Concia delle sementi: come non perdere nemmeno un chicco per la risemina

selezionatrici sementi

Selezione e concia di sementi: come funziona? 

concia sementi

Il seme è il punto di partenza di ogni attività agricola. 

Lo sapevano bene i primi agricoltori che, già nei primi anni della vita umana, scoprivano la cura delle piante e la fruttificazione proprio a partire dalla semina a terra.

Da allora l’evoluzione dell’agricoltura ha seguito di pari passo quella dell’uomo, e nonostante tutti i cambiamenti, le nuove tecniche agricole, le scoperte tecnologiche e le loro applicazioni in campo agricolo, l’importanza del seme non è mai passata in secondo piano.

Anzi, tutt’altro. Con il crescente interesse verso l’ecosostenibilità e l’agricoltura biologica, il trattamento dei semi è diventato un nodo cruciale dell’agricoltura attuale e del futuro, con l’obiettivo di proteggere i semi ed utilizzarli per la risemina successiva.

Se, fino a qualche anno fa, si poneva poca attenzione alla vita del seme dopo la raccolta dei frutti, oggi la risemina ha acquisito una tale importanza da avviare una nuova linea di ricerca e studi per rendere i semi riutilizzabili sugli stessi terreni.

Tra le aziende che si occupano proprio di curare i semi fino alla loro risemina troviamo SEM.CO., la prima azienda che in Italia si è specializzata nella pulizia, selezione e concia dei sementi e che oggi è il punto di riferimento della maggior parte delle aziende agricole italiane che vogliono sfruttare i vantaggi della concia.

Tutte queste operazioni vengono effettuate direttamente nell’azienda agricola che richiede il supporto di SEM.CO: le sementi vengono mantenute nel loro ambiente originale e lavorate in loco grazie alle macchine selezione sementi brevettate e certificate da SEM.CO.

Come vengono scelti i semi da riseminare?

macchine selezionatrici sementi

Tutto parte dalla raccolta, che viene effettuata una volta che la fioritura o la fruttificazione viene raggiunta.

Dopo la raccolta dei semi inizia prima il processo di pulitura da semi infestanti, striminziti o spezzati e corpi estranei.

In seguito le macchine di selezione delle sementi individuano quei semi che, per dimensione e peso specifico, sono giudicate idonee per la risemina.

L’impianto di selezione delle sementi prevede infatti un’impostazione di base per la tipologia di pianta, in base ai dati noti sui semi che possono crescere ed evolversi con certezza – dovute, ovviamente, le cure adeguate.

L’ “adeguamento” dei semi alla risemina segue un processo denominato concia delle sementi.

Concia sementi: come si fa? 

selezionatrici sementi

La concia consiste in un trattamento del seme che viene ricoperto uniformemente con prodotti specifici che mirano a proteggerlo e a renderlo pronto per la risemina.

Questi prodotti hanno azione antiparassitaria e antimicotica, proteggendo così sia da insetti che da eventuali infezioni di funghi.

Nel preparato possono essere occasionalmente aggiunti anche elementi nutrizionali che fortificano il seme per la sua crescita futura.

SEM.CO. effettua sia una concia dei semi convenzionale che una concia biologica delle sementi.

Il produttore può scegliere tra varie opzioni e soluzioni proposte da SEM.CO., tra le quali: 

  • Basic: svolge un’azione fungicida mirata.
  • Extra: all’azione antimicotica aggiunge due elementi nutrizionali, manganese e zinco.
  • Power: oltre al fungicida e al manganese e zinco aggiunge acidi fulvici.
  • Top: viene eseguito l’intero trattamento Power utilizzando però un fungicida sistemico.

Semi conciati: perché utilizzarli? 

concia biologica sementi

Esistono dei reali vantaggi utilizzando semi conciati anziché semi la cui origine non è ben definita? 

Assolutamente sì, e non sono solo di natura ecologica, ma anche – e soprattutto – economica.

Alcune recenti statistiche hanno dimostrato la differenza esistente tra campi che usano semi conciate e campi che non lo fanno. Questi ultimi perdono fino al 20% di raccolto, con un conseguente aumento dei costi del 200% nei tentativi di salvare questa perdita.

Il seme conciato conserva la sua identità e la purezza, rispettando l’ambiente sia per i trattamenti riservati alle sementi, sia perché, non acquistando semi altrove, si risparmia sui costi di imballaggio e sui trasporti delle sementi da un produttore ad un altro produttore.

Semina sementi conciate: consigli pratici

Nel corso degli anni SEM.CO. ha aiutato migliaia di aziende con le macchine innovative che accompagnano tutto il processo che porta alla concia dei semi.

La selezionatrice sementi effettua una cernita dei semi adatti alla concia; la macchina per concia sementi crea l’involucro che protegge e nutre i semi, creando anche una concia biologica secondo le richieste e le necessità delle aziende.

Tutto questo è possibile grazie ad una continua ricerca e sperimentazione che garantisce non solo un’innovazione tecnologica continua, ma soprattutto una reale redditività per i clienti che scelgono l’azienda.

Per ottenere questi risultati collaborano con aziende internazionali come Evonik, che si occupa di sviluppare il polimero idroretentore che fornisce continuamente acqua e sostanze nutritive alle piante.

Oltre all’uso di macchine specifiche, il trattamento e la conservazione delle sementi hanno una grande importanza nel mantenimento del loro buono stato.

Le sementi conciate devono essere conservate in un magazzino ben areato e asciutto, dove umidità e pioggia non possono penetrare. 

Se anche tu sei interessato a ricevere maggiori informazioni in merito a SEM.CO., ecco i riferimenti dell’azienda.

SEM.CO.
http://www.semcodivision.it/
Via Benati, 54 – 46048 Roverbella (MN)
info@semcodivision.it

Pensi che le informazioni presenti in questo articolo siano incomplete o inesatte? Inviaci una segnalazione per aiutarci a migliorare!

SEGNALA ARTICOLO


Concia delle sementi: come non perdere nemmeno un chicco per la risemina ultima modifica: 2019-07-13T09:59:37+00:00 da Simona Ruisi

Articoli correlati