La natura tra passione e libido: scopriamo i cibi afrodisiaci

L’uomo sin dalle sue origine ha sentito sempre la necessità di attribuire alle piante, ai frutti e ad alcuni cibi, caratteristiche simboliche, magiche o afrodisiache. In questo articolo ci occuperemo di quello che ha sempre avuto un certo successo tra gli umani, ossia l’aspetto afrodisiaco. Quali sono i cibi afrodisiaci?

D’altra parte, il cibo è fonte di piacere quindi possiamo dire che anche l’appetito sessuale nasce a tavola.

Conosciamo meglio i cibi afrodisiaci!

Un afrodisiaco, è una sostanza capace di esaltare la libido o nella maggior parte dei casi incrementare le prestazioni sessuali. La parola deriva dal nome della dea greca Afrodite, la dea dell’amore.

La letteratura di un certo genere fa spesso riferimento a sostanze che generavano l’idea della potenza sessuale di alcuni protagonisti famosi per le loro prestazioni: l’esempio più immediato è Giacomo Casanova, il grande seduttore!

Egli amò moltissime donne e leggendo i suoi scritti, il suo segreto erano le ostriche, considerate tra i 10 migliori cibi afrodisiaci. In effetti se guardiamo alla forma dell’ostrica essa richiama l’organo genitale femminile ma la scienza ci dice anche che i molluschi contenendo lo zinco favoriscono la funzionalità del testosterone.

Nel settecento i grandi amatori e libertini francesi  facevano largo uso di cioccolato e caffè considerati eccellenti afrodisiaci.

Maghi, santoni, erboristi preparavano bevande, decotti o unguenti usando alimenti di origine vegetale o animale per poi, dietro lauto pagamento, consegnarli nelle mani di donne e di uomini disperati dalla vita coniugale senza sesso, anche da qui nascono i discorsi sui cibi afrodisiaci.

 

cibi afrodisiaci

 

Cibi afrodisiaci: vaso dilatatori naturali

Prima dell’odierno Viagra, sin dall’antichità zafferano, peperoncino, zenzero, ginseng venivano ritenuti dei magnifici afrodisiaci poiché stimolando la circolazione sanguigna miglioravano le prestazioni e risvegliavano il desiderio.

In effetti da oltre cinquant’anni numerose ricerche scientifiche non sono giunte alla conclusione che tutto ciò fosse vero, ma il sentire comune è duro a morire.

In effetti lo zenzero considerato come un tonico ricostituente contro l’astenia e l’affaticamento fisico, stimola tantissimo la circolazione e garantisce un eccellente afflusso di sangue agli organi sessuali. I cinesi grandi consumatori di zenzero lo considerano un viagra naturale.

 

cibi afrodisiaci

 

Ma l’alimento afrodisiaco per eccellenza e il più conosciuto e usato è il peperoncino. Ne esistono molte varietà come ad esempio Habanero, Cayenne, Capiscum, ecc.

Rosso, passionale a forma affusolata come l’organo sessuale maschile viene associato al desiderio, alla passione. E’ una straordinaria spezia, originaria dell’America del Sud, diffusa in tutto il mondo grazie al 2°viaggio di Cristoforo Colombo.

E’ ricchissima di vitamine, soprattutto di vitamina C, oltre a rame, potassio, acidi grassi, lecitina, pectina e altri sali minerali. Stimola la creazione di acidi biliari che eliminano il colesterolo, riducendo il deposito dei grassi circolanti e ossidandoli abbassa il colesterolo nel sangue grazie alle sue proprietà vasodilatatrici e alla presenza di lecitina, un acido grasso insaturo contenuto nei semini del peperoncino che rafforza le coronarie e conferisce maggiore elasticità alle arterie, è ricco di antiossidanti che prevengono la formazione di radicali liberi, diminuisce i tumori alla prostata e allo stomaco.

Il peperoncino è quindi un vasodilatatore e preso regolarmente migliora la circolazione e favorisce il desiderio, il caratteristico sapore piccante ne fa un potente cibi afrodisiaci.

 

 

I grandi chef, considerano tutt’oggi sostanze come il peperoncino e lo zafferano elementi essenziali per scatenare l’appetito sessuale…quindi d’ora in avanti, non possono mancare nella nostra cucina!  😉

S.E.

La natura tra passione e libido: scopriamo i cibi afrodisiaci ultima modifica: 2017-11-27T16:59:19+00:00 da Salvatore Lo Iacono

Articoli correlati