Come conservare l’albero di Natale vero finite le feste.

Se l’epifania tutte le feste si porta via, bisogna anche pensare a riordinare casa e a mettere via tutti gli addobbi che con cura sono stati creati e posizionati. Per chi decide di fare l’albero con un abete finto non ha nessun tipo di  problema.

Si chiudono  i rami, si avvolge nel contenitore e si ripone in soffitta pronto per l’anno successivo. E per chi invece decide di fare l’albero con un abete vero? Ogni anno il quesito si ripete.  Cosa fare dell’albero di natale vero? E soprattutto, per chi decide di non buttarlo, come conservare l’albero di natale vero? In questo articolo vi  spiegheremo come conservare l’albero di Natale vero nel migliore dei modi.

 

Ovviamente  possiamo valutare l’idea di mantenere l’albero di Natale  per l’anno successivo solo  se abbiamo avuto le giuste accortezze durante il  periodo delle festività.

Come prima cosa è opportuno non posizionare l’albero nelle vicinanze di fonti di calore eccessive come possono essere i camini, le stufe e i  termosifoni. 

D’altronde stiamo parlando di abeti, alberi abituati a basse temperature. In ogni caso è buona cosa tenere l’albero esposto a fonti dirette di luce e nella zona più fresca della casa. Essendo per l’albero  una “tortura” vivere in casa per un certo periodo, è buona cosa realizzarlo all’ultimo e tenerlo addobbato giusto durante i giorni di festa, in modo da limitare il più possibile i danni.

Bisogna prestare molta attenzione anche agli addobbi, cercando di non esagerare, ma addobbando l’albero in maniera equilibrata, senza appesantirlo e lasciando così respirare i rami.

Per quanto riguarda il mantenimento, l’albero deve  avere il terriccio sempre umido. È quindi opportuno controllare giornalmente  la terra contenuta nel vaso. Ma veniamo ora al nocciolo della questione.

 

Una volta terminate le feste, come conservare l’albero di Natale?

Dopo le feste è opportuno riposizionare l’albero all’esterno. Se decidiamo di mantenere l’albero in vaso è buona cosa rinvasarlo in un vaso più grande.

Sia che decidiamo di lasciarlo in balcone oppure in giardino, è importante valutare e prestare attenzione alla posizione. L’abete di fatto, deve  essere posizionato in una zona di mezz’ombra, oppure al sole.

Attenzione in particolare ai venti, poiché se esposto a venti troppo forti gli aghi possono cadere. Se decidiamo di lasciarlo in vaso è buona cosa concimare il terriccio circa ogni 20 giorni e bisogna assicurarsi che la terra del vaso sia sempre umida e mai secca.

Il periodo ideale per decidere di rinvasare l’albero è sicuramente l’autunno. Il periodo di vita dell’abete dipende sicuramente dalla grandezza e dagli anni della pianta  stessa.

Se compriamo di fatto un albero di piccole dimensioni abbiamo più possibilità di mantenerlo in vita. In media il nostro albero di Natale dura circa 3 anni. In ogni caso, prima o poi, l’albero deve essere piantato direttamente nel terreno.

Nel  caso appunto, decidessimo di trapiantarlo direttamente nel terreno, le regole da seguire sono quasi le medesime. Ovviamente  in questo caso  l’albero non  si  adeguerà più alle dimensioni del vaso e quindi la sua crescita  sarà esponenziale. Per questo motivo, bisogna valutare bene dove piantarlo, perché in seguito occuperà molto spazio andando ad ombreggiare una vasta zona.

La manutenzione di questo  abete sarà più accurata soprattutto durante i mesi estivi, dove necessita del giusto rapporto idrico. È buona cosa far scorrere l’acqua alla base del tronco in modo che la terra assorba  l’acqua in profondità.

Quando le temperature sono alte e le estati particolarmente calde, è meglio spruzzare sulla chioma un po’ di acqua in modo da far seccare il meno possibile i rami, che altrimenti andrebbero immediatamente eliminati.

Ovviamente decidere di conservare l’albero  di Natale vero è una scelta che va fatta in base alle necessità, essendo consapevoli che in ogni caso l’albero ha bisogno di manutenzione.

E se decidessimo di buttarlo?!

Se l’ambiente non risulta idoneo, è meglio cercare una soluzione alternativa anche se questo significa uccidere la vita dell’albero. Se l’albero  è stato acquistato in un garden, spesso questi, ritirano gli abeti dopo le feste in modo da occuparsene, dando in cambio dei buoni sconto da utilizzare presso l’esercizio commerciale.

Quando questo non è possibile, è opportuno smaltire l’albero negli appositi cassonetti per il verde e le ramaglie in modo che questo venga aggiunto agli altri elementi compostibili, agendo al meglio sulla raccolta differenziata.

D’altronde i consigli su come conservare l’albero di Natale non sono tanti, ma se effettuati nel modo corretto possono consentirci di impiegare lo stesso albero per alcuni anni  e al tempo stesso di affezionarci un po’!

Come conservare l’albero di Natale vero finite le feste. ultima modifica: 2018-01-11T10:40:36+00:00 da Nicole

Articoli correlati