L’acquisizione tra Bayer e Monsanto si è conclusa.

L’acquisizione tra Bayer e Monsanto è fatta! Vi ricordate che nei mesi precedenti vi avevamo raccontato tutti i passaggi della trattativa tra questi due colossi mondiali?

Il giorno definito è arrivato. La trattativa tra le due multinazionali si è conclusa oggi.

Dopo circa due anni di trattative intense, permessi e rinvii la comunicazione ufficiale è arrivata.

A darla è stata proprio la Bayer, grazie ad un comunicato stampa lanciato sul proprio sito.

Per il sì definito mancava l’ok da parte delle autorità antitrust prima in Europa e poi di conseguenza negli USA. ( Vi ricordate ve ne abbiamo parlato qui).

Di fatto a partire da oggi la multinazionale tedesca Bayer acquisisce il controllo totale della multinazionale americana Monsanto. Voi tutti saprete che la Monsanto è il primo produttore di pesticidi.

Il gruppo azionista tedesco della Bayer diventa quindi, azionista unico delle due imprese. Un inglobamento da parte della tedesca che vale in totale 63 miliardi di dollari. 

Il dato curioso è che nella storia non si è mai verificato che un’azienda tedesca riuscisse a  portare a conclusione un’acquisizione estera così importante e colossale. Una vera tappa e conquista fondamentale per tutto il territorio tedesco.

acquisizione tra Bayer e Monsanto

Cosa diventerà ora la Bayer?

Grazie a questa acquisizione, la società tedesca crea un realtà attuale e incredibile composta da 115mila dipendenti con un fatturato annuo pari a 45 miliardi di euro.

Tra questi, quasi 20 miliardi sono presenti nel mercato di business legato strettamente al mondo dei prodotti agrochimici.

Ma ciò che è da sottolineare è che la Bayer grazie a questa acquisizione diventa uno dei tre gruppi più grandi al mondo nell’ambito delle sementi e dei fertilizzanti impiegati in agricoltura.

Un’acquisizione che ha portato la Bayer all’esborso di una cifra davvero notevole. Da aggiungere quindi, oltre alla cifra corrisposta per l’acquisizione della Monsanto, l’azienda tedesca ha dovuto cedere ai concorrenti di Basf una parte consistente delle proprie attività legate al mondo dell’agrochimica. Questo è accaduto per davvero così soddisfare le innumerevoli richieste di autorità concorrenziali.

Le attività che sono così state venute hanno prodotto un fatturato di 2,2 miliardi di euro e queste hanno così permesso alla Bayer di incassare alla fine un totale di 7,6 miliardi di euro.

acquisizione tra Bayer e Monsanto

Qual’è la conseguenza di questa acquisizione tra Bayer e Monsanto ?

Questa acquisizione crea inoltre un’altra conseguenza che è opportuno analizzare.

Il settore agrochimico attualmente sta prendendo una tendenza allarmante. Di fatto, questo comporta che il mondo dell’agrochimico legato all’agricoltura è nelle mani di poche multinazionali. Queste prenderanno sempre di più il controllo dell’agricoltura e di conseguenza di ciò che metteremo sulle nostre tavole.

Analizzando di fatto i dati, si evince che più del 63% sul totale del mercato delle sementi e il 75% di quello degli agrofarmaci è concentrato nel potere di sole tre multinazionali. 

Questo ovviamente apporta uno squilibrio notevole nei confronti dei diretti interessati, ovvero gli agricoltori.

L’elevata concentrazione di potere nelle mani di pochi, mette a rischio la libertà e la possibilità di scegliere dei consumatori. Oltre a questo c’è preoccupazione per gli standard di qualità e di sicurezza a livello alimentare. 

Vi avevamo promesso che vi avremo svelato tutti gli aggiornamenti e con oggi l’acquisizione tra Bayer e Monsanto è decisamente conclusa!

L’acquisizione tra Bayer e Monsanto si è conclusa. ultima modifica: 2018-06-08T12:44:31+00:00 da Nicole

Articoli correlati