Perché il biologico in Italia è così importante? Analizziamo tutti i dati

Perché il biologico in Italia è così importante? Perché è così di tendenza?

Vi siete mai chiesti perché nel nostro Paese il biologico attualmente sta prendendo così tanto piede ed importanza? In questo articolo cercheremo di fare chiarezza scoprendo il motivo e facendo un dettagliato paragone con tutti gli altri stati europei.

A dichiarare questa tendenza sono i dati  Eurostat. Il nostro bel Paese di fatto è sul podio tra tutte le nazioni europee per il maggior numero di superficie convertita e che dovrà essere convertita in biologico. Ovviamente facendo il consueto paragone a livello di superficie e paragone con gli altri stati dell’Unione Europea.

Perché il biologico in Italia è così importante

Facendo un percorso a ritroso nel tempo tempo e guardando i dati del 2016, si evidenzia che la superficie totale dedicata alle coltivazioni bio era corrispondente a circa 1 milione e 880 mila ettari. 

Due anni fa quindi, il nostro paese si trovava al secondo posto, con davanti solo la Spagna che riteneva il primato, con circa 2 milioni di ettari di coltivazioni del tutto biologiche.

Andando ancora indietro nel tempo, e prendendo in considerazione il 2012, l’Italia ha evidenziato una crescita di superfici coltivate in biologico corrispondente a un +53%, battendo anche i francesi che hanno evidenziato un +49%.

Ha quindi scavalcato tutti gli altri paesi europei in quanto a crescita di superfici coltivate in biologico. Un risultato non del tutto indifferente.

Se quindi nella classifica dei paesi con più superfici bio troviamo l’Italia, la Spagna, la Francia, chi troviamo invece negli ultimi posti di questa classifica con tendenza bio? 

A non sposare il trend del biologico sono sicuramente i paesi del Nord e dell’Est Europa. Tra questi possiamo considerare”anti bio”: la Grecia, la Polonia, la Romania e anche l’Inghilterra. 

Paragonando gli ultimi 5 anni posti sotto esame, se l’Italia ha visto una crescita di superfici maggiore del 50%, questi hanno ridotto notevolmente i terreni coltivati con i metodi biologici.

Facendo un altro importante confronto si scoprono dettagli rilevanti. Di fatto, paragonando la superficie totale della nazione in rapporto con quelle coltivate bio, si scopre che al primo posto di questa classifica risiede l’Austria, con il 21% mentre al secondo e il terzo posto sono occupate rispettivamente da Svezia ed Estonia. 

E il nostro paese in questa classifica come si posiziona? 

L’italia si classifica al quinto posto, un altro dato che ci fa capire perché il biologico in Italia è importante. La percentuale in questione è corrispondente al 14%. In questo batte di misura le dirette avversarie e concorrenti europee, tra cui Spagna e Francia.

Perché il biologico in Italia è così importante?

E a livello di export?

È risaputo che il nostro paese è uno tra i maggiori esortatori di prodotti bio all’estero e di fatto i dati lo confermano. Il bio italiano esportato nei paesi esterni è corrispondente a un fatturato di 2 miliardi di euro.

E paragonando gli stessi dati attuali a quelli del 2016, si vede la percentuale crescere del 3,5%. Il mercato bio dell’export italiano è quindi in piena crescita. 

Ma ci eravamo lasciati con una domanda importante a cui non abbiamo ancora dato una risposta: perché il biologico in Italia è così importante? 

Secondo uno studio Istat effettuato all’interno delle famiglie italiane, evidenzia di fatto che queste cercano i prodotti biologici essenzialmente e principalmente per due motivi: la qualità che caratterizza i prodotti in questione e la sicurezza alimentare che caratterizza da sempre le colture bio. 

Il biologico è quindi già entrato a capofitto nelle famiglie italiane. È dimostrato che una famiglia su quattro a tavola impiega alimenti di origine e provenienza da agricoltura biologica. 

Occhio però a distinguere il vero bio, molto spesso truffatori e disonesti spacciano prodotti falsi bio per biologici. Come il caso che vi abbiamo raccontato: Falso “bio”:maxi sequestro in tutta Italia,15 tonnellate di prodotti ritirati

Perché il biologico in Italia è così importante? Analizziamo tutti i dati ultima modifica: 2018-06-17T10:51:28+00:00 da Nicole

Articoli correlati