Come conservare frutta e verdura più a lungo: 10 consigli fondamentali

Volete scoprire tutti i segreti su come conservare frutta e verdura più a lungo? In questo articolo vi sveleremo i 10 consigli fondamentali per poter conservare nel migliore dei modi la nostra frutta e verdura si dentro che fuori dal frigo.

Semplici ma utili consigli alla portata di tutti che ci faranno evitare di sprecare frutta e verdura.

Siete curiosi? 

come conservare frutta e verdura più a lungo

1. Zucchine e zucche

Il consiglio fondamentale per poter conservare a lungo questi ortaggi è unico. Questi devono stare a debita distanza da pere e mele. Queste di fatto accelerano il processo di maturazione di zucche e zucchine.

Ovviamente se abbiamo necessità che queste risultano acerbe e vogliamo consumarle in tempi ristretti andremmo allora a posizionarle a contatto con queste.

La temperatura ideale per conservare zucche e zucchine è compresa tra 10 e 13 gradi, è importante tenere d’occhio la temperatura poiché le zucche se riusciamo a conservarle nel migliore dei modi possono durare anche diversi mesi.

2. Come conservare gli ortaggi a tubero o radice

Tra i segreti su come conservare frutta e verdura più a lungo troviamo anche quelli sugli ortaggi che crescono sotto terra. Questi ortaggi tra i quali, le patate, le cipolle, le barbabietole e altri, sono abituati ad assorbire le sostanze nutritive direttamente dal terreno.

Per questo motivo per poterle conservare più a lungo è importante che l’ambiente in cui riposino sia umido. Sono location perfette quindi i garage o le cantine, dove solitamente l’umidità è presente in quantità maggiore rispetto all’abitazione.

Chi è sprovvisto però di cantina, ha una soluzione alternativa. Gli ortaggi che crescono sotto terra, devono allora essere imballati in una busta di plastica o di carta e posizionati in frigorifero.

3. Le cipolle

Parlando ancora di tuberi, un consiglio fondamentale per conservare più a lungo le patate è quello di tenerle a debita distanza dalle cipolle.

Proprie le cipolle, se a contatto con le patate, tendono a farle marcire prima. A contatto con la cipolla possiamo invece mette l’aglio, che si trova in perfetta sintonia con essa.

4. I cetrioli

Vi chiederete perché tra gli ortaggi che durano meno ci sono proprio i cetrioli. Il motivo è molto semplice, i cetrioli preferiscono essere conservati da soli. Questo perché esistono molti frutti che producono etilene, una sostanza che accelera il processo di maturazione di alcuni ortaggi, tra cui appunto i cetrioli.

Per questo motivo questi ultimi, devono essere conservati a debita distanza da frutti che producono l’indesiderata sostanza, tra cui ad esempio le banane.

5. Le banane

Sicuramente vi sarà capitato di buttare via o di mangiare per giorni consecutivi banane poiché tutto il casco aveva raggiunto un livello massimo di maturazione. Questo è dovuto al fatto che se conserviamo tutte le banane insieme queste matureranno tutte nello stesso momento. 

Un consigli fondamentale è quindi dividere il casco di banane e posizionare in punti differenti, in modo che queste non raggiungano tutte nello stesso momento la maturazione.

Volete avviare una coltivazione di banane? Ve ne abbiamo parlato qui: Come coltivare la banana: piantare il banano e ottenerne dei buoni frutti

come conservare frutta e verdura più a lungo

6. L’avocado

Per quanta riguarda le banane, anche queste ci aiutano nella conservazione di un altro frutto. Di fatto, le banane vi permetteranno di prolungare di più la vita di un altro frutto, stiamo parlando dell’avocado. 

Le banane di fatto, se messe a contatto con l’avocado, aiuteranno quest’ultimo nel processo di maturazione, grazie sempre al gas etilene rilasciato da queste.

7. Sedano e Carote

Nei nostri consigli su come conservare frutta e verdura più a lungo, parliamo anche di come conservare il sedano e le carote. Molto spesso, da abitudine sbagliata, posizioniamo questi ortaggi in frigorifero, magari all’interno dei sacchetti di plastica.

Pratica sbagliatissima. Di fatto per poter conservare più a lungo sia il sedano, che la carota, è raccomandato tagliarli a pezzi ed avvolgerli nella carta stagnola.

Questi poi vanno chiusi in un contenitore ermetico con all’interno dell’acqua.

8. Il pomodoro

Passiamo ora ad un altro ortaggio, molto consumato dagli italiani, il pomodoro. Per poter mantenere a lungo il pomodoro è fondamentale conservarlo a temperatura ambiente. Scordatevi quindi, di lasciare i pomodori per lungo tempo all’interno del frigorifero.

Volete iniziare a coltivare i pomodori? Ecco un articolo molto utile:Come coltivare i pomodori: la guida pratica in pochi passi

9. Mele e arance

Tra i consigli su come conservare frutta e verdura più a lungo, parliamo ora delle mele e delle arance. Questi due frutti in effetti in comune hanno ben poco, anzi, non si sopportano affatto.

Le mele e le arance devono essere conservate a debita distanza. Le mele, grazie al gas etilene accelerano il processo di maturazione delle arance e per questo motivo anche se abbiamo posizionato entrambi i frutti nel frigorifero, è buona cosa, posizionarli in scomparti differenti.

10. Erbe

Dopo aver parlato dei trucchi su come conservare frutta e verdura più a lungo, passiamo anche alle erbe. 

È importante saper conservare a lungo anche tutte le erbe che spesso utilizziamo in cucina per le nostre ricette.

Le erbe armoniche sono molto delicate, quindi conservarle direttamente così in frigorifero non è del tutto adeguato.

Il modo migliore è tagliare le erbe, tra cui appunto menta, erba cipollina ed altre e posizionarle all’interno di un vasetto pieno d’acqua e solo così posizionate all’interno del frigorifero. 

E voi avete altri consigli utili su come conservare frutta e verdura più a lungo?!

Come conservare frutta e verdura più a lungo: 10 consigli fondamentali ultima modifica: 2018-09-27T09:55:34+00:00 da Nicole

Articoli correlati