Il ciclamino. Come prendersi cura del fiore invernale per eccellenza

Designato anche come il fiore dell’invero, oggi il protagonista di questo articolo è il ciclamino.

Il ciclamino (Cyclamen L. 1753) è un genere di pianta appartenente alla famiglia delle Primulaceae. Ne esistono di tantissimi colori ma tutte le varietà si aggirano attorno al colore rosa, porpora, rosso e bianco.

Il nome di questo fiore deriva dalla parola greca “kyklos” che significa letteralmente “cerchio”, sicuramente a riferimento  della forma tondeggiante delle proprie radici.

La varietà più famosa e che prendiamo in analisi è il Cyclamen persicum, ovvero il ciclamino di Persia. Di fatto questo fiore ha origini sulle sponde del Mar Mediterraneo orientale e dell’Asia Minore.

La caratteristica positiva del ciclamino è il suo adattamento al clima. Sopporta abbastanza bene tutte le temperature, a parte quelle troppo fredde delle zone del nord e il caldo umido. Il clima mite è prediletto da questa colorata pianta.

Quando seminare il ciclamino

Il ciclamino si può coltivare sia in vaso che in giardino. Il vantaggio ovviamente di coltivarlo in casa è quella di poterlo proteggerlo in caso di brusche diminuzioni della temperatura. Resiste si al freddo, ma bisogna fare attenzione al freddo eccessivo che ovviamente potrebbe mettere a rischio la vita della pianta.

Il periodo adatto per concimare il ciclamino è tra Luglio e Settembre e quindi durante i mesi estivi. Per i primi momenti la pianta dovrà riposare nell’apposita cassetta di legno impiegata per la messa a dimora della pianta. Questa potrà essere spostata solamente in seguito, quando compariranno almeno 2 foglie.

Posizione del ciclamino

Il ciclamino è una pianta che non ama il sole diretto, di fatto predilige le zone in penombra e ombreggianti. Non ama il forte vento e le folate di aria calda, questo bisogno tenerlo a mente nel caso il nostro ciclamino viva in zone domestiche.

Quindi è opportuno non posizionarlo nelle vicinanze di camini, stufe e fonti di calore dirette. La temperatura prediletta del ciclamino si aggira tra i 9 e i 18 gradi.

Bisogna prestare attenzione in estate, cercando di posizionare il ciclamino nella zona più fresca della casa e come detto lontano dai raggi diretti del sole, che d’estate possono essere fatali.

È ormai scontato precisare ancora una volta che il ciclamino preferisce decisamente le temperature più fresche rispetto a quelle calde e umide.

L’innaffiatura del ciclamino

Questa pianta non ha particolare bisogno di apporto idrico. In inverno conviene controllare quando il terreno è secco e in caso bagnarlo leggermente rendendolo umido. In estate ha bisogno di ancora meno acqua, di fatto è una pianta che nel periodo estivo è ha riposo vegetativo e quindi non necessita di apporto idrico.

È fondamentale non bagnare il ciclamino direttamente dalla terra ma è opportuno provvedere a versare l’acqua necessaria nel sottovaso. In questo caso sarà la pianta che assorbirà ciò che le serve. È importante quindi poco dopo tempo eliminare l’acqua in eccesso, perché questo potrebbe provocare danni tra cui la macerazione delle radici.

Manutenzione del ciclamino

Come accennato, i fiori riposano durante i mesi estivi, mentre durante i mesi invernali si assiste alla fioritura del ciclamino, che può verificarsi per diversi anni.

Nei mesi successivi alla fioritura, il ciclamino necessita di piccole opere di manutenzione, tra cui appunto la potatura. Si parla di potatura ma in realtà è necessario togliere dalla pianta le foglie secce con molta delicatezza e accuratezza, in modo da lasciare spazio alle future foglie che nasceranno.

I ciclamini soffrono in particolare del mal bianco, quella malattia delle piante che si manifesta con la comparsa di macchie bianche sulle foglie. Se vi siete persi come combattere questa malattia, potete trovarla qui.

I ciclamini sono tra quei pochi fiori che possiamo ammirare anche d’inverno è quindi buona cosa preservalo al meglio per colorare i nostri balconi o le nostre case durante le grigie giornate invernali.

Lo sapevate inoltre che il ciclamino è un fiore che designa buon auspicio? Potete regalare un ciclamino in qualsiasi occasione gioiosa e celebrativa, la persona che lo riceverà ne sarà sicuramente grata.

Il ciclamino. Come prendersi cura del fiore invernale per eccellenza ultima modifica: 2018-01-19T10:59:15+00:00 da Nicole

Articoli correlati