Acqua distillata fai da te: come produrla

acqua distillata fai da te

Si chiama Kondenskompressor: molti la conoscono come la flebo solare. Vi chiederete che cosa sia questa particolare sistema, da questo strano e difficile nome da pronunciare. Acqua distillata fai da te.
Kondenskompressor è una vera e propria tecnica che produce acqua distillata tramite i raggi del sole. Grazie a questo sistema si può ridurre di 10 volte il consumo d’acqua per l’irrigazione rispetto ai sistemi tradizionali e conosciuti.

La nota positiva di questo sistema proprio fai da te è l’essere estremamente economico, di fatto, ci serviranno solo delle grandi bottiglie d’acqua e con l’esattezza due per ogni pianta.acqua distillata fai da te

Questo metodo può essere utile sia per usi domestici, come piccoli orti, ma anche per usi professionali, per chi possiede appunto diversi ettari di terreno.

Il Kondenskompressor è anche poco dispendioso,  richiede poca manutenzione, si deve soltanto riempire di acqua la tanica ed eventualmente togliere le erbacce al suo interno per poter permettere un adeguato funzionamento.

COME COSTRUIRE IL KONDENSKOMPRESSOR

Vi abbiamo consigliato di utilizzare delle bottiglie di PET, poiché necessitano di essere tagliate, cosa che risulterebbe molto più difficile se utilizzassimo delle bottiglie di vetro, certamente però più resistenti.

Come prima cosa per costruire il nostro nuovo sistema di irrigazione, partiamo dalla bottiglia esterna che è appunto quella più grande e tagliamone la base.

La bottiglia più piccola invece dovrà essere tagliata a metà e all’interno della bottiglia grande andrà sistemata appunto, quella più piccola.

acqua distillata fai da te

La bottiglia più piccola si posiziona sopra la terra e deve essere piena d’acqua, poi, sopra di essa, va posizionata la bottiglia grande della quale abbiamo tagliato la base.

L’acqua che andremo a mettere nella bottiglia piccola potrà andare bene anche se di mare.

È importante tenere in considerazione la posizione, di fatto , entrambe le bottiglie devono consentirci di aprire il tappo della bottiglia grande e versare appunto acqua all’interno della bottiglia più piccola.

Per consentire il corretto funzionamento la  bottiglia dovrà essere collocata vicino alla pianta che deve ricevere l’acqua.

Un buon trucco per facilitare il tutto, sarebbe quello di mettere delle foglie secche o anche della paglia intorno al sistema che abbiamo costruito; questo consente di mantenere il suolo umido.

Seguendo questi passaggi e accorgimenti, far funzionare il nostro sistema sarà estremamente più facile.

acqua distillata fai da te

PERCHE’ UTILIZZARE IL KONDENSKOMPRESSOR

Una volta che il nostro sistema è pronto l’unica cosa che dobbiamo fare è aspettare.

Ovviamente a fare il tutto sono i raggi del sole che colpiscono appunto la bottiglia più grande, facendo aumentare la temperatura dell’aria all’interno che farà evaporare l’acqua stessa.

In questo modo si saturerà l’umidità dell’aria all’interno del piccolo ecosistema.

Successivamente si noteranno delle goccioline, (l’acqua condensata) che, scivolando cadranno a terra.

Il risultato che si genera è acqua distillata.

Esatto, proprio acqua distillata così da eliminare anche il problema del sale.

Ecco perché si può usare acqua di mare come accennato all’inizio.

Un sistema così semplice, può  aiutarci in fattori determinanti per la produzione, come risparmio di acqua, tempo e denaro.

Per aiutare quindi le nostre piante, da un pericolo costante come il caldo (leggi l’articolo su come gestire al meglio lo stress da caldo nelle piante) questa tecnica ci viene in aiuto mettendoci anche alla prova con le nostre capacità pratiche e manuali.

Acqua distillata fai da te: come produrla ultima modifica: 2017-06-30T13:16:21+00:00 da Noisiamoagricoltura

Articoli correlati