Coltivazione del cerfoglio: dalle origini agli usi in cucina

Volete scoprire tutto sulla coltivazione del cerfoglio? In questo articolo vi raccontiamo tutto su questa particolare e poco diffusa pianta officinale.

Origini del cerfoglio

Il cerfoglio (Anthriscus Cerefolium) è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle ombrellifere. 

È originaria del Medio Oriente e delle zone della Russia ma è presente anche In Italia sopratutto nelle zone boschive, dove cresce spontaneamente e in modo selvaggio.

La sua apparizione in Europa risale al 1700, dove inizialmente grazie alle grandi proprietà di questa pianta, veniva coltivato all’interno di conventi.

Non è conosciuta nel nostro Paese, tanto da essere presa poco in considerazione nel settore della ristorazione, dove all’estero è molto considerata. Nelle zone francesi e in America il suo impiego di fatto è molto più sviluppato e la richiesta di questa pianta è maggiore.

coltivazione del cerfoglio

Caratteristiche del cerfoglio

Per sapere tutto sulla coltivazione del cerfoglio è importante sapere le caratteristiche base di questa pianta officinale ed aromatica.

Il colore delle foglie del cerfoglio è un verde medio, non troppo intenso e l’altezza di questa pianta non supera mai i 70 cm, mantenendosi quasi sempre attorno ai 40 cm. 

La pianta è composta da fusti eretti e ricoperti da una leggera peluria, caratteristica tipica del cerfoglio.

Una peculiarità di questa pianta consiste nello strofinare le sue foglie per sentire un piacevole odore aromatizzato che può durare sulla pelle addirittura qualche ora.

I fiori di questa pianta sono delle grandi ombrelle di un profumo intenso e il loro colore varia dal bianco al rosa chiaro, ben visibili durante il periodo della fioritura corrispondente ai mesi primaveril ed estivi.

I frutti invece son acheni di un colore più scuro rispetto ai fiori e la caratteristica di questi ultimi consiste nel contenere al loro interno dei piccoli semi con un alta germinabilità.

Coltivazione del cerfoglio

Per poter coltivare al meglio questa pianta è importante prendere in considerazione alcune nozioni  principali. Innanzitutto il cerfoglio è una pianta che predilige un terreno ben areato e molto fresco. Inoltre il substrato deve presentarsi leggero, per questo motivo spesso è consigliato l’aggiunta di sabbia.

Per quanto riguarda l’esposizione, il cerfoglio ama molto il caldo e le zone soleggiate, per questo motivo sono da evitare le zone particolarmente buie e ombreggiate dove il sole è presente per poche ore durante la giornata.

Bisogna fare attenzione solamente ai periodi più caldi dell’anno, dove è importante proteggere la pianta nelle ore più calde della giornata per evitare che i raggi del sole possano provocare dei danni alle foglie. 

È possibile partire con la coltivazione del cerfoglio mediante l’acquisto di piantine presso i rivenditori attrezzati oppure mediante semina.

Quest’ultima è consigliabile effettuarla nel mese di febbraio proseguendo poi fino all’autunno, in questo modo si avranno sempre delle piante giovani e la raccolta delle foglie del cerfoglio inizia solitamente dopo la quinta settimana. 

coltivazione del cerfoglio

Avversità del cerfoglio

La pianta del cerfoglio risulta essere abbastanza resistente ma in alcuni casi può essere colpita dall’oidio o dagli afidi.

È importante controllare periodicamente le foglie della pianta e provvedere alla rimozione delle foglie malate prima che queste compromettano anche le altre.

Per quanto riguardo gli afidi è consigliabile utilizzare i rimedi descritti in questo articolo: Afidi del cavolfiore e del cavolo: cause e rimedi per eliminarli, per evitare che la pianta venga gravemente danneggiata.

Usi in cucina

Il cerfoglio è una pianta impiegata spesso all’interno di piatti e ricette. Frequentemente viene scambiato con il prezzemolo ma il suo gusto risulta leggermente diverso.

Viene impiegato all’interno di zuppe o per condimenti su carne e pesce. È importante consumare il cerfoglio fresco, poiché questa pianta tende facilmente a perdere il suo aroma e sapore.

Se siete amanti delle piante per tisane, vi consigliamo questo articolo: Come coltivare erbe per tisane. Anche sul tuo balcone!

Coltivazione del cerfoglio: dalle origini agli usi in cucina ultima modifica: 2019-01-06T11:37:31+00:00 da Nicole

Articoli correlati