Fusione tra Bayer e Monsanto. La Commissione europea da l’OK.

Fusione tra Bayer e Monsanto? Vi avevamo lasciato con un grande punto interrogativo quest’estate, quando vi avevamo raccontato la situazione tra le due multinazionali, ma ora ci sono delle grandi novità.

La fusione tra i due grandi colossi multinazionali finalmente può esistere.

A dire di sì è stata proprio la Commissione europea. La commissione europea ha dato il via libera alla più grande fusione che vedrebbe nascere un colosso biotecnologico tra i più grandi di sempre.

Fusione Bayer e Monsanto

Foto di Trend Online

Quali erano i principali problemi della futura fusione?

I problemi che avevano caratterizzato la fusione dei due colossi mondiali era la presenza di un componente che aveva lasciato alcuni dubbi, usato molto spesso in agricoltura.

Stiamo parlando del glifosato, un principio attivo contenuto proprio all’interno dei pesticidi classici usati nelle attività agricole.

A commercializzarlo prima nel paese e poi successivamente in tutte le zone del mondo era stata proprio la Monsanto.

La Monsanto ha messo in vendita il prodotto sonno la nota marca commerciale «RoundUp».

A favore il via libera dell’Unione europea non solo dell’uso di questa sostanza, ma anche della messa in vendita e della commercializzazione del prodotto per i prossimi e futuri 5 anni.

A rallentare la messa in vendita del prodotto era proprio la Germania, che dopo diversi mesi di “meditazione” ha deciso di dare il suo “ok”.

Quindi ora è in commercio questo prodotto di proprietà della nota multinazionale Bayer.

Ciò che temeva fortemente la commissione europea era quello di creare un monopolista.

Di fatto, per porre rimedio a questo ostacolo, la multinazionale Bayer ha deciso di commissionare a Basf il compito di cercare degli erbicidi non selettivi. 

Questo passaggio è stato fondamentale per poter trovare dei prodotti differenti, in sostituzione al glifosato.

Questo permetterebbe così la messa in vendita di prodotti sul mercato che siano appunto erbicidi non selettivi.

Per continuare con il progetto di vendita però si sono dovuti formalizzare degli accordi a grande scala.

Per poter permettere la fusione tra Monsanto e Bayer, quest’ultima ha dovuto rinunciare a delle parti importanti di attività legate all’industria.

Queste parti di attività industriali di Bayer sono state cedute a un’altra grande azienda tedesca, la nota Basf.

Queste grandi attività industriali cedute da Bayer a quest’ultima azienda tedesca consistono nella globalità dei semi e dei tratti, ovvero tutte quelle procedure geneticamente modificate dei semi.

Incluso inoltre anche l’organizzazione delle future ricerche.

Non sono finite qui però le concessioni da parte di Bayer a Basf. Di fatto, il colosso multinazionale ha ceduto anche una sorta di copia di tutto il loro progetto in merito all’agricoltura digitale.

 

fusione tra Bayer e Monsanto

Com’è nata l’idea di questa fusione tra Bayer e Basf?

La collaborazione tra queste due grandi realtà, entrambe tedesche, è nata da un primo passo fatto proprio da Bayer.

I vertici di Bayer hanno individuato Basf come collaboratrice ideale per questo progetto.

Di fatto la Basf è adatta a questo tipo di collaborazione poiché attualmente non vende semi o erbicidi non selettivi.

Inoltre, è proprietaria di un pesticida globale che è completamente completare a quelli che verranno prodotti nella fusione tra Bayer e Monsanto.

Per poter finalizzare il tutto però manca ancora un passaggio fondamentale.

Prima del via libera da parte di Bruxelles manca ancora la prova regina tra tutte.

Il prossimo passo da affrontare è proprio quello di mettere in analisi e in prova la Basf e di conseguenza se le garanzie offerte da Bayer e Monsanto funzionano concretamente. 

Ciò che la Commissione vuole verificare è l’effettiva capacità da parte di Basf di gestire le parti cedute da  Bayer.

Solo quando la Basf avrà convinto del tutto la Commissione europea soprattutto in merito a diserbanti e semi, allora si potrà procedere con la definitiva fusione tra Monsanto e Bayer che tanti stanno attendendo da tempo.

Non rimane quindi da dire: “Rimanete sintonizzati per prossimi aggiornamenti!”

 

Iscriviti

⬇ Condividi questo articolo ⬇

Fusione tra Bayer e Monsanto. La Commissione europea da l’OK. ultima modifica: 2018-04-07T12:48:58+00:00 da Nicole

Articoli correlati