SIMA 2019: cosa c’è di nuovo nell’agricoltura?

sima

La fiera internazionale dell’agricoltura SIMA è in pieno svolgimento in questi giorni di grande fermento per l’agricoltura mondiale.

L’annuale fiera espositiva dell’agricoltura, che si tiene a Villepinte, nei pressi di Parigi, raggiunge la 78esima edizione registrando un record assoluto di presenze, segno del crescente interesse verso l’innovazione in agricoltura non solo da parte delle aziende più grandi, ma anche delle piccole e medie imprese.

Sima 2019: gli eventi

A destare molto interesse è il SIMA Innovation Awards, un’occasione unica per le aziende che vogliono presentare i loro progetti e ottenere un riconoscimento a livello mondiale.

I premi sono stati quest’anno conferiti alle imprese che hanno presentato idee nuove, prendendo a riferimento tre obiettivi principali: lo sviluppo tecnologico in agricoltura, la qualità del lavoro dei nuovi macchinari e il rispetto della salute e della sicurezza dei lavoratori.

Oltre al SIMA Innovation Awards, durante la fiera espositiva è possibile per tutti gli agricoltori e gli allevatori partecipanti prendere parte a tantissimi eventi per incontrare e scambiare opinioni sul settore agricolo.

Molto frequentate sono le conferenze, che riuniscono gli interessati su diversi temi: agricoltura biologica, sistemi di raccolta innovativi, l’utilizzo delle app per migliorare l’allevamento di bestiame, la mobilità come possibilità di innovamento e miglioramento delle coltivazioni.

Durante i giorni della fiera è possibile inoltre visitare l’Innovation Village, un’area futuristica che mette in luce le necessità attuali del settore agricolo.

Il villaggio è suddiviso in diverse sezioni:

  • The Foresight Forum, dove si può concretamente partecipare alla creazione di un’innovazione, vedere il processo creativo di un robot o di una macchina, assistere alle dimostrazioni e dare la propria opinione.
  • Profiles of innovative Farmers. In questa sezione si possono conoscere le storie degli agricoltori che hanno utilizzato l’innovazione tecnologica o hanno messo in campo dei processi innovativi nelle loro aziende per migliorare la resa e la produttività. Sono una vera e propria fonte di ispirazione.
  • Sima Innovation Trail. E’ un percorso guidato che porta alla scoperta di tutte le novità del SIMA, passando per le aziende che hanno vinto i Sima Innovation Awards, le sezioni dedicate alle start-up e l’Innovation Village.

Per gli allevatori consigliamo una visita approfondita al SIMAGENA, la sezione del SIMA dedicata proprio al bestiame.

Nei giorni della fiera si susseguiranno numerosi eventi per approfondire la conoscenza delle razze di bestiame e dei diversi allevatori che le sussistono.

Start-up villages

Sono due le zone della fiera riservate alle start-up agricole, e per questo denominate”Start-up villages“.

Nel cuore del settore n.4 della fiera, proprio al centro dell’area dedicata all’agricoltura di precisione, 35 imprese giovanissime hanno la possibilità di farsi conoscere attraverso le loro idee e i loro progetti.

Oltre alle presentazioni saranno organizzati workshop e conferenze.

Per saperne di più, dai un’occhiata al nostro articolo “Sima 2019: start up e innovazione hanno il loro spazio al salone“.

SIMA 2019: i numeri

Come anticipato, anche quest’anno la fiera ha interessato espositori e visitatori da tutto il mondo registrando cifre di ingresso e di esposizione incredibili.

I visitatori accreditati hanno superato i 230.000, segnale forte che, in un periodo di crisi per l’agricoltura, l’innovazione è l’unica strada perseguibile per dare la spinta alla propria azienda.

Gli espositori sono in tutto 1770, di cui 200 allevatori coinvolti nella SIMAGENA.

Alto anche l’interesse della stampa, con oltre 600 giornalisti accreditati per presenziare agli eventi e documentare il successo della fiera internazionale.

 

 

SIMA 2019: cosa c’è di nuovo nell’agricoltura? ultima modifica: 2019-02-25T18:30:57+00:00 da Simona Ruisi

Articoli correlati