Razze di conigli: le più produttive

Razze di conigli

Oggi vi parlerò delle Razze di conigli più diffuse in Italia (come abbiamo fatto in altri articoli precedenti con le razze ovine e di galline ovaiole), per spiegarvi quali sono le loro caratteristiche e  per capire insieme quale siano le razze di conigli che più si adattano alle vostre esigenze.

Razze di conigli

 

Del Dott. Salvatore Lombardo

Il  coniglio domestico,  così come oggi lo conosciamo, deriva dal coniglio selvatico (Oryctolagus),nome della cui specie “cuniculus” descrive la capacità della stessa di scavare gallerie sotto terra.

Situazione in Italia

In Italia, secondo la classificazione dello standard italiano delle Razze di conigli, gestita dall’ ANCI,  sono state riconosciute 41 razze e sono state classificate in quattro categorie secondo la loro mole e la loro attitudine produttiva; esse sono:

  • Razze pesanti;
  • Razze medie;
  • Razze leggere;
  • Razze con strutture di pelo speciale (utilizzate per la produzione di lana).

Le razze pesanti

Sono caratterizzate da un elevata capacità di accrescimento infatti  riescono a raggiungere pesi di 5-8 kg. Sono razze che raggiungono la maturità sessuale tardivamente ed hanno una bassa fecondità, difetto che si può correggere con l’utilizzo dell’incrocio per l’ottenimento di ibridi commerciali.

Di questa categoria, le Razze di conigli pesanti più diffuse sono:

  • Ariete: Originariamente Francese, dov’è comunemente chiamata Belier , è contraddistinta da un enorme sviluppo delle orecchie che si presentano molto allungate, larghe e pendenti ai lati. Numerose sono le colorazioni del mantello che possono andare dal monocromo (grigio, nero, fulvo, bianco) e dicromo (con pezzature).
  • La Gigante: si presenta con pelliccia folta, soffice e brillante e di colore grigio selvatico, grigio lepre, grigio scuro, grigio ferro, grigio acciaio, nero, blu lepre e fulvo.
  • La Gigante bianca: si presenta con il capo massiccio e marcato, la pelliccia folta, soffice e brillante di colore bianco, gli occhi generalmente sono di colore rosso.
  • La Gigante pezzata: si distingue dalle precedenti in quanto gli individui al suo interno possiedono un manto di colore bianco con presenza di macchie nere sui fianchi (da 6 a 8), sulle guance e lungo la schiena.

Razze di conigli

 Le razze medie

Sono le Razze di conigli maggiormente diffuse nella coniglicoltura moderna, perché rispetto alle razze giganti si contraddistinguono per le alte capacità produttive e l’elevata fecondità. Le razze più diffuse sono:

  • Bianca di Nuova Zelanda: esistono esemplari con diverse colorazioni dal nero al rosso ma i più diffusi sono di colore bianco in quanto presentano capacità di accrescimento più elevata, possono infatti raggiungere i 2,5-2,8 kg in meno di tre mesi. Presentano inoltre un’ elevata fecondità accompagnata da ottime doti materne. Questa razza si adatta molto bene ai sistemi di allevamento intensivi e viene allevata sia in purezza che come incrocio industriale a cui si adatta molto bene sia con  linea maschile che femminile.
  • Californiana: razza ottenuta negli Stati Uniti per incrocio e successivo meticciamento mantenendo la linea femminile in purezza. Il mantello si presenta di colore bianco con macchie grigio nerastre e gli occhi di colore rosso-albino. Presenta il tipico aspetto di un individuo da carne, il peso finale va da i 4 ai 4,5 kg con un ottima resa alla macellazione (62-64%) ma presenta una scarsa prolificità infatti i maschi vengono molto utilizzati per l’incrocio con altre femmine di altre razze.
  • Fulva di Borgogna: è una razza rustica e prolifica, si presenta con un mantello di colore rosso-giallastro, con una muscolatura abbastanza sviluppata e può raggiungere un peso alla macellazione di 2,4-2,6kg. Da questi capi si ottiene una carne di ottima qualità con una resa alla macellazione che va da 60 al 62% .

Le Razze leggere

A questa categoria  appartengono Razze di conigli che sono poco redditizie dal  punto di vista produttivo. Vengono definite Razze da affezione e sono diffuse soprattutto in allevamenti di tipo amatoriale.

Le Razze con strutture di pelo speciale

Razze di conigli

Sono quelle Razze di conigli utilizzate per la produzione di lana delle quali quella più diffusa è l’Angora:

  • Angora razza creatasi da mutazioni genetiche presenta soggetti con lana morbida e ben distribuita su tutto il corpo che può raggiungere lunghezze di 8 cm. Le femmine producono lana di migliore qualità rispetto ai maschi. Una femmina di 14 mesi riesce a produrre fino a 259 gr. di lana a tosatura , che viene effettuata ogni 90-100 giorni. Un individuo può raggiungere i 7-8 anni di vita, ma la qualità della lana peggiora con l’avanzare dell’età.
Razze di conigli: le più produttive ultima modifica: 2018-02-11T11:00:51+00:00 da Salvatore Lombardo

Articoli correlati