Insetti pronubi: la guida definitiva

Insetti pronubi

Cosa sono gli insetti pronubi? Si tratta degli insetti impollinatori tanto utili non solo per il tuo giardino, ma anche per tutto il nostro ecosistema.

Tra gli insetti pronubi più conosciuti ci sono sicuramente le api, ma sono molto importanti anche i bombi, le vespe, i coleotteri e le mosche.

Non solo insetti importantissimi, ma purtroppo anche in pericolo: l’inquinamento, la distruzione del loro habitat e l’uso sconsiderato di pesticidi sono tra le cause della costante diminuzione della popolazione di questi insetti e del loro essere a rischio estinzione.

In questo articolo ti spiegheremo con esattezza quali sono gli insetti pronubi e come puoi dare loro un aiuto concreto.

Iniziamo!

Insetti pronubi e inquinamento

Come abbiamo anticipato, la più grande minaccia che riguarda la salute degli insetti pronubi è l’inquinamento, che influisce sul loro olfatto. Ti basti pensare che un insetto impollinatore era in grado di sentire il profumo dei fiori distanti anche un chilometro, ma ora questa capacità si è drammaticamente ridotta. Infatti, solo i fiori presenti in un raggio di 300m riescono ad attirare gli insetti pronubi e soprattutto le api, riducendo così la loro capacità d’azione.

Insetti pronubi

Insetti pronubi: la grande minaccia alla loro esistenza è l’inquinamento

In secondo luogo, subentrano i prodotti nocivi presenti nel nostro giardino o sulle nostre piante. Le api, infatti, riescono a raccogliere e trasportare il nettare in un territorio ampio circa 3km, entrando così in contatto con una larga serie di agenti inquinanti.

Il nettare prelevato dalle piante trattate, infatti, contribuisce a minare la saluta degli insetti pronubi con cui entra in contatto.

Tra questi insetti, inoltre, ce ne sono alcuni che sono particolarmente sensibili e importanti per noi e per il nostro ecosistema: le api.

Insetti pronubi: cosa puoi fare per loro

Avere un bel giardino, un bel frutteto o un bell’orto domestico è sicuramente un ottimo modo per aiutare la natura e il nostro ecosistema a riprendere fiato in questo momento di difficoltà.

Ma potrebbe non essere abbastanza: gli insetti pronubi, i nostri amici impollinatori, hanno bisogno di un aiuto concreto da parte tua.

Puoi fare molto per loro compiendo dei piccolissimi gesti:

  • predisponi una bacinella con i bordi bassi piena d’acqua, in modo da fornire loro da bere
  • evita di usare fertilizzanti, pesticidi e fungicidi
  • favorisci la loro nidificazione con la posa di nidi artificiali
  • sistema delle piante ricche di nettare sul tuo giardino o, in alternativa, sul davanzale

In linea generale, stai sempre molto attento agli sprechi e all’inquinamento, anche nel tuo piccolo. Anche i piccoli gesti possono fare la differenza e tutto può contribuire ad aiutare gli insetti pronubi e il pianeta.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono questi insetti e le loro caratteristiche.

Insetti pronubi: quali sono?

Gli insetti pronubi, ovvero gli insetti che si occupano dell’impollinazione, hanno tre caratteristiche riscontrabili in tutti loro al di là delle rispettive specializzazioni: la forma allungata facilita il loro ingresso all’interno del fiore, le setole che rivestono il corpo contribuiscono al trasporto del nettare, mentre il loro apparato boccale succhiante serve a prelevare il polline.

Esistono due gruppi di insetti pronubi:

  • il gruppo dei selvatici, come le vespe
  • il gruppo degli addomesticati dall’uomo, come naturalmente le api

A visitare i tuoi fiori sono alcuni ordini di insetti:

  • gli imenotteri, come le api e i bombi e di cui abbiamo parlato in questo articolo
  • i coleotteri
  • i ditteri, come le mosche
  • i lepidotteri, come le farfalle

Vediamoli nel dettaglio.

Imenotteri

All’interno dell’ordine degli imenotteri, troviamo le api, i bombi e le vespe. Questi insetti sono fondamentali per portare avanti le coltivazioni di molte specie di alberi da frutto, come per esempio il pesco.

Vediamo come puoi distinguere questi tre imenotteri principali:

  • le api possiedono delle zampe conformate appositamente per la raccolta del polline e, inoltre, hanno sviluppato un altissimo livello di socialità (vuoi sapere come diventare apicoltore? Leggi qui)
  • i bombi sono più grandi e più pelosi rispetto alle api; sono inoltre più grandi anche le bande che caratterizzano la loro livrea gialla e nera
  • le vespe non si nutrono esclusivamente di polline, bensì aggiungono anche delle piccole prede alla loro dieta (abbiamo parlato delle vespe e dei loro segreti in questa guida)

Coleotteri

I coleotteri sono stati i primi insetti impollinatori, ma oggi non sono molto presenti sui fiori.

Le loro caratteristiche sono le seguenti:

  • occhi composti
  • apparato boccale respiratore
  • esoscheletro duro
  • dure ali anteriori a protezione di quelle posteriori
Insetti pronubi

Le varietà di insetti insetti pronubi sono tante e tutte essenziali per il nostro ecosistema

Ditteri

Le specie di ditteri presenti sui fiori sono conosciute come sirfidi.

A causa della loro somiglianza con api e vespe, ecco come puoi distinguerli:

  • hanno un apparato boccale succhiante
  • sono dotati di un unico paio di ali
  • sono predatori degli afidi

Lepidotteri

All’ordine dei lepidotteri appartengono:

  • le farfalle diurne, che presentano ali dai colori diversi e accesi
  • le farfalle notturne, conosciute anche con il nome di falene, che presentano dei colori più scuri

I lepidotteri hanno inoltre delle caratteristiche comuni:

  • occhi composti
  • due paia di ali membranose
  • zampe appendici del torace
  • apparato boccale succhiante

Questo apparato boccale succhiante dei lepidotteri è conosciuto con il nome di spiritromba, che altro non è che una specie di proboscide che può arrivare anche ai 10cm di lunghezza.

Insetti pronubi: perché sono così importanti?

A farci capire perché questi insetti siano così importanti può bastare spiegare il loro nome: pronubi, infatti, significa “che favoriscono le nozze”.

I fiori attirano questi insetti usando varie tecniche:

  • colori sgargianti
  • odori intensi e particolari
  • fogliame protettivo
  • fiori dalla forma ad hoc per facilitare l’ingresso dell’insetto

Il nettare che viene prelevato è una sostanza zuccherina essenziale alla dieta di questi insetti, e viene ricavato in quantità decisamente modeste. In questo modo, gli insetti dovranno spostarsi tra moltissimi fiori per riuscire ad avere un senso di sazietà, visitando numerose piante e ampliando il proprio raggio d’azione.

Grazie alla fecondazione, che avviene solo grazie al lavoro degli insetti pronubi, il tuo giardino o il tuo davanzale possono prosperare e continuare a crescere.

 

Ora che sai perché gli insetti pronubi sono così importanti per il nostro ecosistema, non ti resta che aiutarli a vivere in un ambiente il più protetto possibile.

Buon divertimento!

Pensi che le informazioni presenti in questo articolo siano incomplete o inesatte? Inviaci una segnalazione per aiutarci a migliorare!

SEGNALA ARTICOLO


Insetti pronubi: la guida definitiva ultima modifica: 2020-02-03T17:30:46+00:00 da Giulia Corrias

Articoli correlati