e frutti).
Dovrai dunque potare i rami che seguono una crescita disordinata e quelli danneggiati o colpiti da malattie. Ricorda inoltre che accorciare i rami che ti sembrano troppo deboli è un ottimo modo per rafforzarli e stimolarne la crescita. Questi interventi vanno effettuati nei mesi invernali, ma presta particolare attenzione ai giorni di freddo più intenso: le gelate, infatti, sono pericolose per i tagli effettuati di recente.

Trattamenti dell’albero da frutto: il kit per la potatura

La seconda è invece la potatura di produzione, il cui obiettivo è aumentare la produzione fruttifera. In questo caso, dare delle regole generali che possano valere per tutti è più difficile: su alberi che fruttificano su rami vecchi, come il melo e il pero, questo intervento deve essere moderato; al contrario, su alberi che fruttificano sui rami dell’anno, come il pesco o il susino, l’intervento sarà più invasivo e drastico.

C’è poi una potatura estiva, molto leggera: serve essenzialmente per alleggerire la chioma e per far arrivare la luce anche ai fiori troppo in ombra. Questo tipo di intervento interessa gli agrumi, il pesco, il ciliegio e l’albicocco.

 

Ti ricordiamo che, all’interno di un frutteto, ogni albero ha le sue esigenze e caratteristiche particolari. Assicurati dunque di modellare queste nostre linee guida sulle cultivar che hai scelto per abbellire il tuo giardino e di cui gustare i frutti.

Buon divertimento!

 

 

 

I trattamenti dell’albero da frutto: tutto quello che devi sapere per preservarne il benessere ultima modifica: 2019-03-13T08:53:20+00:00 da Giulia Corrias

Articoli correlati