Tutti i segreti sui fertilizzanti naturali e “fai da te”.

fertilizzanti

Come tutti sappiamo i fertilizzanti sono molto utili e indispensabili per le nostre terre, forniscono di fatto elementi necessari allo sviluppo delle piante e aumentano le loro caratteristiche e qualità. Ne esistono di tantissimi tipi, e tra questi i più conosciuti ed efficaci sono sicuramente i fertilizzanti naturali. Parlando di elementi naturali, il più famoso è senza dubbio il letame ma ne esistono tantissimi altri, basta guardarsi intorno, specialmente in casa, aprire la dispensa, ed il gioco è fatto! Esistono davvero tanti fertilizzanti naturali fatti in casa.

fertilizzanti naturali

 

Alcuni consigli sui fertilizzanti naturali

Poco costosi, reperibili facilmente e molto funzionali. Sono queste le caratteristiche principali di questi fertilizzanti. Iniziamo con il lievito di birra, forse poco conosciuto ma estremamente utile. Il suo potere è nelle vitamine del gruppo B, che aiutano la fioritura delle piante. Forse più noto dagli appassionanti delle rose, perché sono proprio queste ultime che godono dei benefici di questo elemento, favorendone lo sviluppo e la crescita.

Passiamo ora al caffè, e nello specifico ai fondi del caffè, un comunissimo alimento, facile da reperire. Proprio questo èuno dei concimi naturali grazie all’azoto e agli antiossidanti  contenuti al suo interno. In fin dei conti un concime estremamente economico ma da usare con prudenza, visto che il caffè ha la capacità di acidificare il terreno. Un abuso quindi di fondi di caffè può rendere il terreno troppo acido e quindi improduttivo.

Se siete invece amanti delle tisane, questo sicuramente fa al caso vostro. È buono sapere che la camomilla e la calendula sono ottimi fertilizzanti in particolar modo non per le coltivazioni estese ma per le  piccole piante coltivate in vaso, magari in casa su terrazze e balconi.

I comunissimi gusci d’uovo oltre che essere un fertilizzante cento per cento naturale sono anche antiparassitari. Vivamente consigliati da cospargere sulle colture ma ancora di più sono molto efficaci ai piedi delle piante e negli steli per tenere lontano tutti gli insetti e in particolar modo le lumache, che come tutti sappiamo vanno ghiotte delle foglie e in generale delle parti della pianta.

fertilizzanti naturali

 

Se un po’ di vino rosso aiuta alla salute umana, anche alla pianta apporta i suoi numerosi benefici. È consigliabile innaffiare direttamente le piante con acqua e vino poiché proprio ricco di sali minerali. Occhio a non esagerare,(come d’altronde accade per gli umani) ma nelle giuste quantità la terra risulterà certamente più fertile.

Dal vino si passa alle bucce di banane. Queste, come ben si sa sono ricche di potassio, sostanza che apporta forza e integra la fase nutritiva.  Si possono utilizzare in due modi differenti: tritarle a pezzetti e interrarle direttamente oppure creando un concime vero e proprio, lasciando macerare le bucce di banana per circa 24 giorni, e usando poi il liquido per irrigare il campo.

Molto naturale al tempo stesso efficace è anche la cenere e qui il vero trucco è quello di mischiare la cenere stessa con il terriccio; tenendo presente e facendo attenzione a non superare un terzo di cenere rispetto alla terra. Successivamente è necessario spargere il composto direttamente sulle piante interessate che risulteranno in breve tempo più vigorose.

Ultime ma non meno importanti: le alghe. La procedura, prima di poterle utilizzare è un po’ lunga, di fatto dopo averle avate e sciacquate, vanno lasciate in posa circa due mesi. Solamente dopo aver fatto  trascorrere questo periodo, il macerato va spruzzato direttamente sulle piante, dopo essere stato diluito con acqua.

Tutti elementi comuni ma al tempo stesso molto efficaci e “fai da te”, che renderanno le nostre colture e le nostre terre sicuramente più fertili e produttive. Provare per credere!

Iscriviti

⬇ Condividi questo articolo ⬇

Tutti i segreti sui fertilizzanti naturali e “fai da te”. ultima modifica: 2017-09-07T18:50:32+00:00 da Nicole

Articoli correlati