Come coltivare un albero di arancio per arance perfette

Come coltivare un albero di arancio

L’albero di arancio regala i suoi frutti gustosi e buonissimi in inverno, portando sulle nostre tavole il sole delle arance, preziose alleate della nostra salute. In questa guida completa ti spieghiamo come coltivare un albero di arancio, per ottenere succose arance, l’agrume amato da tutti.

Il frutto più diffuso è sicuramente quello dell’arancio dolce (Citrus sinensis), appartiene alla famiglia delle Rutacee ed è originario del Vietnam, India e Cina Meridionale.

La coltivazione dell’albero di arancio è molto diffusa e apprezzata, anche per la sua particolarità visto che può fiorire e fruttificare nello stesso periodo: il suo intervallo di riposo è molto breve, solo 3 mesi. Questa caratteristica l’ha fatto diventare una coltivazione intensiva, che in Italia si concentra soprattutto in Sicilia (70 % della produzione), in Calabria (20 % ) e, in misura minore, in Sardegna, Campania e Basilicata.

Come coltivare un albero di arancio

Coltivare un albero di arancio richiede cure e accortezze, soprattutto legate a terreno, esposizione e quantità di irrigazione, per non rischiare che la pianta cresca poco vigorosa e con frutti scarsi.

Come coltivare un albero di arancio

L’albero di arancio raggiunge un’altezza media intorno ai 7 o 10 metri; è caratterizzato da una fitta chioma di colore verde scuro e intenso e i suoi fiori sono di colore bianco e particolarmente profumati.

Come coltivare un albero di arancio: l’esposizione

Come coltivare un albero di arancioL’albero di arancio è una pianta delicata, che non ama temperature al di sotto di 4 o 5 gradi e ha bisogno di stare in un luogo soleggiato. Predilige quindi un clima mite e temperato, con inverni non troppo freddi ed estati calde, ma non troppo. Temperature infatti oltre i 38° potrebbero danneggiare la pianta.

In primavera bisogna fare attenzione alle gelate tardive e in generale ai venti freddi che rovinano  la fioritura e quindi hanno come conseguenza una fruttificazione poco abbondante.

La coltivazione dell’albero di arancio inizia in primavera con la messa a dimora delle giovani piantine che tra marzo e aprile inizieranno ad attecchire emettendo nuovi germogli e radicando rapidamente. Se invece si preferisce piantarle in autunno, bisogna tenere considerare la stasi del periodo invernale, dopo la quale entreranno in vegetazione.

Come coltivare un albero di arancio: il terreno

Il miglior terreno per coltivare un arancio deve essere sciolto o di medio impasto, profondo, fertile, ben drenato: l’albero di arancio non sopporta i ristagni idrici. Il pH dev’essere compreso tra 6,5 e 7,5 e ben dotato di sostanza organica, utile è il letame di cavallo. Assolutamente da evitare i terreni troppo argillosi, calcarei e salsi perché potrebbero provocare ristagni idrici.

Come coltivare un albero di arancio: l’irrigazione

La pianta di arancio sopporta bene la siccità ma se la si vuole rigogliosa e piena di succosi frutti è bene irrigare abbondantemente nel periodo di ripresa vegetativa, ovvero da marzo ad ottobre. Ma attenzione! Tra un’irrigazione e l’altra il terreno si deve asciugare bene.

Questo perché l’albero di arancio teme i ristagni di acqua che lo predispongono a malattie fungine e al marciume delle radici.

Coltivazione arancio in vaso

La pianta di arancio in vaso è un’ottima occasione per chi ha poco spazio in giardino: certo, il raccolto non è come quello di un agrumeto, ma se le cure sono adeguate, avrete indubbiamente le vostre soddisfazioni.

La regola più importante da ricordare è quella di riparare l’arancio in vaso per proteggerlo dal freddo: trasferite il vaso all’interno o coprite la chioma con del tessuto non tessuto. Anche se abitate in una zona dal clima mite è buona regola addossare contro un muro o una siepe gli alberi di arancio per assicurare protezione durante l’inverno.

Nella bella stagione, l’arancio in vaso deve essere posizionato in una zona riparata dal vento ma ben ariosa, dove i raggi del sole possano raggiungere la pianta per almeno 4/5 ore al giorno.

La coltivazione dell’arancio in vaso richiede anche concimazioni equilibrate e specifiche per agrumi, oltre a regolari rinvasi fino a posizionare la pianta ben matura in un vaso dal diametro proporzionale alle dimensioni della pianta.

L’albero di arancio: proprietà dei suoi frutti

Le proprietà dei frutti dell’albero di arancio, ovvero le arance, è ormai nota.

Mangiare arance e berne il succo, è un toccasana per il nostro organismo.

Le arance infatti sono piene di vitamina C, che rafforza le difese immunitarie, rendendola preziosa alleata per l’inverno, in quanto aiuta a prevenire raffreddori e malattie da raffreddamento.

Come coltivare un albero di arancio

L’arancia svolge anche un’azione depurativa, mineralizzante e disintossicante, aiuta il fegato e la digestione.

Ma non è finita: il magnesio contenuto nei frutti dell’arancio rinforza il sistema nervoso, mentre la vitamina A di cui sono ricchi è indispensabile per la salute della pelle.

Una vera scorta di benessere!

Come coltivare un albero di arancio per arance perfette ultima modifica: 2018-10-19T16:00:20+00:00 da Selene Cassetta

Articoli correlati