Fagiolini: malattie e parassiti. Come riconoscere le minacce.

fagiolini parassiti e malattie

Esistono numerose malattie e parassiti che possono colpire i fagiolini durante la loro coltivazione. Questi rischiano di comprometterne la vita e di conseguenza il raccolto.

Le patologie più comuni sono di tipo fungino, batterico e virale. Ma non mancano gli attacchi di insetti infestanti e numerosi parassiti.

In questo articolo forniremo una guida su come riconoscere le malattie, gli insetti e i parassiti che colpiscono i fagiolini.

Dopodiché cercheremo una soluzione ai problemi più gravi che questi potrebbero causare. Ma prima vediamo le norme per prevenire le minacce.

Come prevenire le malattie e l’attacco dei parassiti ai fagiolini

Raccolto di fagiolini

Sono tanti i parassiti e le malattie che possono colpire i fagiolini. Ecco perché ci sono alcune accortezze da rispettare durante la loro coltivazione

Se coltivi fagiolini, è necessario abituarsi ad attuare alcune norme preventive.

Queste possono essere applicate a pressoché qualsiasi verdura da coltivare quindi consigliamo di attuarle periodicamente.

Anzitutto è consigliabile irrigare usando un sistema a goccia, senza canna a spruzzo, e cercando di bagnare solo il terreno.

Quando è tempo di seminare i fagiolini, non fatelo dove gli avete appena raccolti o nei posti dove erano coltivati altri legumi (alcune malattie sono comuni tra tutti i legumi): fate attenzione alla rotazione.

Seminare i fagioli rispettando le distanze tra una fila e un’altra: è importante creare un corridoio di passaggio dove noi coltivatori possiamo comodamente camminare, tuttavia questa non è l’unica funzione: la distanza previene il ristagno d’umidità.

Come per tutte le piante, un buon agricoltore controllerà quotidianamente le proprie piante. Non sottovalutate questo passaggio: un occhio attento potrebbe scorgere una malattia agli inizi ed esportare la parte infetta prima che dilaghi e contagi le altre piante.

Il decotto di equiseto, infine, è un prodotto che se irrorato aumenta di moltissimo la resistenza alle malattie delle piante vicine. Può tranquillamente essere comprata a poco prezzo ma non è difficile trovare una guida per farlo in casa in pochi passaggi.

Fagiolini: malattie e parassiti. Come riconoscere le prime

In questo paragrafo passeremo in rassegna le principali patologie che possono colpire una pianta di fagioli e fagiolini. Fortunatamente molte di queste sono facilmente riconoscibili e trattabili.

Nei casi più gravi potrebbe essere necessario l’utilizzo degli impacchi al rame che discuteremo nel prossimo paragrafo.

Antracnosi, una malattia letale per i fagiolini

L’antracnosi è una della malattie più frequente che colpisce i legumi. Può manifestarsi già nelle piante piccole il che rende più facile l’identificazione del patogeno.

Ma può presentarsi anche più avanti sui fusti delle piante. Segno inequivocabile per riconoscere la malattia sono le “tacche infossate” ovvero delle strisce marroni che si infossano sullo stelo. Le stesse tacche brune possono presentarsi sui baccelli e sulle foglie.

La malattia è più comune in posti umidi di temperatura medio alta (tra i 10 e i 30 gradi centigradi). Se la vostra zona è particolarmente secca, probabilmente questo patogeno non sarà molto comune.

La ruggine del fagiolino

La ruggine è una malattia causata da un fungo. Si palesa sotto forma di una serie di pustole “rugginose” sulle foglie, che si propagano sui baccelli negli stadi più evoluti della patologia.

Le pustole possono variare da un colore marroncino al nerastro e hanno una forma circolare. È più comune imbattersi in questa malattia nei climi caldi e umidi.

Muffa grigia: una malattia che colpisce anche i fagiolini

Detta anche Borite è anch’essa una malattia a opera di un fungo. Questo fungo in particolare è incredibilmente veloce a riprodursi e quindi a infettare il raccolto di fagiolini.

La patologia predilige le coltivazioni in serra per via dell’aumento di umidità che va creandosi.

Le parti colpite dal patogeno sono solitamente le foglie e i baccelli: vengono ricoperti da questa sostanza grigiastra filamentosa simile a una muffa (che poi non è altro che l’organo riproduttivo del fungo stesso).

C’è anche la batteriosi

Viene chiamata anche maculatura batterica per via delle riconoscibili macchie sul fogliame, fusti e baccelli.

Fortunatamente queste sono ben visibili sugli organi infetti.

Trattamento per le malattie dei fagiolini

rimedi per malattie e parassiti dei fagiolini

Ecco come curare le vostre piante di fagiolini in modo pratico e sicuro

Una volta individuato il patogeno che ha colpito la vostra coltivazione di legumi, pensiamo ora a come risolvere il problema.

Appena vedete segni di malattie sulle piante, cercate subito di asportare la parte infetta e buttarla lontano dalla coltivazione.

Sembra un procedimento banale, ma se preso per tempo potrebbe salvare il raccolto e risolvere il problema in modo facile e immediato.

Solitamente, tuttavia, non avrete il tempismo giusto e la malattia si sarà già espansa in lungo e in largo per la vostra coltivazione.

Se è questo il caso, valutate di utilizzare una cura a base di rame: utilizzato in agricoltura dal 1882, c’è un motivo per cui il “verderame” è un metodo ancora in uso.

I trattamenti a base di rame servono ad arrestare il propagarsi di malattie fungine. Oltretutto il processo è considerato biologico e accettabile dal punto di vista dell’ambientalismo.

Esistono in commercio parecchi prodotti a base di rame, ma attenzione a non acquistare quelli mischiati ai funghicidi, a meno che non sia strettamente necessario!

Fagiolini: malattie e parassiti. Quali sono le minacce degli insetti?

Se avete scorto degli insetti o dei parassiti sulle vostre piante di fagiolini, ma non riuscite a riconoscerli o non sapete che fare; questa è la sezione che fa per voi.

Proseguiamo con l’elenco dei parassiti più comuni che possono infestare le vostre coltivazioni e vediamo cosa possiamo fare per combatterli:

Afidi: sì, attaccano anche i fagiolini

Probabilmente sono il problema più frequente per i fagioli e i fagiolini. Gli afidi formano copiose colonie all’interno dello stelo o nelle foglie.

Non sono gli afidi in sé a costituire un pericolo per la pianta, ma le loro abitudini alimentari: questi parassiti si nutrono della linfa della pianta. A lungo andare le foglie cominciano a bagnarsi troppo e diventare rugose, così come i baccelli.

Fortunatamente per debellare gli afidi è sufficiente munirsi di sapone di Marsiglia, discioglierlo in acqua e annaffiare le piante colpite. Attenzione a essere certi della presenza degli afidi prima di compiere questa operazione.

Piralide: un parassita tenace

Si nota la presenza di questa farfalla (normalmente ghiotta di mais ma presente anche sui legumi) per i piccoli fori che provoca. Questi hanno la conseguenza di far marcire foglie e baccelli.

Per disinfestare dalla piralide, sarà sufficiente utilizzare il bacillus thuringiensis ovvero un larvicida biologico.

Ragnetto rosso e fagiolini

Riconoscibile per le ragnatele situate sotto le foglie, che un occhio attento può scorgere anche da sopra. La sua attività avviene principalmente nelle stagioni caldi e può risultare molto dannoso soprattutto perché è difficile da vedere.

In natura esistono acari predatori che si cibano dei ragnetti rossi e che puoi liberare nella tua coltivazione. In alternativa esistono prodotti che svolgono funzione insetticida basandosi su un fungo.

Attenzione a non usare insetticidi chimici che distruggono la biodiversità della vostra coltivazione.

Fagiolini: malattie e parassiti. I tripidi.

Li potete trovare da maggio in poi, ma è alla fine dell’estate che questi insetti danno il peggio di loro. Le femmine depongono le uova nei baccelli appena si formano.

Sono distinguibili per delle punteggiature o deformazioni del baccello stesso.
Anche in questo caso non c’è nulla da temere: è sufficiente utilizzare un prodotto a base di piretro naturale.

Pensi che le informazioni presenti in questo articolo siano incomplete o inesatte? Inviaci una segnalazione per aiutarci a migliorare!

SEGNALA ARTICOLO


Fagiolini: malattie e parassiti. Come riconoscere le minacce. ultima modifica: 2022-02-02T17:53:54+00:00 da Giulia Corrias

Articoli correlati