Quando raccogliere le cipolle e come conservarle

quando-raccogliere-le-cipolle

Se hai un piccolo orto allora ti interesserà sicuramente imparare quando raccogliere le cipolle e come conservarle. Questa pianta è una delle più semplici da coltivare e, allo stesso tempo, una di quelle più in grado di darci soddisfazione. Infatti, cosa c’è di meglio che piantare, coltivare, raccogliere e poi cucinare le cipolle cresciute nel proprio orto? Magari, seguendo questa ricetta pugliese del calzone di cipolle!

Se la raccolta delle cipolle è un argomento che ti interessa, continua a leggere questo articolo. Ti racconteremo tutto quello che c’è da sapere!

Consigli per la raccolta cipolle perfetta

Per poter arrivare a una soddisfacente raccolta delle cipolle, dobbiamo partire da lontano. Nello specifico, è fondamentale seminare correttamente questo ortaggio e dargli tutte le giuste cure colturali per farlo crescere in maniera perfetta.

Prima di entrare nel dettaglio della tecniche colturali della cipolla, è utile spiegare che questa è una pianta biennale. Ma cosa significa? È semplice: il suo sviluppo, potremmo dire, è suddiviso in due anni:

  • Nell’anno della semina la pianta cresce andando a formare un bulbo
  • Qualora non dovessimo raccogliere questo bulbo, ovvero la nostra cipolla, la pianta fiorirà durante l’anno successivo – il fiore è inconfondibile, a forma di palla e dai petali bianchi

Semina delle cipolle

Per quanto riguarda la semina delle cipolle, non esiste un momento prestabilito per tutte le varietà o per le diverse condizioni atmosferiche.

Come regola generale, possiamo tenere a mente quanto segue:

  • Le varietà a coltivazione invernale possono essere piantate tra settembre e ottobre
  • Le varietà primaverili andrebbero piantate prima in semenzaio nei mesi freddi oppure direttamente in campo alla fine dell’inverno

Inoltre, ricordiamo che è fondamentale che la cipolla non venga seminata – o impiantata – nuovamente nello stesso terreno prima di quattro anni. In caso contrario, infatti, potremmo incorrere nello sviluppo di marciumi e nella presenza di nematodi.

Tecniche colturali

La cipolla, per crescere nel migliore dei modi, ha bisogno di alcune attenzioni colturali, anche se la sua crescita è piuttosto semplice.

Ecco alcune delle accortezze che dovremo rispettare:

  • È importante che il clima non sia troppo piovoso
  • Il terreno non deve essere predisposto al ristagno idrico
  • Per favorire la germinazione la temperatura di 5°C può essere sufficiente, ma la cipolla riesce a resistere sino ai -10°C
  • Evitiamo in modo assoluto i terreni argillosi o sassosi, prediligendo quelli soffici e sciolti

Quando raccogliere le cipolle

Capire quando raccogliere le cipolle, per fortuna, è piuttosto semplice. Infatti, ci basterà notare il momento in cui la punta delle foglie inizia a seccarsi e la canna verde che fuoriesce dal terreno inizia a piegarsi sotto il suo stesso peso.

A seconda delle diverse varietà di cipolla, il momento della raccolta può variare.

  • Le cipolle bianche sono considerate primizie
  • Quelle dorate sono invece tardive

Quando si raccolgono le cipolle di Tropea

Oltre alle cipolle considerate primizie e tardive, ci sono anche quelle rosse da tenere in considerazione, come per esempio le cipolle di Tropea. In questo caso la raccolta avviene a partire dal mese di ottobre sino ad arrivare al mese di marzo.

quando-raccogliere-le-cipolle

Le cipolle di Tropea sono una variante particolarmente gustosa e altrettanto semplice da coltivare.

Per quanto riguarda dunque il trapianto di questa varietà, orientiamoci tra dicembre e marzo. Come possiamo capire che sono pronte? È facile: anche in questo caso le foglie inizieranno a seccarsi e ingiallirsi.

Raccolta cipolle: come farla nel modo giusto

La raccolta delle cipolle deve, come abbiamo visto, avvenire nel momento corretto. Quale?

  • Le cipolle bianche vanno raccolte tra maggio e giugno
  • Le cipolle dorate, per esempio quelle milanesi, sono da raccogliere intorno a settembre

In linea generale è importante ricordare che i bulbi hanno raggiunto la piena maturità quando la piante avranno cessato di produrre nuove radici e nuove foglie. C’è però un caso specifico nel quale la raccolta può essere anticipata: se utilizzate per il consumo fresco, le cipolle possono essere raccolte prima ancora che i bulbi comincino a ingrossarsi. Questo succede, per esempio, con i cosiddetti cipollotti.

Come conservare le cipolle

Abbiamo raccolto le nostre cipolle, ma ora dobbiamo conservarle di modo che durino il più a lungo possibile. Prima della conservazione vera e propria, però, dovremo occuparci della mondatura, ovvero della pulizia dalla terra che è rimasta attaccata. È importante eliminare dalle cipolle anche le brattee esterne che sono particolarmente sporche o che appaiono lesionate.

Se ci va, possiamo anche conservare le cipolle creando delle trecce oppure dei mazzi usandone le foglie ormai secche, ma comunque resistenti.

quando-raccogliere-le-cipolle

Uno dei modi migliori per conservare le cipolle è sistemandole in pratichi mazzi che si possono anche appendere al soffitto.

Ecco qualche altro consiglio per la conservazione di questa verdura:

  • Teniamola in un locale con una temperatura compresa tra i 4°C e gli 8°C
  • Evitiamo luoghi umidi e bui
  • Scegliamo un locale ventilato
  • Controlliamole ogni due settimane ed eliminiamo eventuali cipolle andate a male che potrebbero compromettere il benessere di tutta la cassetta o di tutta la treccia
  • Consumiamo subito eventuali cipolle germogliate oppure rimettiamole in terra così da ottenere, nel giro di pochissime settimane, dei cipollotti freschi da cucinare

Ora che sai tutto circa la raccolta delle cipolle e la loro coltivazione non ti resta che metterti all’opera. Buon lavoro!

Pensi che le informazioni presenti in questo articolo siano incomplete o inesatte? Inviaci una segnalazione per aiutarci a migliorare!

SEGNALA ARTICOLO


Quando raccogliere le cipolle e come conservarle ultima modifica: 2023-01-10T18:21:59+00:00 da Claudia Puddu

Articoli correlati