Come conservare le piante durante le ferie: tutti i metodi.

È arrivata la settima più attesa dell’anno, la settimana di ferragosto. Tutti vorremo partire per le vacanze assicurandoci che al nostro rientro le piante siano belle come le abbiamo lasciate. In questo articolo vi sveleremo tutti i segreti su come conservare le piante durante le ferie. 

Non sempre questo è possibile e fattibile ma in mancanza di qualcuno che ci possa assicurare un’assistenza continua è buona cosa provare con questi semplici metodi.

Come conservare le piante durante le ferie

Ovviamente questi piccoli accorgimenti ci vengono incontro quando la nostra assenza non è prolungata ma si riferisce al massimo ad una settimana.

Partiamo quindi, scoprendo come conservare le piante durante le ferie.

Ci sono degli accorgimenti basilari innanzitutto da seguire prima. Se abbiamo delle piante in casa è opportuno verificare che queste siano sempre a contatto con la luce.

Quando si va in vacanza si tende a sigillare l’abitazione impedendo così l’entrata della luce fondamentale per le nostre piante. 

Se quindi abbiamo piante che vivono all’interno è opportuno posizionale in un angolo che abbia durante le ore diurne qualche ora di luce.

Il caso contrario dobbiamo attuarlo per le piante che vivono all’esterno o in balconi e terrazzi. Lasciare di fatto le nostre piante in una posizione soleggiata ed esposta per molte ore del giorno può causare gravi danni. A parte che non stiamo parlando delle cosiddette piante che amano il caldo, ve ne abbiamo parlato in: Vi sveliamo tutte le piante che amano il sole e il caldo

In questi casi quindi è meglio cercare una posizione ombreggiata e poco esposta a venti forti. 

Dopo questi primi accorgimenti scopriamo effettivamente come conservare le piante durante le ferie.

Sopratutto per le piante che vivono in appartamento o in ambienti chiusi è ottimo lasciare a fianco di queste delle bottiglie d’acqua piene d’acqua.

Questo metodo aiuta a rendere l’ambiente più umido poiché aiuta l’acqua presente all’interno del contenitore evapora. 

Il primo vero metodo che ci viene in aiuto se ci assentiamo per diversi giorni e desideriamo continuare ad avere delle belle piante, consiste nel riempire un contenitore d’acqua più alto e grande rispetto a quello in cui è contenuta la pianta.

Da questo contenitore si fanno partire delle strisce di cotone imbevute in acqua che andranno poi a terminare all’interno del terriccio della pianta.

In base alla grandezza del vaso della nostra pianta e alla quantità che mediamente necessita di acqua, possiamo decidere di fare partire la quantità di strisce che vogliamo. 

In questo modo quando la pianta avrà bisogno di acqua riuscirà ad assorbire quest’ultima tramite le strisce di cotone.

Questo metodo è molto comodo e semplice soprattutto se ci assentiamo da casa per un week o qualche giorno. La sua realizzazione è economica, semplice e alla portata di tutti. 

Un altro semplicissimo metodo che sicuramente riusciamo a realizzare in poco tempo è quello della bottiglietta di plastica.

Procuratevi una bottiglietta di plastica da mezzo litro e sia sul tappo che sul fondo realizzate dei microfoni.

Da questi piccoli fori se posizioniamo il collo della bottiglia a testa in giù, piantato nel terreno uscirà a poco a poco una leggera quantità d’acqua. Il rilascio di questa piccola quantità d’acqua consentirà alla pianta di avere per qualche giorno il rapporto idrico necessario. 

Come conservare le piante durante le ferie

Un altro metodo utile su come conservare le piante durante le ferie è quello di realizzare il metodo inverso rispetto al primo descritto. 

L’ideale sarebbe appoggiare tutte le nostre piante su una superficie rialzata come il tavolo o il lavello. Tutti i vasi poi devono appoggiare su un telo di cotone imbevuto di acqua. Questo telo è collegato tramite un’altra striscia di cotone a una bacinella posta in una posizione sottostante e piena d’acqua.

Per capillarità l’acqua risalirà lungo la striscia e porterà un minimo, ma in molti casi fondamentale, apporto idrico ai vasi sopraelevati. 

Infine esiste un altro metodo altrettanto efficace se ci assentiamo dalla nostra abitazione per qualche giorno.

Nel sottovaso della pianta in questione spargiamo un pò di argilla espansa versando poi una giusta quantità sempre nel sottovaso. In questo modo in modo graduale la pianta assorbirà l’acqua necessaria. 

Per chi invece desidera realizzare un vero e proprio impianto con i fiocchi, vi abbiamo spiegato come come costruire un impianto di irrigazione a pioggia.

Sperando che al vostro ritorno le piante siano belle e vigorose, vi auguriamo buone vacanze estive!

Come conservare le piante durante le ferie: tutti i metodi. ultima modifica: 2018-08-10T11:34:12+00:00 da Nicole

Articoli correlati