La rivincita di mamma mucca: ecco come ha salvato il suo vitello

La protagonista della nostra storia è una mucca di nome Claribelle che, stanca di veder portati via i suoi vitelli, ha ben pensato di nascondere l’ultimo nato in mezzo all’erba alta.

Ma vediamo questa incredibile storia nel dettaglio.

Il passato della mucca Claribelle

Claribelle è una mucca che ha sempre vissuto in un caseificio, poiché destinata alla produzione di latte.

Essendo destinata a tale scopo, ogni volta che Claribelle partoriva un vitello questo le veniva portato via dopo poche ore dai suoi allevatori, impedendole di accudirlo.

Quando la sua capacità produttiva è arrivata al minimo, non c’è stato più spazio per la sfortunata mucca che è quindi stata presto destinata al macello senza troppi ripensamenti.

A poche ore dal compimento del suo triste destino, però, la fortuna ha riservato una grandissima sorpresa all’animale: è stata infatti salvata dal macello e portata per un rifugio per animali.

È qui che i suoi soccorritori hanno scoperto che la mucca era incinta e avrebbe partorito di lì a poco.

NB: Qui trovi un’approfondimento sulla Frisona, la pregiata razza di mucche, e su come allevarle correttamente

Cosa è successo, allora?

Una settimana prima della data ultima per il parto, i volontari del rifugio hanno iniziato a prestare molta attenzione a Claribelle, perché si comportava in un modo piuttosto anomalo per una mucca che affronta una gravidanza.

Normalmente, infatti, le vacche gravide hanno un grandissimo appetito, mentre il suo era piuttosto ridotto; in più, continuava a osservare il rifugio con diffidenza, agendo in modo molto sospetto.

Dopo aver studiato le sue mosse, i volontari hanno risolto l’arcano: Claribelle, infatti, non solo aveva partorito in anticipo, ma aveva anche nascosto il suo vitellino in mezzo all’erba alta, memore delle passate esperienze.

Il piccolo vitello è stato nascosto nell’erba alta

La gravidanza delle mucche

Un comportamento simile da parte di una mucca non deve di certo sorprendere: questi bovini, infatti, sviluppano un istinto materno molto profondo verso i loro vitelli, creando un legame molto forte.

NB: se hai un allevamento bovino con problemi di infertilità, questo articolo ti aiuterà a capire come affrontarlo

Il caso della mucca Claribelle, infatti, non è l’unico: il dottor Holly Cheever ricorda che, durante i suoi primi giorni da veterinario di un caseificio, una mucca incinta di due gemelli, consapevole del fatto che l’allevatore le avrebbe sottratto i vitelli molto presto, ne nascose uno in un pascolo lontano dall’azienda.

L’allevatore, però, non si fece ingannare: riconoscendo il comportamento strano della mucca, rastrellò tutto il suo terreno alla ricerca del vitello e, dopo averlo trovato, lo portò via.

Che fine ha fatto il vitello nato da Claribelle?

A differenza del parto gemellare sopracitato, la storia della mucca Claribelle ha un lieto fine: il vitello, nato il 14 febbraio, è stato chiamato Valentine in occasione della romantica ricorrenza che coincide con il suo compleanno e potrà passare quanto tempo desidera con la sua amata mamma.

Claribelle e Valentine, infatti, vivranno al rifugio in cui la mucca è stata accolta dopo essere salvata dal macello, godendo della reciproca compagnia e affetto.

 

Insomma, tutto è bene quel che finisce bene: ben fatto, Claribelle!

Pensi che le informazioni presenti in questo articolo siano incomplete o inesatte? Inviaci una segnalazione per aiutarci a migliorare!

SEGNALA ARTICOLO


La rivincita di mamma mucca: ecco come ha salvato il suo vitello ultima modifica: 2019-07-03T08:00:39+00:00 da Giulia Corrias

Articoli correlati