Dalla gomma di un trattore a un originale pozzo. Ecco tutti i passaggi

pozzo decorato

 

 

Avete mai pensato a un’idea utile ed originale per sfruttare al meglio dei vecchi pneumatici?! Se avete delle ruote da smaltire, prima di cestinarli guardate questa fantastica idea, quasi sicuramente cambierete opinione. Alla fine di tutti questi passaggi, se seguiti in modo corretto arriveremo ad ottenere un pozzo. Esatto, avete letto bene, un vero e proprio pozzo fai da te.

L’occorrente necessario è semplice e molto economico: un vecchio pneumatico di qualsiasi tipo, (di un auto, di un trattore o di qualsiasi altro veicolo), un giardino spazioso, delle pietre, una copertura di plastica, voglia di lavorare e tanta creatività. Partendo proprio da un pneumatico andremo a costruire un pozzo, che potrà essere più o meno grande in base al pneumatico che prendiamo in considerazione.

Il primo passaggio fondamentale è quello di tagliare la copertura di gomma più interna del pneumatico, in modo da avere a disposizione una circonferenza più ampia e più sfruttabile. Questo è il passaggio più complicato di tutti, poiché trattandosi di un pneumatico, il materiale potrebbe essere molto resistente.

È quindi conveniente prima effettuare un piccolo taglio, e poi aiutarsi con una lama molto tagliente per effettuare il giro di tutta la circonferenza.  Questo procedimento deve essere effettuato sia nella parte posteriore che in quella inferiore.

Una volta che abbiamo ottenuto il nostro pneumatico sezionato in questo modo, dobbiamo posizionarlo nella zona  destinata al futuro pozzo e iniziare a scavare. Una volta che anche questo passaggio è stato ultimato, considerando le giuste misure da lasciare attorno per le eventuali decorazioni, è fondamentale avvolgere il pneumatico con un involucro di plastica impermeabile e resistente. Anche questo passaggio è fondamentale che sia effettuato con cura e attenzione, in modo che tutte le parti siano avvolte dalla plastica.

Il prossimo passaggio è quello di posizionare attorno alla circonferenza della gomma, che ovviamente risulterà essere interrata, delle pietre. Questo è da effettuare per fare in modo che lo stacco tra la gomma e il terreno risulti meno visibile. Di fatto, in questo modo nessuno si accorgerà che sotto c’è proprio una ruota di gomma. A questo punto si può procedere con il riempimento dell’acqua.

La parte finale è sempre quella più soggettiva e divertente, ora sta proprio a voi abbellire e arricchire il pozzo nella maniera che più vi piace, inserendo fiori, sassi di diverso tipo e perché no, come nella foto un pellicano di plastica riprodotto, acquistabile in tutti i negozi di giardinaggio.

Partendo da un vecchio e magari rotto pneumatico siamo arrivati a un funzionale e decorativo pozzo, molte volte per creare qualcosa basta solamente un po’ di creatività… questa ne è la dimostrazione!

Dalla gomma di un trattore a un originale pozzo. Ecco tutti i passaggi ultima modifica: 2017-09-09T17:27:33+00:00 da Nicole

Articoli correlati