Il Giardino dei Veleni di Alnwick è l’orto botanico più pericoloso al mondo

poison garden il cancello d'ingresso del giardino dei veleni di alnwick

A prima vista potrebbe sembrare un tipico giardino di campagna inglese con rigogliose alberi e piante da ammirare passeggiando attraverso eleganti sentieri di ghiaia ma non è affatto così perché ci troviamo al Poison Garden di Alnwick, il famoso giardino dei veleni della Duchessa di Northumberland.
Sul cancello d’ingresso in ferro battuto ci sono degli inquietanti cartelli che avvertono immediatamente i visitatori che stanno per entrare in un luogo molto pericoloso e che devono stare attenti perché queste piante possono uccidere”.
poison garden il cancello d'ingresso del giardino dei veleni di alnwick

La storia del Poison Garden di Alnwick

Chi ha inventato questo giardino pieno zeppo di piante pericolose, tossiche o velenose per l’essere umano?
Nel 1995 Jane Percy, a seguito della morte improvvisa del fratello di suo marito, divenne la Duchessa di Northumberland, una contea dell’Inghilterra al confine con la Scozia.
Con il titolo arrivò anche il Castello di Alnwick, la tradizionale sede del Duca di Northumberland, famoso in tutto il mondo perché è il luogo dove sono state girate le riprese degli interni e degli esterni dell’immaginario Castello di Hogwarts nei primi due film della saga di Harry Potter.
Dopo che la famiglia si stabilì nel castello il marito di Percy le disse di occuparsi della ristrutturazione degli antichi giardini ai piedi della loro nobile dimora che risalivano al 1750 e che da generazioni erano in stato di abbandono.
La Duchessa di Northumberland, esclusa l’idea di farlo tornare all’originario antico splendore, desiderava che il giardino ispirasse ammirazione e fascino ai futuri visitatori ed aveva in un primo momento ipotizzato di creare un’oasi verde colma di un gran numero di erbe curative così come la maggior parte dei giardini ancora oggi esistenti in molte città dell’Inghilterra aperti per insegnare ai visitatori la storia della medicina.
A seguito di un viaggio in Italia però la Duchessa cambiò idea e, ispirata dal leggendario giardino dei veleni di Padova della famiglia Medici, decise che avrebbe costruito un’attrazione per i visitatori davvero unica al mondo ovvero un giardino pieno di flora che poteva uccidere: il Poison Garden.

poison garden tunnel giardino dei veleni alnwickPerché progettare un altro giardino che mostrasse il potere curativo delle piante quando non ne esisteva neanche uno che mostrasse la straordinaria capacità della flora di uccidere?
La scelta originalissima della Duchezza ha avuto un sacco di successo ed il Poison Garden di Alnwick, capace di attirare circa 800000 turisti all’anno, è diventata l’attrazione turistica più terrificante dell’Inghilterra settentrionale.

Più di cento piante velenose in un unico giardino

Il Poison Garden di Alnwick ha aperto i suoi cancelli ai curiosi di tutto il mondo nel 2004 e da allora è possibile vedere da vicino (ma non troppo) più di 100 diverse specie di piante mortali e scoprire come ognuna di esse può uccidere, come muore la vittima e cosa prova prima di morire.
Tutti i visitatori di Alnwick possono guardare ma non toccare le piante, non hanno il permesso di starne troppo vicini, non possono né odorarle né assaggiarle e per evitare spiacevoli disavventure, possono entrare solo gruppi di 20 persone affinché la guida possa controllare tutti e vedere esattamente cosa stanno facendo.

Tutto ciò vi sembra esagerato?
Sappiate che nel 2014 ben 7 persone hanno perso i sensi per avere inalato i fumi tossici di alcune piante del giardino!

poison garden giardino dei veleni alnwickTra la flora mortale di Alnwick ci sono piante di digitale, esemplari della atropa belladonna, di cicuta, la pianta che uccise il filosofo Socrate, il ricinus communis, la cui ingestione di un solo seme provoca la distruzione degli organi interni di una persona, e la pianta di nux vomica da cui viene estratta la stricnina.
L’intero giardino è protetto e controllato da un servizio di sicurezza 24 ore su 24.

Lo scopo didattico del Giardino dei Veleni

Il Poison Garden ha anche una funzione didattico-educativa poiché ha l’obiettivo di insegnare ai grandi ma anche ai più piccoli gli effetti nocivi che alcune piante hanno sull’uomo.
All’interno del giardino vi è un’ala dedicata alle piante come la cannabis, la pianta di coca, il papavero da oppio ma anche funghi allucinogeni che le guide sfruttano come punto di partenza per educare al problema della droga.

poison garden giardino dei veleni alnwick pianta cannabisSecondo la Duchessa coinvolgere i bambini attraverso storie di morti raccapriccianti e molto dolorose, che è il modo in cui la maggior parte di queste piante uccide, può servire a mettere in guardia i giovani sui pericoli del consumo di droga senza che si rendano conto di ricevere una preziosa lezione.

Laura Cannarella

Iscriviti

⬇ Condividi questo articolo ⬇

Il Giardino dei Veleni di Alnwick è l’orto botanico più pericoloso al mondo ultima modifica: 2018-01-14T16:28:48+00:00 da Laura Cannarella

Articoli correlati