Come coltivare la pianta del tè direttamente a casa vostra

Se siete amanti del tè e volete scoprire come coltivare la pianta del tè direttamente a casa vostra questo è l’articolo che fa per voi!

Vi parleremo dell’origine di questa pianta, analizzando le sue caratteristiche e scopriremo insieme tutti i consigli e i trucchi su come coltivare la pianta del tè anche in vaso.

Come coltivare la pianta del tè

Origini della pianta del tè

Prima di scoprire quali sono le condizioni necessarie per poter coltivare questa pianta è opportuno scoprire quali sono le sue origini più antiche.

La pianta del tè (Camellia sinensis) (L.) è la specie di pianta le cui foglie e i germogli sono usati per produrre direttamente il .

Le prime testimonianze certe dell’uso del tè risalgono al III secolo. Troviamo i monaci buddisti tra i primissimi consumatori di questa bevanda. Non a caso il tè viene principalmente coltivato e consumato in Bangladesh, Cina, India, Pakistan, Indonesia e Giappone. 

Non dimentichiamo però l’importanza che ha assunto il Regno Unito in merito a questo bevanda, tanto da diventare un’indistinguibile tassello di identità nazionale.

Bisogna prestare attenzione quando nel nostro paese parliamo dell’albero del tè. Molto spesso con questo termine si designa l’albero di tea tree oil.

Esistono tantissime coltivar dell’albero del tè, le più conosciute sono queste: Benifuuki, Fushun, Kanayamidori, Meiryoku, Saemidori, Okumidori, Yabukita. 

Come sappiamo però esistono tantissimi tipi di tè, ma quello che pochi sanno è che tutte derivano dalla stessa lavorazione delle foglie della Camellia sinensis. Ciò che differenzia un tipo di tè dall’altro sono i metodi di lavorazione delle parte vegetali e il periodo di raccolta di queste ultime.

Le varietà di tè che derivano dalla Camelia sinensis più conosciute ed utilizzate sono: Tè bianco, tè giallo, tè nero, tè verde, tè oolong e Matcha.

Ma siete curiosi di scoprire come coltivare la pianta del tè direttamente in casa?

Per poter coltivare questa pianta è opportuno analizzare le condizioni climatiche e di terreno che necessita.

Come abbiamo visto, la pianta del tè viene coltivata principalmente in zone dove è presente un clima tropicale e sub tropicale. 

È importante anche analizzare l’andatura delle piogge e nei territori in quesitone le piogge superano i 2 m all’anno. Questa condizione è importante per capire come coltivare la pianta del tè nel migliore dei modi.

La pianta del tè preferisce una posizione esposta ai raggi del sole. Questa pianta inoltre ama i territori ricchi di umidità.

Vi chiederete come sia possibile coltivare questa pianta nelle fredde regioni inglesi. Di fatto questo non è un problema. Secondo gli esperti e i degustatori, questo clima renderebbe le foglie più saporite.

L’unica condizione sfavorevole è ovviamente la produzione, che risulterà più scarsa e meno produttiva rispetto alle altre regioni tropicali. 

Come coltivare la pianta del tè

Come coltivare la pianta del tè

La pianta del tè si può coltivare partendo da piantine già sviluppate oppure direttamente dal seme. Le piantine di tè sono più difficili da trovare, mentre i semi con cui iniziare la coltivazione sono facilmente reperibili.

Se desiderate quindi partire dal seme per la vostra coltivazione, dove mettere in ammollo i semi per 2-3 giorni e piantarne in abbondanza poiché hanno poca germinabilità.

È importante piantare i semi della pianta del tè in un terreno privo di calcio. Per questo motivo bisogna tenere d’occhio le irrigazioni ed effettuarle con l’acqua piovana che è di fatto priva di calcio. È sconsigliata quella del rubinetto perché tende ad essere presente il calcare, inadatto per la pianta del tè. 

Qual’è la temperatura ideale per il germoglio della pianta da tè?

La pianta da tè germoglia con una temperatura costante che va dai 20 ai 25 gradi e ci impiega massimo un mese e un minimo di due settimane per vedere sbocciare i primi germogli.

Una volta che le piantine sono germogliate il passo successivo è la messa a dimora. È importante che la temperatura esterna non raggiunga mai temperature inferiori ai 16 gradi e questa condizione vale anche per le ore notturne.

La vita produttiva di questa pianta dura circa una decina d’anni ma in alcuni casi ci sono stati episodi che le piantine da tè hanno superato il secolo di attività produttiva.

Se abbiamo scoperto tutto su come coltivare la pianta da tè, ora passiamo al suo mantenimento. 

La pianta da tè necessita di una potatura particolare, di fatto se la lasciassimo crescere liberamente questa può raggiungere diversi metri d’altezza.

Per questo motivo è necessario effettuare una cimatura all’altezza del girovita.

Siete amanti del tè e delle tisane e volete quindi intraprendere una coltivazione di questo tipo? Vi abbiamo spiegato tutto qui:Come coltivare erbe per tisane. Anche sul tuo balcone!

Se invece siete alla ricerca di consigli su come creare una buona tisana direttamente in casa, potete trovare tutto qui: Come fare una tisana in casa: dosi, tempi di infusione, come conservarla

Come coltivare la pianta del tè direttamente a casa vostra ultima modifica: 2018-10-13T15:22:21+00:00 da Nicole

Articoli correlati