È record per i consumi di frutta e verdura: +2% rispetto all’anno precedente.

Se è consigliato mangiare frutta e verdura duranti i caldi ed estenuanti mesi estivi i dati confermano che gli italiani seguono alla lettera il consiglio. È record per i consumi di frutta e verdura durante questa stagione estiva.

L’ondata di caldo torrido che ha invaso la nostra Penisola da Nord a Sud, non risparmiano nessuna regione, ha fatto aumentare a dismisura la vendita di ortaggi segnando così un record per i cosumi di frutta e verdura rispetto alle scorse annate.

record per i consumi di frutta e verdura

Il 2018 segna di fatto un +2% di vendite rispetto all’anno scorso. Non a caso l’estate appena trascorsa è stata registrata come la terza estate più bollente a partire dall’anno 1800.

I dati registrati parlano di una media complessiva di quasi un grado e mezzo rispetto agli altri anni. 

Le analisi sopracitate sono esposte ed articolate dalla Coldiretti. 

Dopo queste rilevazioni troviamo quindi un diverso atteggiamento degli italiani nei confronti dei consumi di frutta e verdura. Di fatto, era stato registrato un consumo medio di ortaggi e frutta minore rispetto a quello indicato dagli esperti. 

Proprio il ministro della sanità ha considerato che un consumo medio di frutta e verdura si deve aggirare attorno ai 400 grammi al giorno. Questo parametro non era rispettato dagli italiani, che ne consumavano decisamente meno.

Stando però a questa indagine della Coldiretti, la rotta sembrerebbe invertita. Il record per i costumi di frutta e verdura portano così gli italiani a un adeguato e consigliato apporto di frutta e verdura.

L’intenso caldo ha quindi favorito questo largo consumo, anche se si spera che questi dati vengano confermati indipendentemente da questo fattore. 

Ma le analisi parlano chiaro e quindi i costumi di frutta e verdura sono strettamente legati ai cambiamenti climatici del pianeta e quindi, di conseguenza, anche del nostro territorio.

Di fatto dopo gli anni record del 2014, 2015 e 2013 anche quest’anno rischia di essere ricordato per il caldo anomalo. Occhio però, non solo questo è il fattore che ha contribuito al record per i consumi di frutta e verdura.

Sembrerebbe che i giovani stiano cambiando atteggiamento nei confronti dell’alimentazione e in particolare sembrerebbe che stia aumentando la tendenza al consumo di cibi più salutari e dietetici, dove appunto frutta e verdura risultano i capostipiti assoluti.

record per i consumi di frutta e verdura

 

I costumi di frutta e verdura in estate sono favoriti ovviamente anche dall’utilizzo di questi ultimi in centrifughe, macedonie e le perché no, anche nelle nuove acque condite con frutta e verdura, ve ve ne abbiamo parlato in questo articolo: Ecco le acque condite con frutta e verdura: il nuovo trend arriva anche in Italia

Consumare frutta e verdura ci aiuta in tutte le fasi e nei fabbisogni primari dell’organismo, quali nutrizione, idratazione e reintegro di tutte le sostanze perse con il sudore.

È importante però non dimenticare di mangiare frutta e verdura indipendentemente dalla stagione.

Anche in inverno si può consumare frutta e verdura in modo costante, magari all’interno di zuppe e minestroni.

Questi sono del tutto indicati nel periodo invernale e anche se impieghiamo verdura cotta e quindi priva di alcune sostanze nutritive, queste ci aiutano comunque a mantenere in maniera efficiente il nostro apparato intestinale e in generale tutto il nostro organismo.

E dopo aver saputo che quest’anno è stato registrato il record per i consumi di frutta e verdura, siete curiosi di scoprire come il consumo di frutta e verdura incida sulla nostra carnagione, vi consigliamo di leggere questo articolo: Il colore della pelle è influenzato dal consumo di frutta e verdura. Ecco il perchè

È record per i consumi di frutta e verdura: +2% rispetto all’anno precedente. ultima modifica: 2018-09-02T17:37:42+00:00 da Nicole

Articoli correlati