Alimentazione maiali: cosa mangiano i suini in allevamento?

cosa mangiano maiali

E’ un luogo comunque, quanto veritiero: i maiali mangiano di tutto e in abbondanza.

Ciò vuol dire che chi alleva maiali può metterli all’ingrasso con qualsiasi alimento? Sarebbe meglio di no.

Affinché i maiali crescano in salute, sia che siano maiali all’ingrasso o maiali domestici, l’alimentazione dei maiali e dei maialini dovrebbe seguire poche, ma importanti regole.

Vediamo nel dettaglio cosa mangiano i maiali e come impostare un’alimentazione corretta per loro.

Alimentazione maiali: conosciamo i suini

maiale da ingrasso

Chi intraprende un allevamento di maiali dovrebbe sapere che i suini vengono suddivisi in tre macro categorie, riconosciute a partire dal loro profilo costituzionale:

  • Lard Type: si contraddistinguono per lo spessore di lardo sulle spalle, circa 12 cm, e sui lombi, circa 15 cm. Hanno un apparato scheletrico ben sviluppato e sono allevati soprattutto nell’Europa dell’est.
  • Bacon Type: macellati per la successiva produzione di insaccati, sono maiali molto più muscolosi a discapito dello spessore del lardo. Non superano generalmente 80 kg per 1 metro di lunghezza.
  • Pork Type: maiali molto grossi impiegati per la produzione di salame e di grasso.

Dei maiali esistono in Italia numerose razze, che prendono il nome dalla zona originaria di coltivazione: il suino nero dei Nebrodi in Sicilia, la Cinta Senese e la Macchiaiola Maremmana in Toscana, Casertana in Campania, la Calabrese, il Nero di Parma e la Mora Romagnola in Emilia-Romagna eccetera.

Alimentazione maiali: cosa mangiano i maiali?

Il maiale è una specie animale onnivora. Allo stato naturale, senza controllo dell’uomo, si nutrono soprattutto di frutti, foglie, patate, insetti ed erbe varie.

L’erba resta una delle fonti principali di nutrimento anche negli allevamenti dei maiali: anche per la loro attività fisica, sarebbe bene considerare di inserire il loro allevamento in uno spazio vicino ad un campo erboso.

In questo modo, sebbene l’alimentazione risulti più naturale, spesso non si ottiene un allevamento intensivo e i maiali non ingrassano come sperato.

Per stimolare l’aumento di peso dei maiali all’ingrasso, il metodo più comune è quello di chiudere più maiali in spazi delimitati da recinti.

In questi spazi vengono nutriti soltanto con mangimi ad alto contenuto proteico o con un mix di mangimi proteici e cereali. Quest’ultimo mix è il più utilizzato, poiché coincidono tre risultati: il maiale ingrassa; si risparmia rispetto al fornire solo mangime proteico; il maiale ne guadagna in salute.

I mangimi già pronti per maiali sono generalmente costituiti da una simile percentuale di proteine e cereali. Il cereale più usato è la farina di mais, che costituisce quasi la metà della dieta dei maiali.

Come fonte proteica, nei mangimi più raffinati viene inserita la farina di estrazione di soia, proprio grazie al suo alto contenuto di proteine.

Se il maiale non assume erbe o vegetali nella sua nutrizione, è raccomandato scegliere un alimento completo che contenga anche della crusca. La crusca si rende indispensabile per stimolare il movimento intestinale ed evitare costipazioni e stipsi per gli animali.

Quanto mangiano i maiali?

gravidanza maiali

La risposta dipende dal tipo di maiale considerato. Nel caso di un suino da allevamento, il quantitativo è di circa 2 kg di cibo al giorno; nel caso di un maialino domestico, non destinato all’ingrasso, la quantità può variare da 700 grammi a 1,5 chili di mangime al giorno.

Nel quantitativo totale di cibo possono essere aggiunti di scarti della cucina, specialmente frutta e verdura.

Vediamo come impostare una dieta corretta per alimentare al meglio i vostri maiali.

Maiali fino a 50 kg di peso

In un maiale fino a 50 kg di peso sarebbe ideale impostare una dieta con miscele costituite dal 27% di proteine e dalla stessa quantità di cereali. Mentre il maiale è in accrescimento, non si deve badare a quantità: il maiale può mangiare tranquillamente 2 kg o più al giorno.

Maiali da 50 a 100 kg di peso

Sopra i 50 kg di peso il maiale inizia a sviluppare il suo apparato scheletrico e quello digestivo. Alla sua alimentazione può essere aggiunta una componente costituita da crusca e cereali.

In questo caso le percentuali vanno redistribuite: metà “piatto” è dato dai cereali, un 30% da proteine e il rimanente dalla crusca.

Questo è il momento migliore per iniziare le integrazioni di frutta e verdura.

Maiali dai 100 kg di peso

Il maiale che raggiunge i 100 kg è completamente sviluppato. Le sue ossa sono forti e l’apparato digerente è completo e ben funzionante.

Da ora vanno somministrato il mix di mangime destinato ai maiali all’ingrasso. E’ composto soprattutto da cereali (fino al 75%), da fronte proteiche e crusca.

Per i maiali all’ingrasso si consigliano circa 3 kg di mangime al giorno.

Alimentazione maiali: la gravidanza

mangiare maiali

Per le scrofe in gravidanza l’alimentazione richiede delle specifiche competenze e una correzione generale della dieta in supporto della crescita dei feti.

Nei quasi 4 mesi di gravidanza la scrofa non mangia tantissimo: solitamente si somministrano dai 2 ai 2,5 kg di mangime al giorno. Il quantitativo triplica invece durante l’allattamento: dovendo soddisfare i bisogni dei suinetti, può arrivare a mangiare 5-6 kg di miscele per maiali al giorno.

Il contenuto del mangime rimane invariato: per la maggior parte è costituito da cereali come mais e orzo, una parte proteica e la crusca.

 

Alimentazione maiali: cosa mangiano i suini in allevamento? ultima modifica: 2019-01-26T10:00:11+00:00 da Simona Ruisi

Articoli correlati