Uva spina: vi raccontiamo tutto su questo piccolo frutto

Se siete amanti dei piccoli frutti di bosco questo è l’articolo che fa per voi! Di fatto oggi vi parleremo dell’uva spina. Partiremo dalle sue caratteristiche, dal suo mantenimento fino ad arrivare alle avversità che può incontrare.

Pronti? 

Caratteristiche dell’uva spina

L’uva spina (Ribes uva-crispa L.) è un semplice arbusto da frutto perenne e spinoso, appartenente alla famiglia delle Grossulariaceae.

Appartiene inoltre al genere ribes, per questo motivo i piccoli frutti che questa pianta produce vengono considerati come frutti di bosco. Viene coltivata dal XVIII secolo in Inghilterra, ma ben presto si è diffusa in tutto il territorio europeo.

L’albero di uva spina può raggiungere un’altezza compresa tra mezzo metro e due metri. Bisogna prestare attenzione con questo tipo di albero, poiché nei rami sono presenti spine molto robuste che raggiungono anche l’altezza di 1 centimetro. 

Il frutto di questa pianta è una bacca sferica e si può presentare di diversi colori, passa di fatto dal giallo al verde fino ad arrivare all’arancio e al violetto. Una caratteristica peculiare di questo frutto è la sua buccia, questa è trasparente e di fatto permette di vedere i semi presenti al suo interno.

Se desiderate piantare una pianta di uva spina dovete assolutamente attenervi alle sue richieste di clima e di terreno.

L’uva spina predilige i terreni di medio impasto e ricchi di sostanza organica, inoltre devono essere sub-acidi. 

Per quanto riguarda il clima, l’uva spina predilige le posizioni semi-ombreggiate. 

In generale è una pianta che ama il freddo, di fatto la possiamo trovare in Italia sugli Appennini e sulle Alpi. Riesce a resistere ad inverni rigidi con gelate brusche.

Al contrario non sopporta molto i posti caldi e afosi. Possiamo comunque definire l’uva spina come una pianta rustica, che si adatta molto bene alle diverse caratteristiche climatiche.

uva spina

Cultivar dell’uva spina

Questa pianta ha molte cultivar che provengono dall’estero ma non hanno nessun problema a vivere nel nostro paese.

Troviamo l’uva spina Poorman che proviene dall’America e possiede frutti rossi di dimensioni medie. La White Smith che possiede frutti di colore giallo e di origine inglese.

È presente anche la Winham Industry, anch’essa proveniente dall’Inghilterra, una varietà che presenta però frutti molto più grossi di colore violaceo.

Tra le tante cultivar è presente anche la Leveller, di origine inglese, caratterizzata sempre da frutti grossi ma di colore giallo.

Mantenimento dell’uva spina

Il raccolto dell’uva spina deve essere effettuato nel periodo estivo, tra giungo e agosto. Il frutto ha una maturazione che dura complessivamente circa 3 settimane, per questo motivo si effettua più di una raccolta e quindi una serie di 2 o 3.

È importante effettuare una buona concimazione con letame, con in particolare fosforo e potassio. Non sapete come effettuare una concimazione? Ve ne abbiamo parlato qui: Concimare con letame di cavallo: le sue meravigliose proprietà.

Per quanto riguarda le annaffiature, è importante apportare alla pianta una buona quantità di acqua soprattutto nel periodo della fioritura.

Per permettere alle piante di crescere in modo regolare è consigliabile sostenerle con delle legature.

Avversità

Quasi tutte le cultivar di uva spina sono sensibili all’oidio, in particolare modo tutte le specie che presentano frutti rossi. Vi abbiamo parlato di questa malattia in questo articolo: Oidio del melo (mal bianco): cause, sintomi, lotta chimica.

 

uva spina

 

Non avete mai assaggiato l’uva spina? Questo piccolo frutto si può mangiare fresco e ha un gusto molto particolare e aromatico, quando raggiunge la maturazione massima invece risulta essere dolce. 

Questo frutto inoltre è molto conosciuto per il suo impiego in marmellate e sciroppi. È ottimo il suo utilizzo anche come azione diuretica e contro i dolori reumatici del corpo. 

Uva spina: vi raccontiamo tutto su questo piccolo frutto ultima modifica: 2018-11-10T15:07:59+00:00 da Nicole

Articoli correlati