Come coltivare il kumquat: il conosciuto mandarino cinese

Volete iniziare a coltivare il kumquat, il comunemente chiamato mandarino cinese? In questo articolo vi sveleremo tutto su come coltivare il kumquat, partendo dalle origini di questo frutto fino ad arrivare alle caratteristiche e necessità della pianta.

Prima di svelare tutti i consigli su come coltivare il kumquat è importante capire da dove proviene e come mai prende questo particolare nome.

come coltivare il kumquat

 

Origini del kumquat

Il kumquat (Citrus japonica tobbese,Thumb., 1784) come abbiamo già accennato prende anche un altro nome. Il kumquat di fatto, viene chiamato semplicemente mandarino cinese oppure spesso anche kingen. 

Vi chiederete come mai questo frutto prende questo particolare nome. La spiegazione si trova nella pronuncia stessa del nome in lingua cinese. 

È in Cina, di fatto, che il kumquat trova la sua origine più antica, si parla di questo particolare frutto già a partire dal XII secolo. 

Anche in Giappone troviamo numerose testimonianze antiche di questa pianta da frutto ma ora scopriamo insieme come coltivare il kumquat nelle nostre zone.

Caratteristiche del kumquat

Il kumquat è un albero di frutto appartenente alla famiglie delle Rutacee. È tendenzialmente un albero sempreverde e può raggiungere un’altezza massima di 5 metri. 

Le foglie di questo albero sono verdi scure, mentre i suoi frutti si presentano come delle arance più piccole e allungate. Il cuore del frutto dipende dalla varietà, per questo motivo possiamo trovare dei kumquat che vanno dal giallo all’arancio.

In base alla varietà varia anche la forma, che può essere più tondeggiante o più allungata.

La pianta del kumquat richiede alcune specifiche condizioni climatiche. Visto le zone di origine di questa pianta si possono immaginare anche le condizioni climatiche di cui necessita.

Il kumquat richiede temperature elevate. Questa pianta può reggere temperature fino ai 35 gradi. Questa capacità di resistere alle alte temperature è valida anche per le basse temperature.

La pianta del kumquat può resistere ad inverni molto duri, dove le temperature possono raggiungere i -5 gradi. 

Possiamo quindi definire la pianta del kumquat una pianta resistente alle differenti temperature. È importante sottolineare però che il kumquat deve essere riparato dai venti freddi.

Le regioni del sud Italia, in particolare la Sicilia si prestano molto alla coltivazione di questa pianta.

La fioritura del kumquat va dall’inizio della primavera fino alla fine dell’estate. I particolari e accesi fiori color bianco sono molto visibili e spesso catturano l’occhio ed emanano anche un leggero e piacevole profumo. 

Per quanto riguarda i frutti, questi compaiono da fine novembre fino a marzo.

come coltivare il kumquat

Come coltivare il kumquat

Il kumquat può essere coltivato sia partendo dal seme, sia partendo dalle piante acquistate direttamente dal nostro Garden di fiducia.

Per chi desidera partire dal seme, deve essere a conoscenza che i tempi saranno decisamente più lunghi, per questo motivo è consigliabile partire direttamente dalle piantine.

Tra i consigli utili su come coltivare il kumquat è importante parlare del terreno. Il terreno amato dal kumquat è di medio impasto, ben fertile e soprattutto ben drenato. 

È importante inoltre sottolineare che prima della fioritura è opportuno realizzare una concimazione azotata, mentre durante il resto dell’anno è consigliabile concimare con fertilizzanti a base di potassio e fosforo.

Per quanto riguarda le temperature, queste differiscono in base al periodo dell’anno. 

Durante l’inverno e l’autunno molto spesso la pianta del kumquat si accontenta dell’acqua piovana, mentre nei periodi più caldi nell’anno, le annaffiature possono essere molto frequenti, anche un paio di volte alla settimana.

La malattia a cui è predisposto l’albero di kumquat è sicuramente la cocciniglia. In questo articolo vi abbiamo svelato tutto su questa diffusa malattia e su come sconfiggerla : La cocciniglia: dalla prevenzione alla cura.

Proprietà del kumquat

Ma dopo aver scoperto tutto su come coltivare il kumquat è importante sapere tutti i benefici in esso contenuti. Innanzitutto il kumquat ha grandissime proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. È inoltre un anti naturale del tutto naturale ed è ricco di vitamina C, importantissima per il nostro organismo, oltre che di ferro e magnesio. 

E siete curiosi di sapere tutto anche su gli altri agrumi? Vi segnaliamo questi articoli : Come coltivare un albero di arancio per arance perfette. e Come coltivare una pianta di limone: dalla messa a dimora alla raccolta

Come coltivare il kumquat: il conosciuto mandarino cinese ultima modifica: 2018-10-06T15:44:04+00:00 da Nicole

Articoli correlati