Vino blu? Esiste e arriva dalla Spagna

il-vino-blu

Non bianco, rosso o rosato, ma blu. Ecco il vino blu. È questo il nuovo colore del vino prodotto dall’azienda spagnola Gik, in collaborazione con l’Università dei Paesi Baschi e il team di ricerca alimentare Azti Tecnecalia.

Sicuramente la prima cosa che balza all’occhio è appunto il colore, che sarebbe ottenuto delle antocianine contenute nella buccia dell’uva, ma un bel contributo è dato anche dal colorante azzurrino aggiunto a questa bevanda.vino blu

Oltre appunto alle antocianine e al colorante, Gik è ottenuto con un mix non meglio specificato di uve bianche e rosse, tra cui varietà come Airén, Syrah e Garnacha.

Ovviamente la ricetta in dettaglio è top secret, ma nel loro sito, dove il prodotto è già in commercio e quindi acquistabile, il team di Gik dice di aver scelto il blu perché rappresenta il colore “della fluidità e del cambiamento”, così come del movimento, dell‘innovazione e dell’infinito.

Non hanno tutti i torti, il blu è già conosciuto molto bene nei romanzi e nei film di fantascienza, come l’ormai noto latte blu (latte di Bantha) consumato sul pianeta di Tatooine, nella celebre saga di Guerre stellari.

Il vino blu

Non è stato un lavoro semplice e immediato, lo stesso team ha dichiarato che per ideare questa nuova bevanda sono stati necessari due anni di ricerca in stretta collaborazione e sinergia con molti istituti tecnologici legati principalmente al settore dell’alimentazione.

Vi chiederete che gusto abbia questo vino dall’insolito colore, gli ideatori stessi lo definiscono come un vino fresco e dolce al palato con l’11,5% di volume.

Prima del gusto però, sembrerebbe che l’azienda si sia concentrata principalmente sul colore insolito e innovativo, loro stessi affermano: “Bere Gik non è soltanto bere un vino blu: è sorseggiare innovazione, creatività, infrangere le regole e reinventare le tradizioni”.

L’azienda inoltre aggiunge: “Noi non siamo vignaioli,  siamo creatori. Abbiamo cercato il più vecchio, polveroso e mentalmente chiuso dei settori fuori di qui. Dopo aver scelto l’industria del vino come campo di battaglia, abbiamo creato un prodotto radicalmente diverso”.

Al giorno d’oggi, con i tempi che corrono, la parola innovazione sembrerebbe proprio la parola chiave. E’ questo che caratterizza il vino blu.

Quindi non ci resta che provare a sorseggiare questo nuovo vinello, magari accompagnato a uno dei cibi altrettanto innovativi e di moda dei nostri tempi, come il sushi.

Vino blu? Esiste e arriva dalla Spagna ultima modifica: 2017-06-28T09:48:42+00:00 da Noisiamoagricoltura

Articoli correlati