Il piretro: vi spieghiamo tutto su questo insetticida naturale

Se siete alla ricerca di informazioni e consigli utili sul piretro, questo è l’articolo che fa per voi. Vi spiegheremo come impiegare nel migliore dei modi questo insetticida naturale.

Il piretro è appunto un insetticida naturale che si ricava dalla pianta delle Chrysanthemum cinerariifolium appartenente alla famiglia delle Asteraceae.

La sua forte proprietà anti insetticida fu scoperta alla metà dell’800 e da quel momento in poi venne prodotta e coltivata in larga scala in molte zone dei Balcani.

I paesi però che ne coltivano di più attualmente sono la Tanzania e l’Ecuador.

Ma scopriamo di più ora sul piretro e come utilizzarlo in maniera corretta.

Sebbene sia un insetticida naturale e quindi ammesso in agricoltura biologica è molto importante usarlo con cura e nelle giuste dosi, altrimenti la sua potenza potrebbe causare gravi danni alle piante.

Il piretro di fatto risulta essere tossico non solo per gli insetti fastidiosi per la pianta, ma anche per tutti gli altri esseri viventi dell’ecosistema. Per questo motivo possiamo definirlo non selettivo.

il piretro

Su cosa quindi è efficace questo insetticida?

Il piretro riesce a sconfiggere gli afidi, i coleotteri e la mosca bianca. È utilissimo inoltre contro le cacaline, miridi, tripidi e le larve di lepidotteri. 

Al contrario, non è efficace su insetti della terra, acari e tutti i vermi che colpiscono la frutta.

È importante sottolineare però che questo insetticida va impiegato solamente in casi gravi di infezione in corso. Non è opportuno usare in qualsiasi caso il piretro ma il suo utilizzo va ponderato in base alla gravità dell’infestazione. 

Inoltre non è opportuno impiegare costantemente questo prodotto naturale, poiché di fatto molto spesso si creano dei fenomeni di resistenza a tale sostanza.

È importante non impiegare il piretro nei terreni o in piante nei pressi di acqua, poiché il piretro risulta essere estremamente tossico per i pesci. Per evitare quindi di creare danni a questi animali il suo suo è del tutto vietato in prossimi di fiumi, laghi e corsi d’acqua. 

È vietato impiegarlo anche sui fiori in fioritura, sempre per il medesimo motivo. Il piretro di fatto riesce ad attaccare e ad essere pericoloso per le api che si occupano dell’impollinazione.

In caso contrario se desiderate impiegare il piretro nella lotta contro le cimici, sappiate che questo difficile ottiene buoni risultati. È difficile che la sostanza riesca a penetrare all’interno della corazza della cimice e quindi di conseguenza ad essere efficace.

Se siete alla ricerca di buoni consigli per eliminare le cimici, vi consigliamo questo articolo: Eliminare le cimici dalle piante: vi sveliamo tutti i segreti.

il piretro

Come utilizzare il piretro

Per fare in modo che questa sostanza sia efficace del tutto va spruzzata in maniera diretta su tutta la zona su cui vogliamo agire. È importante assicurarsi che essa penetri sia sopra, che sotto le foglie. 

È bene sottolineare che questa non penetra all’interno dei vegetali e per questo motivo non dobbiamo allarmarci se finisce su piante da frutta o nell’orto.

Il piretro deve essere inoltre diluito con acqua e fate attenzione, poiché quest’ultima non deve avere un ph inferiore a 7. Questa condizione è molto importante, come è altrettanto importante non mischiare il piretro con il rame, perché questo risulta essere una sostanza basica.

Il caso in cui il piretro deve essere diluito con acqua è perché questo risulta in formulazione in polvere. La polvere che acquistiamo presso i rivenditori autorizzati deve essere poi mischiata appunto con l’acqua. 

Nel caso invece volessimo acquistare questa sostanza in soluzione liquida, non ci resta che spruzzarlo direttamente sulle piante o colture.

E voi conoscete altri trucchi su come impiegare questo insetticida naturale?

Il piretro: vi spieghiamo tutto su questo insetticida naturale ultima modifica: 2018-10-27T15:34:35+00:00 da Nicole

Articoli correlati