Come fare una tisana in casa: dosi, tempi di infusione, come conservarla

come fare un tisana in casa

Bere una tisana calda a casa durante la stagione invernale è una coccola fantastica che facciamo a noi stessi.
Cosa c’è di meglio di prendersi un momento tutto per noi, mettersi al calduccio sul divano e sorseggiare una bevanda profumata e aromatica che ci riscalda e ci fa stare bene?
Per praticità compriamo le tisane nelle bustine monodose del supermercato ma se non scegliamo quelle certificate BIO stiamo acquistando dei prodotti di scarsa qualità, preparati con scarti di coltivazione.

Seguite attentamente i nostri suggerimenti riguardanti le dosi, i tempi di infusione ed il metodo di conservazione corretti e sarete subito pronti per preparare 5 tisane buone, sane e ricche di benefici!

come fare una tisana in casa

Le dosi consigliate

Per fare una tisana bisogna usare acqua oligominerale poco dura, dal basso residuo fisso.
Se a casa non avete una tisaniera, che ha all’interno un comparto apposito per mettervi le erbe, potete utilizzare una classica teiera o un altro recipiente dove verserete l’acqua bollente, basta che siano in ceramica o di vetro. Non utilizzate recipienti metallici.
Se state preparando una tisana di erbe fresche potete utilizzare 50 gr di erbe per  500-600 ml di acqua, se invece state utilizzando delle erbe secche ne basteranno un cucchiaino da tè ogni 250 ml di acqua (il contenuto di una tazza).

I tempi di infusione

Per preparare la tisana fate bollire l’acqua in un pentolino e versatela sulle erbe contenute nel vostro recipiente coprendolo col coperchio o con  un piattino per evitare che si disperdano gli oli e lasciate riposare.
In caso di erbe fresche bastano 3 minuti di infusione, per le erbe secche potete lasciare riposare dai 5 ai 10 minuti, le radici, come lo zenzero, fino ad massimo di 15 minuti.
Per non rendere le tisane troppo cariche ricordate che quelle con erbe fresche avranno un coloro giallo/verde chiaro, quelle a base di erbe secche e radici un colore più scuro e intenso.
Filtrate tutto con un colino a maglie fitte, mescolate e bevete.
Se desiderate smorzare il sapore spesso amarognolo delle tisane potete dolcificarle con del miele o aromatizzarle aggiungendo all’infusione la radice di liquirizia o i semi di anice.

come fare una tisana in casa

Come conservare una tisana fatta in casa

Una tisana di tipo curativo fatta in casa andrebbe consumata entro 12 ore perchè non perda i suoi effetti benefici.
Conviene prepararla la mattina considerando la quantità che si pensa di consumare entro il giorno, conservarla in un thermos, affinché la chiusura ermetica ne mantenga il calore, e sorseggiarla a piccoli sorsi durante la giornata.
Gli infusi di qualsiasi tipo si possono far raffreddare e conservare in frigorifero in un contenitore coperto, come una bottiglia con tappo meccanico, per un massimo di 2 giorni.

5 tisane da fare in casa con le piante da giardino

Le tisane hanno tantissime proprietà benefiche ed in pratica ne esistono un’infinità adatte a facilitare la guarigione dai disturbi di salute più comuni.
Ecco 5 tisane che potete preparare con le le piante da giardino che potrebbero fare per voi:

  • Basilico
    Sia fresco che essiccato col basilico potete preparare un’ottima tisana digestiva consigliata anche a chi soffre di gastrite e colite. Oltre ad aiutare a depurarsi il basilico aiuta a contrastare l’emicrania e l’alitosi.
  • Menta
    Se desiderate una tisana da bere fredda con un’azione antisettica e antivirale che vi rinfreschi e dia benefici all’apparato digerente, una tisana alla menta è quella ideale per voi.
    Per prepararla potete utilizzare sia le foglie fresche che essiccate basta stare attenti ad utilizzare le dosi corrette.
  • Rosa
    Dopo aver raccolto i petali al mattino basterà asciugarli e metterli in infusione nell’acqua bollente per 5-7 minuti e avrete una profumatissima tisana con proprietà antinfiammatorie che aiuta nella cura di asma e problematiche respiratorie e, in generale, a contrastare i malanni dell’inverno perchè aumenta le difese immunitarie agendo sia sul sistema immunitario che su quello nervoso.
  • Calendula
    La tisana alla calendula aiuta a proteggere la gola da gengiviti, stomatiti, afte o faringite grazie alle proprietà antinfiammatori e antibatteriche della pianta ma è consigliata soprattutto alle donne perchè la calendula favorisce la regolarizzazione del ciclo mestruale e attenua i tipici disturbi associati.
  • Lavanda
    Un perfetto infuso rilassante da bere prima di andare a dormire è quello dal profumo inconfondibile ed intenso dalla lavanda che scioglie le tensioni nervose della giornata.
    Questa tisana è efficace anche contro il mal di testa e, anche in questo caso, potete prepararla utilizzando sia le foglie fresche che quelle essiccate.

come fare un tisana in casaFare una tisana in casa con erbe, semi, radici, foglie e fiori raccolti nel vostro orto o giardino è semplice!
Saranno tisane efficaci, di alta qualità ma soprattutto genuine!
Buona tisana!

Laura Cannarella

Come fare una tisana in casa: dosi, tempi di infusione, come conservarla ultima modifica: 2017-11-26T15:13:26+00:00 da Laura Cannarella

Articoli correlati